Parigi, nasce il servizio taxi per sole donne

Il 12 settembre nella zona ovest di Parigi si inaugurerà il servizio taxi, operativo 24 ore su 24, per sole donne. Se l’iniziativa avrà successo verrà estesa in tutta la città, in provincia e all’estero

Una importante novità in tema di trasporti arriva da Parigi. Nella capitale transalpina, infatti, è in arrivo “Kolett”, il nuovo taxi in stile Uber ma riservato alle sole donne.

L’app per il servizio è al 100% femminile ed inizierà a funzionare dal 12 settembre, 24 ore su 24, nella zona ovest della città ed anche nel 13° arrondissement, a Boulogne-Billancourt, Neuilly-sur-Seine e a Levallois Perret. Se avrà successo, l’iniziativa verrà estesa in tutta Parigi, alla provincia francese e anche all’estero.

L’obiettivo iniziale sarà quello di raggiungere almeno 3000 corse al mese e, si spera, possa suscitare interesse nelle donne di tutte le età, soprattutto tra coloro che amano uscire la sera per andare in giro tra locali. Secondo Le Parisien, anche gli autisti saranno rigorosamente di sesso femminile. Gli uomini, invece, potranno accedere a bordo dei taxi nel caso in cui vengano accompagnati da una donna.

La cofondatrice di “Kolett”, Valèrie Furcajg ha spiegato che l’idea è nata dal desiderio di offrire un mezzo sicuro a tutte coloro che devono rientrare tardi a casa. “In quelle situazioni non hai necessariamente voglia di ritrovarti da sola in auto con uno sconosciuto: non è solo una questione di sicurezza, a volte vorresti anche solo evitare alcuni commenti sconvenienti” ha affermato l’ideatrice del nuovo servizio di trasporti.

Valèrie precisa anche che oggi il 95% degli autisti di Uber e simili sono maschi, ma “non c’è alcun motivo che un tale squilibrio duri ancora”. Per ora, “Kolett - Driven by women” dispone di 40 autiste ma l’obiettivo è raddoppiare questo numero in tempi brevi ampliando anche il raggio operativo del servizio.

Tutte le auto saranno, inoltre, dotate di seggiolini per bambini. Il prezzo minimo di una corsa dovrebbe aggirarsi sui 9 euro. Soldi ben spesi se si cerca di tornare casa serenamente.

Commenti
Ritratto di Evam

Evam

Gio, 06/09/2018 - 20:24

Sarà una iniziativa accolta sicuramente in modo favorevole da quelli che in possesso di una cultura e una religione superiori amano definirsi musulmani.