Papa Francesco: "Non rassegniamoci a un Medio Oriente senza cristiani"

Nell'apertura del Concistorio Ordinario Pubblico le parole del Papa si sono a lungo soffermate sulla difficile situazione del Medio Oriente e sulle persecuzioni dei cristiani

Non ci si può rassegnare a un'idea di un Medio Oriente senza la presenza dei Cristiani. Lo dice con forza Papa Francesco all'apertura di oggi del Concistoro Ordinario Pubblico, cui partecipano anche i vescovi di quelle travagliate regioni.

"Ci accomuna - ha detto Papa Bergoglio - il desiderio di pace e di stabilità in Medio Oriente e la volontà di favorire la risoluzione dei conflitti attraverso il dialogo, la riconciliazione e l'impegno politico. Nello stesso tempo, vorremmo dare il maggiore aiuto possibile alle comunità cristiane per sostenere la loro permanenza nella regione. Come ho avuto occasione di ribadire a più riprese, non possiamo rassegnarci a pensare al Medio Oriente senza i cristiani, che da duemila anni vi confessano il nome di Gesù". "Gli ultimi avvenimenti, soprattutto in Iraq e in Siria - ha sottolineato il Pontefice - sono molto preoccupanti. Assistiamo ad un fenomeno di terrorismo di dimensioni prima inimmaginabili. Tanti nostri fratelli sono perseguitati e hanno dovuto lasciare le loro case anche in maniera brutale. Sembra che si sia persa la consapevolezza del valore della vita umana, sembra che la persona non conti e si possa sacrificare ad altri interessi. E tutto ciò, purtroppo, nell'indifferenza di tanti"

Nel suo discorso, il Santo Padre ha proseguito nel denunciare la violenza sistematica con cui vengono perseguitati i Cristiani in quelle regioni, costretti ad abbandonare le loro case, le loro vite, in fughe precipitose per salvare le loro famiglie, prima ancora che il diritto di professare liberamente la propria fede. Esplicito è stato il riferimento alla violenza fanatica dei criminali dell'Isis. Il mondo non più tollerare questi fanatici, che travisando la loro stessa religione, sono ormai una minaccia per chiunque abiti in quelle regioni, indifferentemente dalla religione professata. Il Papa nel suo discorso ha più volte invocato una forte reazione della comunità internazionale.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Lun, 20/10/2014 - 12:58

Tutto qui ?

Ritratto di Markos

Markos

Lun, 20/10/2014 - 13:30

Papa Francesco: "Non rassegniamoci a un Medio Oriente senza cristiani" ...Pensa ad una Europa senza cristiani

scarface

Lun, 20/10/2014 - 13:35

Caro Papa Francesco la chiesa si preoccupa per i cristiani perseguitati dagli psicolabili islamici... e per i non credenti, apostati, diversamente pensanti o magari blasfemi ugualmente massacrati ? La vogliamo spendere qualche parola anche per loro ? A quando una analisi dei versetti del Corano in compagnia di qualche imam di turno per costringerli a prendere una seria posizione nei confronti della famosa 'islamica tolleranza e affidabilità' ? Lasciamo le uniche analisi critiche a Magdi Cristiano Allam oppure ad Oriana Fallaci ? Avrei preferito sentire una accusa diretta contro chi commette crimini e genocidi a prescindere da fede o credo religioso di chi la violenza la subisce. Oppure il problema e' solo mantenere la presenza delle comunità cristiane in quei luoghi...

Joe Larius

Lun, 20/10/2014 - 13:36

È chiaro che dopo queste parole del Papa, i guerrieri dell'Isis si raduneranno in uno spazio appartato e, pentendosi amaramente delle atrocità commesse, incominceranno a tagliarsi la gola tra di loro. Queste operazioni avverranno con il pieno consenso dell'assente comunità internazionale, occupata a regolarizzare il finora selvaggio andazzo dell'umana attività sessuale.

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 20/10/2014 - 13:36

"Non rassegniamoci a un Medio Oriente senza cristiani". Rassegniamoci invece ad un Occidente pieno di mussulmani...

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 20/10/2014 - 13:39

Parole, parole, parole ..... ..... ..... La grande Mina la cantava meglio!

mbotawy'

Lun, 20/10/2014 - 14:15

La religione maomettana e' nata circa 600 anni dopo la cristiana. Quindi e' come noi cristiani ci trovassimo circa all'epoca del 1400.Allora c'erano i crociati che tagliavano la gola ai non cristiani,e i preti bruciavano vivi nelle piazze i peccatori.La storia delle religioni e'il martirio dei popoli.

alfa553

Lun, 20/10/2014 - 14:30

Questo e matto da legare, questo vuole la querela ,diceva Toto nella sua saggezza.Non tace costui, e un guerrafondaio,non pensa non si mette uno che dovrebbe distribuire comunione nelle pampa a capo di una religione.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 20/10/2014 - 14:37

Il Papa della Chiesa Cattolica,è semplicemente paradossale nelle sue dichiarazioni!!!

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Lun, 20/10/2014 - 14:40

x scarface e tutti gli altri... PER LA 386789256782967 VOLTA.... la Chiesa come altri si stanno ADEGUANDO alla nuova era delle "PRIMAVERE ARABE" tanto voluto ad una persona ..... e si sa QUELLA PERSONA in un certo senso oltre ad aver POTERE nel suo paese ha anche IL POTERE di influenzare tutto il territorio UE COMPRESO LA CHIESA... indovinate chi è quella PERSONA??? a roma sapete come si dice.... SIETE PROPRIO DE COICCO!!!!!

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Lun, 20/10/2014 - 14:41

DE COCCIO... oppss

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 20/10/2014 - 14:42

@Scarface,@Joe Larius,@mbotawy,@mosche,@dlux,@marforio,@Marcos:Concordo con le vostre parole!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 20/10/2014 - 14:53

Bravo Papa Furbesco. Ma non parlare al plurale. Fai come Gesù Cristo, vacci TU in prima persona a cristianizzare gli islamici, ma non in visita per un giorno. Stabilisci direttamente a Kabul la nova Sede del Vaticano così potremo vedere molto meglio i risultati dell'agire sul posto!

Ritratto di gabriele martini

gabriele martini

Lun, 20/10/2014 - 14:55

questo pericoloso gesuita travestito da don abbondio e' oltremodo pericoloso e si sta prestando al gioco perverso del n.w.o.per un futuro''illuminato''. le sue castronerie non sono buttate li a casaccio, ma ben pianificate per erodere ( ce ne fosse ancora necessita') le basi di quella europa e civilizzazione occidentale che tutti( i benpensanti e puri di spirito!!)vorrebbero.AAA: cercasi nuovo papa per rottamare l'attuale...

@ollel63

Lun, 20/10/2014 - 15:13

sei tu, Francesco, che promuivi questa situazione: non te ne rendi conto?

@ollel63

Lun, 20/10/2014 - 15:15

povero papa! S'è perso in un altro mondo e non s'accorge che presto al suo posto ci sarà un imam taglia teste!

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 20/10/2014 - 15:30

Non solo è meglio che si rassegni ma che si prepari a combattere a casa sua perchè gli islamici vogliono mettere la bandiera su San Pietro, e lo hanno già fatto virtualmente, mettendola sull'obelisco della Piazza. Tutto il suo leccare piedi e di dietro dei fondamentalisti islamici non è servito a niente. Come uomo di Chiesa preparato sia dalla teologia che dalla storia lo avrebbe dovuto capire meglio di chiuqnue altro. Invece si è illuso e ha fatto illudere il suo gregge mettendolo a rischio. Adesso cosa gli racconterà? Che quello che ha detto e raccomandato finora erano tutte cazz...! Te li raccomando i "Fratelli" islamici, sono buoni solo per farti la pelle.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 20/10/2014 - 15:42

okkio che ti sfrattano anche a te e ti rispediscono in argentina senza mutande

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 20/10/2014 - 16:06

Nel 2050 l'islam in EU sarà la prima religione, temo proprio che entro questo secolo la basilica di San Pietro diventerà una grande moschea, farà la stessa fine della basilica di Santa Caterina a Costantinopoli. Speriamo di avere presto un pontefice illuminato da Dio come lo fu Pio V che 450 anni fa organizzò la Santa Alleanza che nella battaglia di Lepanto e fermò l'invasione musulmana. Ma, ci vorrebbe un cambiamento di pensiero radicale, ora purtroppo siamo bravissimi ad usare la marina militare per raccattare nel mediterraneo migliaia di musulmani, probabili futuri tagliagole. Buona giornata.

agosvac

Lun, 20/10/2014 - 16:23

La cosa strana è che il cristianesimo, ancora prima di arrivare a Roma, si è diffuso in tutto il medio oriente ed in tutto il Nord Africa. Questo fino al 600 dopo Cristo quando le orde islamiche dal profondo della penisola arabica dilagarono in quei paesi. Ma la cosa ancora più strana è che per tutti i secoli successivi cristiani ed islamici convissero insieme senza alcun problema. L'islamismo delle origini infatti cercava di convertire chiunque lo accettasse ma rispettava chi voleva continuare a professare la propria religione. E' soltanto da pochi decenni, col degrado dell'islamismo ed il subentrare dell'integralismo islamico che le cose sono cambiate. Se il grande profeta, il sigillo di Allah, dovesse risvegliarsi credo rimarrebbe sconvolto da quello che stanno facendo nel suo nome ed in quello sacro di Allah, chi si dice suo seguace!!!!! Uccidere e trucidare nel nome di Allah, è un sacrilegio!!!!! Io non sono islamico, ma ho studiato con grande interesse l'islamismo, e posso dire con certezza che verrà il giorno in cui i veri maestri spirituali dell'Islam torneranno e condanneranno chi oggi uccide e distrugge nel nome di un Dio misericordioso!!!

alberto_his

Lun, 20/10/2014 - 17:03

Approvo le parole di pace del Santo Padre, uomo certamente timorato di Dio. L'unico appunto che si può muovergli è di non avere avuto il coraggio di nominare chi promuove e appoggia il terrorismo (altro che "indifferenza di tanti"), uno schieramento che vede in prima linea stati ufficialmente cristianissimi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 20/10/2014 - 17:06

@agosvac:nel frattempo,come dice il proverbio,"campa cavallo che l'erba cresce"....

opinione-critica

Ven, 31/10/2014 - 16:02

Rassegnamoci a un Vaticano islamico. Il vaticano deve essere per metà cristiano e per metà islamico. Sono suoi fratelli vero? Che li accolga e divida le proprietà coi suoi fratelli. Poi non rompa più i coglioni se gli islamici vogliono comandare.