Il Papa ai giovani: "Sognate e non accettate l'odio tra i popoli"

Nella messa di chiusura della Giornata Mondiale della Gioventù Papa Francesco ha esortato i ragazzi a non rinchiudersi nella tristezza. La prossima Gmg si terrà a Panama nel 2019

"A Gesù non importa cosa indossi o quale cellulare usi. A Lui importi tu. Ai suoi occhi hai un valore inestimabile". Con queste parole Papa Francesco saluta i tantissimi giovani che hanno partecipato alla Giornata mondiale della Gioventù di Cracovia. Durante la messa di chiusura al Campus Misericordiae il Papa ha anche annunciato che la prossima Gmg si terrà nel 2019 a Panama, tra la gioia dei ragazzi panamensi che hanno fatto sventolare una enorme bandiera del loro paese.

Nel pomeriggio Francesco incontrerà di nuovo i ragazzi per un saluto finale alla Tauron area, il palazzo dello sport della città inaugurato nel 2014 che può accogliere circa 15mila persone. "Potranno giudicarvi dei sognatori perché credete in una nuova umanità - ha detto il Papa -, che non accetta l'odio tra i popoli, non vede i confini dei Paesi come delle barriere e custodisce le proprie tradizioni senza egoismi e risentimenti. Non scoraggiatevi: col vostro sorriso e con le vostre braccia aperte voi predicate speranza e siete una benedizione per l'unica famiglia umana, che qui così bene rappresentate".

Bergoglio ha esortato i ragazzi a non rinchiudersi nella tristezza: "Affezionarci alla tristezza non è degno della nostra statura spirituale. E' anzi un virus che infetta e blocca tutto, che chiude ogni porta, che impedisce di riavviare la vita, di ricominciare". "Questo è il segreto della gioia - aggiunge Francesco -: non spegnere la curiosità bella, ma mettersi in gioco, perché la vita non va chiusa in un cassetto. Davanti a Gesù non si può rimanere seduti in attesa con le braccia conserte; a Lui, che ci dona la vita, non si può rispondere con un pensiero o con un semplice 'messaggino'".

GUARDA la gallery

Bergoglio ha invitato i giovani a portare tutte "le debolezze, le fatiche e tutti i peccati" nel confessionale, senza "vergogna paralizzante": "Dio saprà sorprendervi con il suo perdono e la sua pace". "Fidatevi del ricordo di Dio: la sua memoria non è un 'disco rigido' che registra e archivia tutti i nostri dati, ma un cuore tenero di compassione, che gioisce nel cancellare definitivamente ogni nostra traccia di male".

Infine un monito contro la droga e contro il doping: "Non lasciatevi anestetizzare l'anima, ma puntate al traguardo dell'amore bello, che richiede anche la rinuncia, e un 'No' forte al doping del successo ad ogni costo e alla droga del pensare solo a sé e ai propri comodi".

Commenti

venco

Dom, 31/07/2016 - 13:19

Non siamo noi di cultura cristiana che portiamo odio verso gli altri.

Klotz1960

Dom, 31/07/2016 - 14:23

L'ultima del Papa argentino al cortisone: "A Gesu' non si risponde con un sms". Veramente affascinante, e' proprio un personaggio, batte la famosa "Chi sono io per giudicare?" sui gay. Mi raccomando, continuate a dargli le prima pagine. Sono l'unica cosa che gli interessa.

ziobeppe1951

Dom, 31/07/2016 - 14:41

Il solito venditore di fumo

Vigar

Dom, 31/07/2016 - 16:05

@ Klotz 1960 - 14:23- Concordo, gli stanno dando troppo spazio e lui più si va avanti e più si carica....E' delirio da palcoscenico.

Sabino GALLO

Dom, 31/07/2016 - 16:35

Il problema di un linguaggio insolito, nel quale spesso non si capisce il legame fra le varie parole, costituisce un problema per tutti. In parole povere : cosa devono fare i fedeli di buona volontà che lo ascoltano, per potersi riaffermare come buoni cristiani?

nopolcorrect

Dom, 31/07/2016 - 16:46

Banale, come al solito. Nessuno vuole l'odio fra i popoli.Io non odio i miei condomini, alcuni dei quali mi stanno pure simpatici, ma OGNUNO A CASA SUA. E' chiaro? Quaesto è il punto. Basta con questi tweet, Bergoglio li lasci a Renzi.

conviene

Dom, 31/07/2016 - 17:46

Mi fate pena. solo insulti a Papa Ma così' insultate il milione e 600 mila giovani che erano con lui. contate meno di zero poveri babbei

@ollel63

Dom, 31/07/2016 - 17:50

rinchiudete in galera questo papa, "capito"!!

@ollel63

Dom, 31/07/2016 - 17:54

che vergogna di papa! Mandatelo via.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 31/07/2016 - 18:13

Il più scafato recitante apparso finora sul trono di Pietro, che può auto assegnarsi con diritto il merito di avere in tre anni di regno contribuito in modo determinante alla realizzazione dell'infame Piano Kalergi che ha portato alla conclamata terzomondializzazione dell'Europa. Sotto la duplice spinta della disinformazione e del rimbecillimento umanitario operato dai mezzi di comunicazione di massa, che gli fanno da grancassa, questo sommo manipolatore ha insegnato agli europei a rinnegare le proprie origini, disconoscendo la propria identità etnica, usando in modo improprio la religione cattolica.

Ritratto di gino5730

gino5730

Dom, 31/07/2016 - 18:25

Con tutto il rispetto e la pietà per quei poveri morti ammazzati,ma il comportamento e i discorsi di Franceschiello in Polonia è la saga delle banalità.

manolito

Dom, 31/07/2016 - 19:00

i piani alti del clero sono tutti sulla stessa lunghezza d onda di stanlio -vita da pascià ogni tanto una scappata in banca a vedere le donazioni una benedizione settimanale non di più altrimenti si stancano un giretto per il mondo quello danaroso non povero--loro amano i poveri cosi li moltiplicano--- bergoglio e soci bella la vita cosi eh---

Valex

Dom, 31/07/2016 - 19:18

belle parole...ma con il periodo attuale risultano banali e anacronistiche. Come ormai da tempo anche questo Papa risulta inutile ed assolutamente non concreto.

opinione-critica

Dom, 31/07/2016 - 22:02

Tra le tante inutili chiacchiere poteva anche dire cosa pensa sul fatto che i cristiani sono perseguitati e odiati. Fedeli andate al massacro con amore

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/08/2016 - 10:38

La forma più pericolosa di odio è quella di chi vuole distruggere culture diverse attraverso il meticciato.