Nel film Gesù è omosessuale. Netflix assolto: "Nessuno stop"

La Corte Suprema brasiliana ha dato ragione a Netflix. Il giudice: "Non indebolisce i valori cristiani". Il tribunale aveva chiesto il ritiro della fiction

Gesù è rappresentato come omossessuale e ha un fidanzato. Per questo, si era scatenata la bufera intorno alla fiction satirica della compagnia comica Porta dos Fundos, trasmessa da Netflix. Ma ora, la Corte Suprema brasiliana ha dato ragione a Netflix.

La puntata, uno speciale natalizio, intitolata La prima tentazione di Cristo, era andata in onda dal 3 dicembre. Il lungometraggio è incentrato sul personaggio di Gesù che, in occasione della festa organizzata per i suoi 30 anni, decide di presentare alla famiglia e agli apostoli il suo fidanzato. Ma l'idea non è stata apprezzata da alcuni fedeli e la polemica era esplosa. Sulla vicenda era intervenuto anche il figlio del premier Bolsonaro: "Vale la pena attaccare la fede dell'86% della popolazione?", si era chiesto. Dure anche le parole del deputato Julio Cesare Ribeiro: "In questo film Nostro Signore Gesù viene mostrato come omosessuale. In più, i discepoli sembrano degli ubriaconi. Inammissibile! Si tratta di una presa in giro verso i cattolici e gli evangelici", aveva detto.

Un giudice di Rio de Janeiro aveva ordinato a Netflix di rimuovere la puntata dalla sua programmazione, dopo che la Chiesa cattolica in Brasile aveva presentato una petizione, sostenendo che il film fosse lesivo per "l'onore di milioni di cattolici". Il tribunale aveva dichiarato che il ritiro della puntata rappresentasse un "beneficio non solo per la comunità cristiana, ma per la società brasiliana, che è in gran parte cristiana".

Ma ora, la sentenza della Corte Suprema, cui Netflix aveva fatto ricorso, ha ribaltato completamente la sentenza, annullando la decisione del giudice del tribunale brasiliano. Il presidente della Corte ha sostenuto che lo speciale natalizio abbia tenuto conto della "necessità di rispettare la fede cristiana", aggiungendo che "non possiamo pensare che una satira umoristica abbia la capacità di indebolire i valori della fede cristiana, la cui esistenza risale a più di 2000 anni fa e che è interiorizzata nella convinzione della maggioranza dei brasiliani". Netflix aveva espresso l'intenzione di far ricorso alla Corte, per combattere e difendere "l'espressione artistica".

Commenti

savonarola.it

Ven, 10/01/2020 - 10:28

Con questo papa per il quale tutto fa brodo, ognuno si sente autorizzato a prendersi gioco del cristianesimo è dei suoi simboli.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 10/01/2020 - 10:35

... è certo vorrei vedere se si da dell'omosessuale a maometto, cosa deciderà la corte suprema!

roberto67

Ven, 10/01/2020 - 11:01

I valori della fede non vengono sicuramente indeboliti da una satira senza senso. Però si tratta comunque di un'offesa, che merita una risposta adeguata. Per me la risposta si chiama boicottaggio: non userò mai più servizi Netflix.

alberto_his

Ven, 10/01/2020 - 11:41

Se non vi piace non guardatelo

venco

Ven, 10/01/2020 - 11:47

Tutto in linea con la Bibbia modificata da poco dai bergogliani in cui si dice che Sodoma fu distrutta da Dio perche non accogliente, meditate gente.

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 10/01/2020 - 13:02

Il programma probabilmente si è ispirato a un vangelo apocrifo gnostico, quello segreto di Marco, che lo storico Morton Smith, portò in auge negli anni 70, dicendo di averlo scovato nel 1958 presso il convento ortodosso di Mar Saba, con tanto di documentazione fotografica della pergamena. Smith era omosessuale e un erudito capace di creare un falso. Al di là della veridicità del manoscritto, che storicamente non ha alcuna valenza perché non è più accessibile né è mai stato analizzato da una equipe diversa dal solo Smith, ci si dovrebbe domandare perché oggigiorno tutto è lecito contro i cristiani ma non lo è per le altre religioni. Sulle figure di altri credi nessuno osa a tanto, perché ha paura di perdere la testa. Questo è riassumibile con civiltà progressista, liberale e antropocentrica, all'ombra delle bandiere rosse pacifiste, che disprezza chi comunque non farà nulla se non un po' di protesta, ma tace e si lascia coronare il capo col hijab.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 10/01/2020 - 13:10

La Corte suprema do Brasil confonde i valori bergogliani coi valori cristiani.

frabelli1

Ven, 10/01/2020 - 13:28

Blasfemia!

odisseus

Ven, 10/01/2020 - 13:35

Come mai nessuno fa un film, secondo la regola di liberta' di espressione, sulle porcate vere o di fantasia del fondatore della religione di pace? Il problema e' il progetto di sfasciare i valori base della civilta' europea e latina per fare spazio ad altro, complici i giudici e i politici democratici ed illuminati.

marco m

Ven, 10/01/2020 - 13:35

Che incredibile novita'. Brian di Nazareth dei Monthy Python e' del 1979, Jesus Christ Superstar e' del 1970. Anche voi bacchettoni dovreste darla un'occhiata al calendario, eh?

Libertà75

Ven, 10/01/2020 - 13:44

che facciano la stessa cosa con Maometto e poi vediamo

Ritratto di Leonardo78

Leonardo78

Ven, 10/01/2020 - 14:12

Questa non è satira, è semplicemente ignoranza. Ma nulla rispetto ai LIBRI di BESTEMMIE che si possono comprare su Amazon il BONUS CULTURA.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 10/01/2020 - 16:27

Per una barzelletta ,a Parigi, l'Islam ha ucciso una dozzina di persone. I I Cristiani non riescono neppure a togliere dalla circolazione un inutile film blasfemo. I vertici del Cristianesimo vogliono ancora difendere la propria fede o la lasciano evaporare ?

Ritratto di Willer09

Willer09

Ven, 10/01/2020 - 16:32

se non è reato farlo vedere, non sarà reato neanche dirlo: giusto? allora, bestemmia libere?

tonycar48

Ven, 10/01/2020 - 16:35

Questa vicenda dà la misura dell'inconsistenza della figura di questo Papa e della lenta scomparsa del senso cristiano nel mondo. Accettare o subire certe discutibili "espressioni artistiche" tanto care ai progressisti di tutto il mondo è una resa di fronte all'incalzante e violenta affermazione dell'Islam. Un film simile su Maometto avrebbe scatenato l'inferno in mezzo mondo, se invece il soggetto è Gesù chi se ne frega...anzi

agosvac

Ven, 10/01/2020 - 17:21

Gesù si è "fatto uomo" per salvare l'uomo, non certamente per godersi la vita da omosessuale. Tra l'altro alcuni sostengono che la sua vita da uomo l'abbia vissuto compiutamente, avendo una moglie e diversi figli, anche se questo non è riportato da nessuno dei Vangeli riconosciuti dalla Chiesa.

edoardo11

Ven, 10/01/2020 - 17:24

Il Papa dovrebbe almeno commentare l'accaduto.Il commento non dovrebbe ricadere sui comuni fedeli ma dovrebbe essere fatto dalla massima carica del cristianesimo.

popye

Ven, 10/01/2020 - 17:39

Fu proprio lui a dire:"chi è senza peccato scagli la prima pietra" perciò... Chi è in grado di dimostrare quali erano le sue tendenze sessuali (etero o omo) si faccia avanti! Altrimenti meglio un bel silenzio

caren

Ven, 10/01/2020 - 18:03

Un virus letale si è impadronito dell'umanità, e sta mietendo vittime ad ogni piè sospinto.

maxxena

Ven, 10/01/2020 - 18:19

Sono convinto che primi a dissociarsi da questo tipo di prodotto saranno proprio gli appartenenti della comunità omossessuale, ove forte è la presenza cristiana.Questo non per il genere attribuito, ma per l'uso macchiettistico (di basso livello evidente fin dal trailer)che viene fatto dello sterotipo omossessuale. Chiaramente la mia è solo una opinione, ma ritengo che un prodotto simile sia offensivo per i fedeli di qualsiasi genere essi siano. Propongo loro di fare lo stesso film in version islamica, se il film non risulta offensivo , cosa possono temere?

baio57

Ven, 10/01/2020 - 18:32

@ alberto-his Commento da prima elementare,anzi dell'asilo.

baronemanfredri...

Ven, 10/01/2020 - 18:41

VERAMENTE CI SONO DISEGNI ANTICHI DOVE RITRAGGONO MAOMETTO CON UN GIOVANE MENTRE SENTE LA MUSICA. MI AVETE CAPITO?

ST6

Ven, 10/01/2020 - 19:32

Ritiro? E che è la santa inquisizione? Il nuovo califfato cristiano? Ma va la, ma va la cit.

ST6

Ven, 10/01/2020 - 19:36

venco: "Tutto in linea con la Bibbia modificata da poco dai bergogliani". Eh? Bibbia modificata? Drogati di meno va. Ma tu vedi questo tossico, roba da matti...

PerQuelCheServe

Lun, 13/01/2020 - 17:49

Francamente non ho mai sentito - né sento - il bisogno di fare dell'ironia sulla fede altrui (sia essa religiosa o politica), e non ho particolare stima di chi imposta la propria vita su tale bisogno. Che altri si dedichino assiduamente a questo “sport” mi lascia indifferente, a patto però che non si ammantino di valori come “tolleranza”, “rispetto”, “accoglienza”, “inclusione” e “democrazia”, perché in quel caso sì farebbero davvero ridere.