Noi accogliamo tutti, gli Usa riportano indietro i barconi trovati in mare

Per evitare gli sbarchi da Cuba, la guardia costiera perlustra quotidianamente l'ocenao tra L'Havana e Miami

Se dopo l'ultima terribile strage del Mediterraneo in Italia si discute in primo luogo su cosa fare con gli immigrati e poi quale programma di sicurezza sia meglio fra Mare Nostrum e Triton, negli Stati Uniti le politiche semplici e risolute del governo di Washington non lasciano adito a dubbi né tanto meno a polemiche.

Il metodo degli USA è talmente chiaro da essere conosciuto con il suo soprannome, ovvero “Wet feet, dry feet”, traducibile in “Piedi bagnati, piedi asciutti”. Se un immigrato è intercettato quando ancora si trova in mare, viene immediatamente rispedito a casa. Se riesce a toccare la terra statunitense, ovvero mettere i piedi all'asciutto, può restare fino a che la sua situazione non è esaminata dagli organi competenti che analizzano ogni singola richiesta.

Le possibilità di arrivare sulla costa della Florida (il luogo più vicino a Cuba) sono molto remote data la costante perlustrazione messa in atto dalla guardia costiera americana, la US Coast Guard. Elicotteri, motovedette, grandi e piccole imbarcazioni sono usate quotidianamente dai militari per pattugliare il piccolo pezzo di oceano lungo circa 140 km che separa L'Havana da Miami.

Il flusso di migranti non è paragonabile a quello del Mediterraneo, ma questo anche perché negli ultimi anni il governo statunitense ha fatto capire a suon di respingimenti quanto sia difficile riuscire nell'impresa. Circa quattromila cubani ogni anno cercano di arrivare in Florida via mare, ma la maggior parte, se non la totalità, viene bloccato quando ancora si trova in acqua e riaccompagnato (anche sulle navi stesse della US Coast Guard, se quelle dei migranti sono giudicate non idonee) a Cuba. Lo stesso avviene per i migranti dei paesi caraibici vicini, come Haiti e Repubblica Dominicana, per un totale di circa diecimila tentativi all'anno. E in quasi tutti i casi si tratta di “wet feet”.

Il governo americano stanzia ogni anno circa 1000 milioni di dollari per la US Coast Guard che li utilizza per l'aiuto in mare, il pattugliamento e anche l'invio di navi soccorso verso le zone disagiate come fatto con Haiti durante e dopo il terremoto. Un modo per aiutare le popolazioni in bisogno nei loro luoghi e scoraggiare il tentativo di un pericolosa traversata. L'operazione Mare Nostrum del governo italiano costava circa 200 milioni all'anno, mentre ora il programma Triton dell'Unione Europea ha un costo di 60 milioni di euro.

Quella degli USA è una spesa sostanziosa che però garantisce acque sicure, impaurisce gli scafisti e impedisce l'invasione di disperati pronti a tutto. Anche per questo le nuove politiche di Obama, che ha aperto a Cuba, spaventano i cittadini statunitensi timorosi ora di veder arrivare un flusso crescente di emigranti cubani. Fino ad oggi la politica del “wet feet, dry feet” ha funzionato e soprattutto ha evitato quelle stragi in mare che siamo abituati a vedere nel Mediterraneo.

Commenti

FRANZJOSEFF

Dom, 26/04/2015 - 14:59

BENISSIMO ORA SENTIAMO COSA DICONO GLI AMICI ITALIANI DEL NERO BUFFONE IMBELLE PAGHIACCIO PRESIDENTE AMERICANO.

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Dom, 26/04/2015 - 14:59

Renzi, impara tutto dagli Stati Uniti non solo quello che ti fa comodo!

Blueray

Dom, 26/04/2015 - 15:27

Ad Obama evidentemente riesce ciò che noi non possiamo fare, minacciati come siamo dall'UE e dall'ONU che spadroneggiano, e ci interdiscono ogni azione adducendo la scusa che violeremmo le convenzioni internazionali. E Obama non le vìola? Ecco dunque ciò che sto dicendo da mesi, i forti fanno quel che gli pare e poi si vedrà (vedi Obama, Netanyahu ecc). Per noi invece vale il principio opposto, prima parlarne, convincere tutti, raggiungere la condivisione, poi quando il brodo s'è annacquato semmai agire. Perché? Perché siamo uno Stato, non più sovrano, di politici rammolliti, EURO-ONU-DIPENDENTI, pavidi, vigliacchi, imbelli, smidollati e cacasotto. Mi fermo

Razdecaz

Dom, 26/04/2015 - 16:09

Vorrei che il governo rispondesse alla mia domanda, che è quella di moltissimi italiani. Esisterà un limite per l'Italia all'accoglienza di migliaia e migliaia di persone? Di certo non può venire tutta l'Africa.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 26/04/2015 - 16:24

E,allora, vogliamo continuare con la fola che non si possono fare respingimenti in mare?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 26/04/2015 - 16:57

in america obama è di sinistra, ma questo non ha impedito alla guardia costiera americana di fare il suo lavoro con molta serietà! mica come in italia, dove il presidente renzi e mattarella fanno i scemi a spese degli italiani!!

vince50

Dom, 26/04/2015 - 17:00

Se vengono da queste parti ci sarà pure una ragione,sanno chi siamo dei perdenti segna dignità.

giovaneitalia

Dom, 26/04/2015 - 17:05

Veramente non é una notiziona, lo fanno un pó tutti e non solo gli USA. Ad esempio lo fa la Spagna, il Portogallo, Malta e addirittura la Grecia, oltre ovviamente alla Francia all´Inghilterra e all´Austria, ma nessuno dice nulla. Lo fa l´Italia e tutti gridano che siamo razzisti. Valli a capire!

mila

Dom, 26/04/2015 - 17:06

L'America e' molto piu' forte di Cuba. Magari anche l'Italia ha qualche arma in piu' della Tunisia o degli attuali governi libici, ma non ha sovranita'.

tatoscky

Dom, 26/04/2015 - 17:13

L'abbronzato respinge i barconi, i nostri cxxxxxxi di sinistra accolgono tutti, ma chi cavolo ci governa???

VittorioMar

Dom, 26/04/2015 - 17:17

Qualcuno avverta il Segretario dell'ONU!!Si può fare!!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 26/04/2015 - 17:18

E in questo caso il buffone coreano di nome ban ki moon non ha nulla da ridire??? a noi impone di non respingere i barconi in Libia, agli usa lascia fare! ONU??? mafia multiculturale!

istituto

Dom, 26/04/2015 - 17:20

Io penso una cosa. Che malgrado l'accordo dei paesi UE ovvero l'Italia che si becca un sacco di CLANDESTINI in cambio di quattro soldi,anche a loro andrà male. Nel senso che quando qui ci sarà una qualche MILIONATA di CLANDESTINI, questi in un paese distrutto e senza risorse dovranno per forza riversarsi sugli altri paesi europei , in primis Francia e Germania che tanto hanno fatto per fregarci (con la collaborazione complice delle nostre sinistre e di Alfano e Ncd) ed allora sarà la fine dell'Europa che anche lei si sarà meritata.

pinosan

Dom, 26/04/2015 - 17:27

Tutti i paesi evoluti lo fanno:usa,Austria,Spagna,Australia Canada ecc. Noi abbiamo la Boldrini e Renzi che danno ragione al compagno Morandi.Ci possiamo salvare solo se questo governo cadrà quanto prima.

Ritratto di iostoconsilvio

iostoconsilvio

Dom, 26/04/2015 - 17:40

Ai cubani non fate sapere che noi italiani siamo così deficienti, altrimenti anche loro invece di fare rotta verso la Florida cominciano ad attraversare l'oceano per sbarcare in Italia...!!!

Ritratto di Lupobiagio

Lupobiagio

Dom, 26/04/2015 - 17:42

In Italia i migranti sono merce pregiata: sono la giustificazione per finanziare le coop che si occupano della loro accoglienza e addirittura formazione (!) : vedi scandalo mafia capitale. Inoltre gli stessi, nel frattempo sfruttati a vario modo, sono utili per farli votare, non solo alle primarie ma, appena resi cittadini, anche alle politiche e amministrative. Chissà perchè tanti politici spingono per lo ius soli! Quindi, questa politica fraudolenta non li rimanderà mai a casa! Servono a garantire il futuro a certi politici e la spartizione di fondi pubblici. Il tutto avvallato da ignoranza e superficialità dilagante.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 26/04/2015 - 17:44

Evidentemente l'Europa è "Diversamente democratica" oppure siamo dei "fessi"

killkoms

Dom, 26/04/2015 - 17:49

mica fessi gli yankee!anche perché quelle pochissime volte che hanno aperto le porte verso cuba,i cubani hanno mandato"immondizia sociale"(carcerati per reati comuni,ecc.)!

glendale

Dom, 26/04/2015 - 17:59

Respingete i barconi, e fermerete questa ecatombe disumana voluta da "commercianti di corpi umani" e da terroristi organizzati per distruggere l'occidente e tutte le altre religioni!!E' chiaro a tutti coloro che hanno una testa che ragiona, che Il governo italiano e' guidato da un grande incapace alla guida di una armata di "Brancaleone" Avete annientato Berlusconi e il suo originale partito, ma state affogando nella melma che voi stessi avete creato!!!

Raoul Pontalti

Dom, 26/04/2015 - 18:02

Torno sull'argomento dedicando il commento al confratello mio Menabellenius. Non si possono confondere (anche se c'è chi anche in campo lo fa) Ebola con la malaria per la comunanza di alcuni sintomi (e di zone geografiche talvolta) e non si possono quindi confondere situazioni diverse come quella dei fuggitivi cubani da un lato e i migranti dalla Libia dall'altro. Tra USA e Cuba esistono specifici accordi che invece non esistono tra Italia (e UE) con la Libia attuale, sui barconi cubani si trovano solo cubani che vengono da Cuba, sui barconi dalla Libia per lo più si trovano persone in fuga da guerre e dalla miseria di paesi diversi dalla Libia. Tantum sufficeat ad comprehensionem...

glendale

Dom, 26/04/2015 - 18:03

Per FRANZJOSEFF ---In italia, finche' esistono cervelletti come il tuo, non ci sara' mai una sana democrazia.......vergognati individuo da commiserare e da dimenticare.

montenotte

Dom, 26/04/2015 - 18:16

Chissà perché gli USA possono farlo e nessuno dice niente, mentre noi no. Forse perché gli americani sono una potenza nucleare e l'Italia una repubblica delle banane.

glendale

Dom, 26/04/2015 - 18:47

Respingete i barconi, e fermerete questa ecatombe disumana voluta da "commercianti di corpi umani" e da terroristi organizzati per distruggere l'occidente e tutte le altre religioni!!E' chiaro a tutti coloro che hanno una testa che ragiona, che Il governo italiano e' guidato da un grande incapace alla guida di una armata di "Brancaleone" Avete annientato Berlusconi e il suo originale partito, ma state affogando nella melma che voi stessi avete creato!!!

tuttoilmondo

Dom, 26/04/2015 - 19:08

Il problema non sono l'America, la UE o l'Africa, il problema sono gli utili idioti. Basterebbe cancellare un paio di partiti dalla scena politica e tutto andrebbe a posto. E così facile. Ma gli utili idioti sono tanti, sono tantissimi, sono troppi. E votano, purtroppo.

aitanhouse

Dom, 26/04/2015 - 19:12

noi continuiamo a fare paragoni , a sentire questo o quello, a perdere tempo e soldi con quella squinternata banda di imbecilli che ,sempre più tronfia ed arrogante,governa l'europa; ma volete capire che è tutto inutile? volete rendervi conto che ci riempiranno di migranti a tal punto che non potremo più vivere nelle nostre case? non avete capito ancora che questi aspettano solo il post-elezioni per passare alla requisizione delle case libere per assegnarle ai clandestini? mandiamoli a casa con una sonora sconfitta elettorale alle regionali! cominciamo da qui, prima che sia troppo tardi.....

elpaso21

Dom, 26/04/2015 - 19:29

Più che logico, i barconi andrebbero rimorchiati in Libia, quello che avviene dopo non è un problema nostro ma di chi questo problema lo ha creato e non siamo noi, intendiamoci, bisogna aiutare questi paesi e la solidarietà è necessaria, prima però bisogna evitare di trasformare il nostro paese in una bidonville.

Klotz1960

Dom, 26/04/2015 - 19:36

E che noi siamo governati dalla sinistra e dall ue, entrambi non eletti, e difendere territorio ed identita' e' quindi un crimine, fascista per la sinistra e nazionalista per l Ue. Povera Italia.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 26/04/2015 - 19:39

I COMUNISTI, PER CUI ANCHE IL PD E I GRILLINI, PLAUDEVANO AD OBAMA SOLO PERCHE' DI COLORE; IL RESTO SONO SOLO "canzonate"; speriamo di buttarli a mare insieme ai loro falsi ideali di giustizia che non se ne vede nemmeno l'ombra ma si vedono i danni verso i poveri e gli emarginati Italiani. Shalòm e Forza Italia avanti con fiducia e costanza.

JoelRiv

Dom, 26/04/2015 - 21:20

Correzione: "The wet foot, dry foot policy" e solo per i cubani dopo un accordo Castro Clinton dal 1995 dopo che oltre 33 mila cubani hanno provato ad arrivare nelle coste USE molti di loro sono stati portati alla base navale americana di Guantanamo, a cambio clinton ha offerto ai cubani una lotteria speciale di 20 mila visti annuali piu quelli di riunificazione familiare.

JoelRiv

Dom, 26/04/2015 - 21:25

Oltretutto i cubani godono del beneficio del The Cuban Adjustment Act una legge che gli da residenza ai cubani al anno e 1 giorno de essere negli USA. Oggi pocchi cubani provano ad arrivare via mare nelle coste della Florida, quasi tutti stanno arrivando per la frontiera messicana.

JoelRiv

Dom, 26/04/2015 - 21:33

Qui negli USA esistono 12 milioni di illegali che ne Republicani ne Democrata sanno come arrivare a una riforma migratoria, e adesso esiste la situazione della emigrazione illegale dall'Europa sopra tutto ITALIANI e Spagnoli che arrivano senza visti e poi restano qui illegalmente. Non ostante il governo USA offre una lotteria di visti internazionale "Diversity Immigrant Visa" che offre 50.000 con eccezione di 13 paesi, oltre a diversi tipi di visti di lavoro temporale ed specializzato. Quindi dovete ancora imparare molto...

Raoul Pontalti

Dom, 26/04/2015 - 21:43

Tutte balle! la legge dei piedi asciutti-piedi bagnati è un'infamia concepita a suo tempo per scardinare il sistema castrista: anziché dare i visti all'ambasciata USA all'Avana si promise l'accoglimento indiscriminato degli esuli cubani (autentici delinquenti compresi) che fossero giunti a sbarcare negli USA inducendo così migliaia di persone a fuggire via mare e a centinaia affogare come topi. Lo scopo evidente di siffatta trovata normativa era di fomentare disordini a Cuba. Col tempo invece si mutò politica, rimase (e rimane) la legge ma furono stretti accordi migratori con Cuba in virtù dei quali Cuba non "liberava" e "inviava" criminali da un lato e dall'altro non avrebbe punito gli esuli intercettati in mare dagli USA e rispediti. E' quindi sulla base di accordi tra USA e Cuba che gli esuli rintracciati in alto mare vengono riportati a Cuba dopo essere stati soccorsi se necessario e questo non è respingimento, che si attua alle frontiere non in alto mare.

speranzoso69

Dom, 26/04/2015 - 21:47

visto che queste persone fuggono dai loro paesi,perchè non dividerli per età,per nazionalità e sistemare quelli abili, nelle caserme abbandonate quindi addestrarli militarmente a spese delle comunità internazionali e poi spedirli nei loro paesi per combattere contro i loro oppressori ridando un nuovo futuro alle loro nazioni di appartenenza.

acam

Dom, 26/04/2015 - 22:39

solo i nostri interessi e pernacchie chi ci critica

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Dom, 26/04/2015 - 23:04

potremmo anche essere un po' meglio degli USA per una volta...senno' copiamo il modello di integrazione tedesco degli anni '30 ... perche' loro hanno potuto fare i campi di concentramento e noi no?

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 26/04/2015 - 23:06

basta riaccompagnare 2 barconi, dopodichè nessuno piu' butterà al vento 3000 dollari per inbarcarsi. quello che fanno gli altri paesi che non vogliono essere invasi è questo, succede in tutto il mondo....ma evidentemente qualcuno qui lo vuole per interesse.

bret hart

Dom, 26/04/2015 - 23:52

ma gli u s a sono un paese civile e serio mica questa italietta allo sbando chi l a rovinata? i cattocomunisti noi siamo come il burundi

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 26/04/2015 - 23:55

L'incoscienza della sinistra e dei suoi stolti seguaci, ottenebrati dalla infantile commedia del buonismo umanitario, non si rendono conto che l'accoglienza indiscriminata di migliaia di persone è come la falla in una nave. STIAMO AFFONDANDO E TRA NON MOLTO L'ACQUA ARRIVERÀ ALLA GOLA DI TUTTI. IL CULTURAME ROSSO CI STA UCCIDENDO.

Marcolux

Lun, 27/04/2015 - 02:31

Non l'ha certo deciso Obama. La legge esisteva già da prima. Sono stati i repubblicani e non certo il cioccolatino islamico Obama.

seccatissimo

Lun, 27/04/2015 - 04:31

x BLUERAY Hai perfettamente ragione ! Condivido totalmente quanto affermi !

seccatissimo

Lun, 27/04/2015 - 04:50

x RAZDECAZ Da tantissimi anni faccio e continuo a fare la stessa domanda uguale alla tua ai vari governi e ministri italiani, ai politicanti, ai sindaci, ai buonisti a tempo perso, agli emuli della baldracchini, agli amanti del pluriculturismo, agli islamofili, in pratica a tutti gli antiitaliani ipocriti che vorrebbero far entrare in Italia tutti, cani e porci compresi ! Mai avuto una risposta, mai avuto alcun riscontro alla mia richiesta di delucidazioni in merito. Evidentemente sono tutti cazzari, ipocriti vigliacchi, buffoni !

NON RASSEGNATO

Lun, 27/04/2015 - 07:41

In America non hanno coop rosse.

eternoamore

Lun, 27/04/2015 - 07:48

RESPINGIAMOLI E RIPORTIAMOLI INDIEYRO CON MEZZI DI SOSTENTAMENTO

umberto nordio

Lun, 27/04/2015 - 07:52

Gli USA sono uno Stato,noi una barzelletta.

umberto nordio

Lun, 27/04/2015 - 08:00

Caro Giovaneitalia,non siamo razzisti,anche ci stanno facendolo diventare,ma quello che è certo è che siamo dei pirla.

dementina1

Lun, 27/04/2015 - 08:26

IN AMERICA NON CI SONO LE COOP CHE GUADAGNANO MILIONI SULLA PELLE DEGLI EMIGRATI.FINCHE CI SARANNO LORO ENTRERANNO A FLOTTE + NE ARRIVANO E + GUADAGNANO EVVIVA LA SINISTRA

paci.augusto

Lun, 27/04/2015 - 08:35

Normale comportamento di una nazione VERAMENTE DEMOCRATICA, che non ha massicce presenze di disonesti sinistri, e, come TUTTI I PAESI CIVILI DEL MONDO, contrasta veramente l'immigrazione clandestina!! Anche se, proprio in questo caso, si tratta di poveracci che cercano di sfuggire alla miseria della dittatura comunista di Cuba!! Riflettete compagni!!!

pgbassan

Lun, 27/04/2015 - 08:36

Pinocchio, prendi il buon esempio (l'unico) che da l'abbronzato.

killkoms

Lun, 27/04/2015 - 20:24

@pinox,ai tempi di gheddafi lo abbiamo fatto!sai come è finita?la scacra corte europea,su istigazione di paseudoitaliani,ci ha condannato e dulcis in fundo la nostra balda magistratura ha mandato a processo dei membri delle forze dell'ordine(rei di aver scortato i barconi in libia)per violenza privata|