La nuova fortezza volante delle armate americane

L’Arsenal Plane sarà un grande caccia bombardiere strategico che svolgerà il compito di arsenale volante in grado di fornire munizioni ai caccia americani

Il B52 è ormai un veterano delle forze militari Usa. Sin dalla sua introduzione nell’aeronautica militare durante la Seconda Guerra Mondiale, il B52 Stratofortress è stato il migliore bombardiere strategico sul pianeta, in grado di trasportare quantità di munizioni e armi inverosimili. Con una capacità massima di 35 tonnellate è capace di trasportare senza problemi 10 elefanti adulti.

Con una varietà di diverse configurazioni, il B52 è in grado di viaggiare con 9 missili, bombe o mine sulle ali, e un ulteriore arsenale formato da 27 armi a medio-corto raggio o 8 missili guidati. Tutti questi anni di leale servizio e l’indubbia capacità di trasportare quantità enormi di armi, che sono valse al B52 il titolo di “king of the skies”, non sono serviti, però, al bombardiere americano il quale sta per essere sostituito dal governo americano da un progetto conosciuto come “the arsenal plane”.

Il segretario della Difesa Ash Carter a rivelato l’esistenza di questo progetto, spiegando che è nato dalla necessità di dare un appoggio con un mezzo più rapido e tecnologico del B52 ai nuovi caccia di quinta generazione F35. L’idea dell’Arsenal Plane viene dalla marina militare che negli anni novanta aveva provato a sviluppare lo stesso concetto con un’Arsenal Ship, grandi navi transoceaniche riempite fino all’orlo di silo armati con missili a lungo raggio. Il progetto alla fine non andò in porto ma vennero costruiti 4 sottomarini Ohio-class in grado di trasportare fino a 154 Tomahawk cruise missiles (missili guidati a medio raggio), che si sono in seguito rilevati estremamente importanti come armi tattiche ad alta precisione.

L’Arsenal Plane dunque, sarà un grande caccia bombardiere strategico, in grado di rifornire carburante ai caccia F35 in volo, con l’abilità di colpire con armi a lungo raggio obbiettivi tattici, ma sopratutto svolgerà il suo compito principale come arsenale volante in grado di fornire munizioni ai caccia americani. Gli F35 appunto, hanno un punto debole, ovvero la capacità di trasportare armi e munizioni. La pancia degli F35 non è grande abbastanza per trasportare un numero sufficiente di munizioni per motivi aerodinamici e qualunque arma posizionata all’esterno dell’aereo rende il velivolo più facilmente identificabile dai radar nemici. Il ruolo principale dell’Arsenal Plane, quindi, sarà di trasportare le munizioni e le armi per i caccia che non riescono a trasportarle da se.

Il sostituto del B52, non svolgerà un ruolo solo di supporto, ma avrà anche un parte da giocare nell’offensiva dell’aeronautica americana. Armato con i Jassm (Joint air to surface standoff missile) missili a lungo raggio da utilizzare dalle retrovie contro le contraeree nemiche o con i Pgb (Precision guided bombs) da utilizzare attaccando zone come l’Afghanistan o l’Iraq dove le difese contraeree sono limitate o non esistenti, l’Arsenal Plane potrebbe diventare uno dei mezzi tattici più importanti della Us Airforce.

L’unica cosa non chiara del progetto Arsenal Plane è quale aereo vuole usare il Pentagono come modello base. Il segretario della Difesa a semplicemente spiegato che “si tratta di uno dei modelli più vecchi ancora in utilizzo”. Tutti gli indizi dunque supportano la teoria di un B52 pesantemente modificato e modernizzato, il quale ha già dimostrato la capacità di supportare missili a lungo raggio, rifornire carburante in volo e ha le dimensioni per contenere 8 missili Jassm nella pancia più un’altra dozzina sulle ali. Alcune speculazione però spiegano come il C130 Hercules potrebbe essere convertitio nell’Arsenal Plane invece del B52 per motivi più che altro finanziari.

Cosa più importante, dunque, è che l’Arsenal Plane dovrà essere economico, insinuando che potrebbe semplicemente rivelarsi una versione aggiornata e modificata di una piattaforma esistente tipo il B52 o il C130 invece che un aereo completamente nuovo. Le tasche del Penatgono al momento non sono affatto profonde e insieme all’ammodernamento in corso dell’intera flotta aeronautica non ci sono troppi finanziamenti disponibili per il progetto Arsenal Plane. Gli acquisti di alcuni F35, KC46 Pegasus airborne tanker, Long Range Strike Bomber e TX jet trainer, non lasciano molto budget a Washington per la sua nuova fortezza volante. La sua importanza tattica e strategica, però, potrebbe spingere il governo Usa a forzare la mano per investire qualche dollaro in più nel progetto.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/06/2016 - 15:31

il declino americano ormai si esprime anche in campo militare dove la corruzione sistemica delle collusioni politica-apparato militare porta a inefficienze sempre più macroscopiche