Nuovo attacco del Califfato, hackerati profili Twitter

Lo Stato Islamico attacca anche dal web e lo fa hackerando migliaia di profili appartenenti a membri di Fbi e Cia

Dopo la rivendicazione dell'attentato all'aereo caduto nel Sinai. Lo Stato Islamico, dopo aver attaccato il nemico russo, ha sferrato un attacco diretto e chiaro agli Stati Uniti e all'Occidente lo ha fatto attraverso jihadisti-hacker.

Un altro attacco all'Occidente. Dal web e in particolare dal social network Twitter, gli uomini del Califfato hanno ammesso e rivendicato di aver hackerato 54.000 account. Tra questi molti capi di Cia, Fbi e altre famose agenzie americane. La notizia arriva dal cosidetto Cyber Califfato, che oltre a comunicare la notizia ha condiviso online molti numeri telefonici appartenti a figure importanti dell'intelligence occidentale. Come riporta il Daily Mail, pare che la ritorsione sia dovuta all'uccisione di due jihadisti britannici ordinata dal governo Cameron e avvenuto con un drone nell'agosto scorso.

Commenti
Ritratto di Dobermann

Dobermann

Dom, 08/11/2015 - 19:54

Si, ci crediamo! Un manipolo di cazzoni che riescono a improvvisarsi hackers. Ma per favore! Certe notizie non le date, fate la figura dei pirla!

RG28

Lun, 09/11/2015 - 05:31

Hackerando? Hackerato?....ma non sapete piu' scrivere in italiano!!!