Il neo ministro imbarazza la Merkel: "L'islam non è parte del Paese"

Scontro a distanza nel neo nato governo tedesco. Il ministro degli Interni: "L'islam non fa parte del Paese". Ma la Merkel: "Ci appartiene"

A Berlino c'è un nuovo ministro degli Interni. Appena insediato Horst Seehofer si è subito messo in aperto contrasto con Angela Merkel. "L'islam non fa parte della Germania - ha scandito il leader dell'Unione cristiano sociale parlando con la Bild - la Germania è stata forgiata dalla cristianità e in questo rientrano le domeniche di festa, e i giorni di festa come Pasqua, la Pentecoste e Natale". Una dichiarazione che fa a pezzi con quanto sostenuto in questi anni dalla cancelliera. Tanto che quest'ultima si è sentita in dovere di intervenire per ribattere: "Sia i quattro milioni di musulmani che vivono nel Paese sia la loro religione, l'Islam, appartengono alla Germania".

Nell'inrtervista alla Bild, il neo ministro Seehofer ha spiegato che "i musulmani che vivono qui sono naturalmente parte della Germania, ma questo naturalmente non significa che a causa di qualche falsa ragione noi abbandoneremo le tradizioni ed i costumi del nostro Paese". Il totolare del ministero degli Interni ha, poi, annunciato di voler convocare una riunione con le associazioni musulmane per discutere dei problemi dell'integrazione. "Dobbiamo sederci intorno a un tavolo e cercare il dialogo e, quando necessario, ampliarlo", ha sostenuto l'ex premier della Baviera. "Il mio messaggio è - ha concluso - i musulmani devono vivere con noi, non vicino a noi o contro di noi. Per raggiungere questo obiettivo, servono una comprensione ed una considerazione reciproca. E possiamo ottenerla soltanto parlandoci l'un l'altro".

Il primo a dire che "l'islam è parte della Germania" fu, nel 2010, l'allora presidente tedesco Christian Wulff, ma la Merkel fece suo il concetto, ripetendolo in più occasioni. Anche oggi, dopo le dichiarazioni di Seehofer, la cancelliera ci ha tenuto a ribadire il concetto. E, sottolineando comunque il carattere del Paese fortemente segnato dal cristianesimo, ha ricordato che "quattro milioni di musulmani vi vivono, esercitando la loro religione in Germania". "Questi musulmani appartengono alla Germania e allo stesso modo la loro religione, l'islam, appartiene alla Germania", ha quindi concluso la cancelliera tedesca in difesa di "un islam coerente con i principi della Costituzione e della convivenza tra le religioni".

Commenti
Ritratto di ohm

ohm

Ven, 16/03/2018 - 16:05

Horst Seehofer ha ragione....e mi displace perchè non ha detto che non fa parte di tutti gli stati europei.......

Tarantasio

Ven, 16/03/2018 - 16:08

mai stati in un paese islamico?

jenab

Ven, 16/03/2018 - 16:17

Horst Seehofer ha perfettamente ragione, è quello che pensano la maggioranza degli euripei, solo che non hanno il coraggio di dirlo

dagoleo

Ven, 16/03/2018 - 16:28

Finalmente qualche non lobotomizzato che incomincia a staccarsi il prosciutto dagli occhi. L'Islam è stato importato in Germania come in Europa da lobby criminali che vogliono sfaldare le radici cristiane del continente. E per tale ragione dev'essere contrastato con il massimo impegno.

VittorioMar

Ven, 16/03/2018 - 16:30

..QUESTO MINISTRO CHE NON CONOSCO HA DETTO UNA COSA GIUSTA :ANCHE LA GERMANIA NASCE DALLA CULTURA GRECA-LATINA-CRISTIANA !!...E COME DICEVA QUALCUNO : EPPUR SI MUOVE ...!!..FORSE INCOMINCIA A MUOVERSI !

Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Ven, 16/03/2018 - 16:33

Horst Seehofer prossimo cancelliere della Germania. Lui h adetto quello che gli altri stati europei hanno paura di dire. PAURA? Le maniere forti ci vogliono. Andate in un paese arabo e vedrete la differenza.

istituto

Ven, 16/03/2018 - 16:48

Mica è un caso che la Merkel ha vinto il premio Kalergi promosso dalla UE............

dagoleo

Ven, 16/03/2018 - 17:04

La storia ricorderà in futuro Frau Merkel come una delle peggiori criminali della storia, per aver perseguito e favorito l'islamizzazione dell'Europa.

Cheyenne

Ven, 16/03/2018 - 17:09

FINALMENTE UNA PERSONA CHE RAGIONA

elcapitan

Ven, 16/03/2018 - 17:24

bravo seehofer

scarface

Ven, 16/03/2018 - 17:29

@istituto: esatto, giusto per riassumere è stato assegnato a: 2010 Angela Merkel, 2012 Herman Van Rompuy, 2014 Jean-Claude Juncker. A pensar male... diceva uno che la sapeva lunga....

Anonimo (non verificato)

Vostradamus

Ven, 16/03/2018 - 18:11

Secondo la merkel, è questa la germania? https://www.huffingtonpost.it/2015/02/18/imam-saudita-terra-ferma_n_6703646.html

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 16/03/2018 - 18:32

La Merkel deve avere incassato dei petroldollari che le fecero vedere le stelle. Inoltre si é formata alla scuola comunista della DDR con un'assurda laurea in astronomia. Da giovane mostrava il seno nudo a tutti. Si fa chiamare col cognome del primo marito abusivamente. Tradiva il suo capo per usurparne il posto, le scelte economiche le ha sbagliate, ma sfrutta l'Italia. Dunque moralmente é una cittadina del mondo... Una poveraccia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 16/03/2018 - 18:37

La Merkel non ha fatto figli. Dunque morta lei, morti tutti.

honhil

Ven, 16/03/2018 - 18:49

Il buonsenso parla per bocca del neo ministro Seehofer, mentre la Merkel continua a recitare pappagallescamente il suo mantra. Ed è solo l’inizio.

Ritratto di libere

libere

Ven, 16/03/2018 - 19:09

L'orrida Kulona comincia a dover fare i conti con le disfatte politiche...

Divoll

Ven, 16/03/2018 - 19:17

BRAVO SEEHOFER !!!

mbrambilla

Ven, 16/03/2018 - 19:32

Bravo il ministro.

opinione-critica

Ven, 16/03/2018 - 19:50

La Merkel ha pagato degli islamici per farsi inchiappettare, la sua foto non è certo nei camion, i camionisti mettono altre foto...solo gli islamici sono "suoi"

acam

Ven, 16/03/2018 - 20:30

voglio vedere se ragionano in germania come ragionano da noi il bianco é nero e viceversa nello stesso discorso...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 16/03/2018 - 20:51

L'ISLAM E' LA RELIGIONE DI SATANA !

Silvio B Parodi

Ven, 16/03/2018 - 21:17

germania e inghilterra si sono lasciate diventare terra islamica, e noi quasi!!!

Altoviti

Ven, 16/03/2018 - 22:52

I tedeschi non riescono a rotamare la Merkel, come le zecche rosse lei si aggrappa al potere e non si schioda più.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 16/03/2018 - 22:53

Ci appartiene? Ma da quando? Da secoli si è sempre combattuto. Poi si è smesso. mMentre loro continuano sempre, ancora adesso. Difatti pensano solo a farci attentati, a invaderci, a distruggerci. Non lo dico io, sono le loro dichiarazioni. Lo dicevano pure al papa, finchè non si è "islamizzato" pure lui. Mai più una parola contro di lui si è sentita. Incredibile, vero?

seccatissimo

Sab, 17/03/2018 - 12:29

Una evoluzione sorprendente ma negativa quella della Merkel ! Mi sembrava un cancelliere molto in gamba, ma ad un certo momento ha dato l'impressione di essere andata fuori del melone ed ha commesso troppi e pure gravissimi e probabilmente irreversibili errori !

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Sab, 17/03/2018 - 22:23

Gianfranco Robe, vedi la Merkel qui se ha una assurda laurea in economia, brutta cosa la ignoranza come la tua: Angela Merkel compì gli studi a Templin e all'Università di Lipsia, dove studiò fisica dal 1973 al 1978. Operò e studiò in seguito all'Istituto Centrale per la Chimica fisica dell'Accademia delle Scienze a Berlino-Adlershof dal 1978 al 1990. Angela Merkel parla correttamente il russo. Dopo aver conseguito il dottorato (Dr. rer. nat.), con una tesi dottorale sulla chimica quantistica, continuò a operare nella ricerca. Nel 1989, Angela Merkel fu coinvolta nel nascente movimento democratico «Il popolo siamo noi» a seguito della caduta del Muro di Berlino, aderendo poi al nuovo partito Risveglio Democratico. Dopo le elezioni libere del 18 marzo 1990, divenne portavoce dell'ultimo governo della Repubblica Democratica Tedesca guidato da Lothar de Maizière.[3]

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Sab, 17/03/2018 - 22:24

Gianfranco Robe, vedi la Merkel qui se ha una assurda laurea in economia, brutta cosa la ignoranza come la tua: Angela Merkel compì gli studi a Templin e all'Università di Lipsia, dove studiò fisica dal 1973 al 1978. Operò e studiò in seguito all'Istituto Centrale per la Chimica fisica dell'Accademia delle Scienze a Berlino-Adlershof dal 1978 al 1990. Angela Merkel parla correttamente il russo. Dopo aver conseguito il dottorato (Dr. rer. nat.), con una tesi dottorale sulla chimica quantistica, continuò a operare nella ricerca. Nel 1989, Angela Merkel fu coinvolta nel nascente movimento democratico «Il popolo siamo noi» a seguito della caduta del Muro di Berlino, aderendo poi al nuovo partito Risveglio Democratico. Dopo le elezioni libere del 18 marzo 1990, divenne portavoce dell'ultimo governo della Repubblica Democratica Tedesca guidato da Lothar de Maizière.[3] SCRIVETE DELLE KAZZATE SENZA CERVELLO.