Olanda, l'Olocausto di Anna Frank diventa un gioco

La grottesca idea nasce proprio in Olanda

Si chiama 'Escape bunker' il nuovo gioco che ha destato scandalo in Olanda. I gestori dell'Escape Bunker di Valkenswaard, cittadina a 130 Km da Amsterdam, di ricreare il tristE "alloggio segreto" in cui Anna Frank e la sua famiglia si nascosero durante l'occupazione nazista.

Il gioco consiste nel farsi rinchiudere in una stanza blindata e tentare di uscirne il più presto possibile per sfuggire ai tedeschi, risolvendo gli enigmi che man mano si incontrano. Il tutto mettondosi nei panni di Anna Frank. Gli ideatori dell'iniziativa la definisco "un'esperienza educativa", ma non si è fatta attendere la reazione dell'Anne Frank Museum di Amsterdam, che ha fermamente condannato il gioco, ricordando che quell'alloggio è diventato uno dei luoghi simbolo della persecuzione degli ebrei. Nel 1945 Anna Frank morì nel campo di concentramento di Bergen-Belsen, dopo che i nazisti avevano fatto irruzione nell'alloggio deportando lei e i suoi familiari.

Commenti

buri

Sab, 19/03/2016 - 10:46

neanche una morte orecoce divuta all'idio razziale riesce a metterti a riparo della stupidità umana, p bergopgnodo tale mancanza di rispetto nei conftonti di quella povera bambina che aveva un'unica colpa ERA EBREA

franco-a-trier-D

Dom, 20/03/2016 - 09:05

STRANO CHE NON METTETE MAI L'OLOCAUSTO PALESTINESE DI BAMBINI MASSACRATI DALLE BOMBE ISRAELIANE FORSE ERANO TERRORISTI? O PATRIOTI? NOTO GIORNALISTI EBREI CAPISCO...

franco-a-trier-D

Dom, 20/03/2016 - 09:05

STRANO CHE NON METTETE MAI L'OLOCAUSTO PALESTINESE DI BAMBINI MASSACRATI DALLE BOMBE ISRAELIANE FORSE ERANO TERRORISTI? O PATRIOTI? NOTO GIORNALISTI EBREI CAPISCO.....