"Obiettivi non raggiunti". E l'azienda fa gattonare le lavoratrici in strada per punizione

L'umiliazione pubblica in strada per alcune lavoratrici di un'impresa cinese

Alcune lavoratrici di un'azienda di cosmetici sono state costrette a gattonare per strada per punizione perché non avevano raggiunto gli obiettivi prefissati. L'assurdo episodio a Tengzhou, in Cina, è stato riportato da The Epoc Times ed è stato immortalato da un video che sta facendo il giro del web, indignando.

Nel filmato, infatti, si possono vedere alcune donne muoversi carponi sulle ginocchia, scortate da alcune macchine e guidate nella loro "camminata della vergogna" da un uomo che regge la bandiera dell'azienda.

A quanto si legge, a bloccare la pubblica umiliazione ci hanno pensato i cittadini e passanti che hanno assistito alla scena: alcuni testimoni, infatti, hanno chiamato le forze dell'ordine, chiedendo loro di fermare quella sadica punizione. E così è stato: gli agenti sono intervenuti e hanno scritto le parole fine alla disdicevole vicenda.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 18/01/2019 - 13:37

Anche questo fa parte degli indiscussi vantaggi del KOMUNISMO,per il quale tanti caproni,anche qui,continuano a tifare.

Giorgio Colomba

Ven, 18/01/2019 - 13:59

Capito come fa a crescere il Pil nel paradiso comunista?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 18/01/2019 - 15:57

Beh, ci vorrebbe nel pubblico ufficio italiano, sai che coda ahahahahahahah!