Orrore Isis, decapitati quattro bimbi cristiani: non volevano convertirsi

Gli uomini del Califfato impongono la conversione forzata per i Cristiani che trovano sui territori occupati: per chi rifiuta l'alternativa è la morte

Non cessa di allungarsi, la lista dei delitti imputabili all'Isis: questa volta i tagliagole del Califfato avrebbero decapitato quattro bambini cristiani dopo che si erano rifiutati di convertirsi all'islam. Quattro piccoli martiri immolati per la loro fedeltà alla fede cristiana, mantenuta anche a costo della vita.

A rivelare l'orribile storia, riportata tra gli altri da The Mirror, è stato Cannon Andrew White, religioso britannico residente a Baghdad. Secondo White la barbarie sarebbe andata in scena in un'enclave cristiana vicino alla capitale irachena, recentemente caduta nelle mani degli uomini del Califfato.

"Le cose hanno iniziato a mettersi male a Baghdad, ci sono stati bombardamenti e sparatorie; hanno iniziato ad uccidere i cristiani e così molti di loro hanno iniziato a fuggire verso Ninive, da dove molti provenivano - spiega il religioso - Era più sicuro ma un giorno sono arrivati quelli dello Stato Islamico e hanno dato il via a una vera e propria caccia all'uomo. Ne hanno ammazzati moltissimi, hanno squartato i bimbi in due tagliando loro la testa."

In molti sono stati posti di fronte alla terribile alternativa tra la conversione e la morte. "Uno mi ha chiamato - racconta White - e mi ha chiesto se Gesù avrebbe smesso di amarlo se avesse pronunciato la formula di abiura. Gli ho risposto che Gesù lo avrebbe amato per sempre."

I quattro bambini, tutti di età inferiore ai quindici anni, hanno risposto di no, che avrebbero seguito Cristo fino alla morte. E per questo hanno pagato con la vita.

Commenti
Ritratto di apasque

apasque

Lun, 08/12/2014 - 18:08

Ma, di fronte a questi fatti tragici e bestiali, con quale coraggio il Papa va ad incontrarsi con il Gran Muftì e, toltosi le scarpe, prega nella Moschea Blu? Gli hanno detto che i soci del Muftì hanno decapitato dei bambini? Che razza di consiglieri accompagnano il papino???Da cristiano e da laico sono semplicemente stravolto. Poi ieri ha dichiarato la sua solidarietà ai cristiani perseguitati e trucidati di Mosul. Solidarietà? "Il Papa è con voi?". Ma papino, il "tuo linguaggio sia sì, sì, no, no", cioè non si sia ambigui! Si sia coerenti! Dove é finito? Che qualcuno mi spieghi!

il nazionalista

Lun, 08/12/2014 - 18:27

E quale sarà la reazione dell' europa e dell' occidente cristiani?? Ingresso libero e senza condizioni a migliaia e migliaia di mussulmani, costruzione di moschee a gogò, adozione del menu islamico in tutte le mense e scomparsa del Crocifisso e dei Simboli del Cristianesimo dai luoghi pubblici!! I massacratori e i tagliagole maomettani(come i persecutori di tutti i tempi) non potrebbero compiere tante stragi e sterminii senza l' AIUTO DI TANTI KAPO'!!!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 08/12/2014 - 18:43

Orribile. Continua la tragica caccia agli infedeli da immolare con morte violenta. Neanche gli animali da macello subiscono queste orrende atrocità. Ancora più orribile perché inferte a bambini indifesi. Xché l'occidente deve consentire tutto questo? I bombardamenti USA e Britannici che fine hanno fatto? L'ONU cosa aspetta a promuovere una seria presenza militare con compiti non solo di pace ma autorizzata al combattimento pesante? Cosa dobbiamo aspettare che comincino la caccia e i tagli di testa a casa nostra? Europa e USA ma anche Russia e Cina svegliatevi per evitare che si degeneri in un conflitto incontrollabile prima che sia troppo tardi. - saluti

barbaragiovanna

Lun, 08/12/2014 - 18:57

apasque, hai detto cose sacrosante! Il dialogo, il confronto: non sono questi i mezzi con cui poter far fronte alla persecuzione dei cristiani! Continuiamo a stendere tappeti rossi a questa religione della morte... arriveranno tempi sempre più bui.

Tobi

Lun, 08/12/2014 - 19:31

apasque, prima di accusare il Papa, perché non si chiede chi ha armato l'Isis? Chi gli ha consentito di avere questo potere? Sappia che l'Italia contribuisce all'esportazione di armi verso questi paesi in misura del 9% rispetto agli altri paesi occidentali cosiddetti civili. E grazie a queste armi fornite da USA, Europa e forse anche Russia che ora questi barbari e vigliacchi dell'Isis hanno preso il comando in Siria e Iraq. Che c'entra il Papa? Se la prenda con chi fornisce le armi, Italia inclusa.

Ritratto di IlBurlone

IlBurlone

Lun, 08/12/2014 - 19:34

Sfortunatamente Obama li ha armati così tanto da permettere loro di imperversare per anni.

killkoms

Lun, 08/12/2014 - 20:21

ditelo al papa!

Ritratto di Chichi

Chichi

Mar, 09/12/2014 - 10:58

Tutto si tiene, compresa la totale indifferenza del mondo occidentale per il martirio di migliaia di cristiani e per la disperata fuga di centinaia di migliaia di essi, senza sapere dove andare. Per loro non ci sono «mare nostrum», pietosi, che vadano a prenderli. Tutto si tiene, compresa la voluttà di auto distruzione di quet’Occidente, iniziata con il deliberato rifiuto del principale elemento che lo ha fatto grande, il cristianesimo. Chi si interroga su quanti siano i tagliagole che ci portiamo a casa insieme a quelli andiamo a prendere solo, forse, allo scopo di ingrassare il fior di galantuomini, i «diversi», che si arricchiscono sulla sciagura e la miseria degli altri. Che i bambini e i ragazzini quella gente li usi come scudi per le loro imprese , lo sappiamo. Ne hanno in abbondanza; le loro donne le tengono sempre incinte. Sterminare i nostri pochi figli è solo una tecnica di guerra.

gio 42

Mar, 09/12/2014 - 14:33

Buonasera, tutte queste proteste e messaggi di sdegno sono più che giustificati. Ma questo problema, il problema dell'islam in generale nasce da molto lontano. Nasce molti anni fa. Nasce con una visione e da un racconto volutamente errato della storia medievale a cui tanta gente con fini ben precisi, che nulla avevano a che vedere con la storia e gli eventuali errori commessi, speculò sopra. Naturalmente l'indifferenza e il pressapochismo della gente apri la strada a questi satana moderni che fanno della religione lo strumento per dare sfogo ai loro istinti bestiali. Speriamo che qualcuno si ravveda e cerchi di porre fine a questo martirio di povera gente, che ha l'unica colpa di essere nata nel posto sbagliato. Saluti

buri

Mar, 09/12/2014 - 15:19

non ci sono alternative, vanno combattuto ed annientati, e non mi si venga a parlare i eucumenismo e di tolleranza, sono peggio delle bestie, non li voglio chiamare selvaggi, sarebbe un offesa per u selvaggi ancira esistenti sulla terra