Via al piano di respingimenti: immigrati espulsi in Turchia

Oltre 200 clandestini a bordo dei primi tre traghetti partiti dalle isole greche. A Lesbo gli antagonisti protestano contro i rinvii

Le prime due imbarcazioni sono partite alle 7:30 (le 6:30 in Italia). Il terzo traghetto è, invece, partito alle 9 (le 8 in Italia). Con l'espulsione verso la Turchia dei primi 204 immigrati la Grecia dà così il via al piano di espulsione dalla Grecia alla Turchia previsto dall'accordo tra l'Unione europea e Ankara. Un accordo che dovrebbe dare un po' di respiro alla Grecia, strangolata dall'emergenza immigrazione, ma che difficilmente riuscirà a fermare l'invasione. Si teme, infatti, che chiusa la rotta verso la Grecia, dalla Turchia si possa aprire la rotta verso l'Italia.

Dal 20 marzo, quando è entrato in vigore l'accordo tra Bruxelles e la Turchia, oltre quattromila immigrati sono trattenuti sull'isola greca. A partire da oggi saranno rimpatriati uno dopo l'altro. "Non vi è alcun calendario per i ritorni - ha spiegato Giorgos Kyritsis, portavoce di un comitato di crisi dei rifugiati del governo - per esaminare le domande di asilo ci vorrà del tempo". Nei porti delle isole di Lesbo e Chio i clandestini sono arrivati a bordo di autobus scortati dalla polizia. Tra i respinti ci sono persone che non hanno diritto allo status di rifugiato. Provengono, infatti, dal Pakistan, dal Bangladesh e dello Sri Lanka. Ci sono poi molti nordafricani, compresi alcuni congolesi. Le partenze sono avvenute regolarmente e senza incidenti. La prima imbarcazione Lesvos ha lasciato il porto di Mitilene tra pesanti misure di sicurezza. Al suo seguito un catamarano, il Nezli Jale, una imbarcazione più grande e capace di trasportare diverse centinaia di persone.

A Lesbo un gruppo di attivisti ha manifestato fuori dal porto scandendo lo slogan "Vergogna". In mare alcuni volontari hanno issato sulla loro imbarcazione uno striscione con la scritta "Traghetti per viaggi sicuri, non per la deportazione". "Questo è il primo giorno di tempi molto duri per i diritti dei rifugiati - ha commentato Giorgos Kosmopoulos di Amnesty International in Grecia - nonostante le gravi lacune legali e la mancanza di un'adeguata protezione in Turchia, l'Ue sta andando avanti in un accordo pericoloso".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 04/04/2016 - 09:23

questo dimostra come sia totalmente assurda l'idea di una europa che si fa carico economicamente degli stranieri (oltre che islamici) che vengono qui sapendo che saremo noi a mantenerli a spese nostre!! non è proprio possibile giustificare il buonismo di boldrini e la tolleranza del PD!! aveva ragione Berlusconi, era meglio tenersi la libia con Gheddafi!!

moshe

Lun, 04/04/2016 - 09:36

... noi quando cominceremo?

venco

Lun, 04/04/2016 - 09:54

Solo i paesi limitrofi dei paesi in guerra hanno il dovere di accogliere i profughi di guerra, questo è imposto dall'Onu.

portuense

Lun, 04/04/2016 - 10:09

era ora, speriamo che ci sia il blocco navale nel mediterraneo, ogni sbarco ci costa 1500 euro mensili, 35 euro giornalieri alle varie cooperative che ci lucrano, poi alcunu extra, poi i costi delle navi, degli aerei,pulman,treni polizia, container, centri accoglienza, sanità.......

vince50_19

Lun, 04/04/2016 - 10:22

Noi teniamo "duro", giusto Renzi e combriccola governativa? Tanto con circa 2.200 mld di euro di debito, qualche miliarduccio in più non crea molti problemi, vero? I nostri poveri sarebbero felicissimi, oltretutto .. Come se il peso pro capite di circa 37mila euro fosse aria fritta! Al Sisi è come Gheddafi: un'emerita cippa. Tuttavia attenzione a dar luogo a certi giochini pericolosi come fatto con Gheddafi: qui ce ne ritroveremmo a milionate sotto la spinta di fondamentalisti "ligi" al Corano e ai suoi precetti. Bisognerebbe combattere chi crea queste situazioni disastrose: leggasi, in testa, governo Usa..

momomomo

Lun, 04/04/2016 - 10:32

Ma questi "antagonisti", quando non fanno gli antagonisti, cosa fanno? Di che cosa vivono? Con cosa pagano la luce, il gas, l'acqua, l'affitto, il pane quotidiano, le sigarette, l'eventuale "fumo" e così via?

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Lun, 04/04/2016 - 11:14

volete vedere che finiranno tutti in Italia? Onlus e Coop non vedono l'ora, tanto noi ci dissanguiamo per mantenere i clandestini, loro ci guadagnano soldi a palate! Del resto finchè glielo permettiamo...

fcf

Lun, 04/04/2016 - 11:22

Abbiamo uno dei tanti governi di sinistra incapace, buonista, ipocrita di tipo boldriniano che non è capace di rispedire a casa propria le decine di migliaia di parassiti che manteniamo. Nel frattempo vendono ignorati gli italiani che sopravvivono non si sa come. I "compagni se ne fregano dei loro concittadini !

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Lun, 04/04/2016 - 11:26

Si lamentano di aver speso ogni loro avere per affrontare il viaggio e se respinti non sanno dove andare, ma lo sanno o no che nessuno li ha invitati e ciò che fanno è illegale? Almeno che si assumano la responsabilità del rischio.

dadorso

Lun, 04/04/2016 - 12:22

Peccato che vengano espulsi dalla Grecia e non dall' Italia....

Ritratto di Xewkija

Xewkija

Lun, 04/04/2016 - 12:40

Ma se la Turchia non è un posto sicuro per i profughi perché non ha firmato la convenzione di Ginevra come dicono quelli di Amnesty International, perché dovrebbe entrare nella UE?

Una-mattina-mi-...

Lun, 04/04/2016 - 13:34

IN ITALIA NEL FRATTEMPO...

Malacappa

Lun, 04/04/2016 - 13:48

200 sono pochi 2.000.000 sarebbe la cifra giusta.

Ritratto di giscoppi

giscoppi

Lun, 04/04/2016 - 15:35

era ora!

Ritratto di viotte17121957

viotte17121957

Lun, 04/04/2016 - 17:04

e' una bella notizia avanti cosi!!!!1

Ritratto di ClaudioPRoma1

ClaudioPRoma1

Lun, 04/04/2016 - 18:14

veramente è al contrario: la gente di pakistan, bangladesh e sri lanka è tranquillissima è qluno potremmo accoglierlo, sono quelli della siria afghanistan e iraq che nascondono terroristi o cmq sono tendenti all islam radicale

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 04/04/2016 - 18:28

Ad uno ad uno si chiudono i rubinetti e questa estate ne resterà aperto uno solo, dal quale transiterà tutta l'acqua disperata profuga migrante richiedente asilo e hotel quattro stelle e menu e sigarette e molta pocket money in più, pena devastazioni e sommosse. Un euro falso a chi indovina quale sarà quel rubinetto sempre aperto.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Lun, 04/04/2016 - 18:29

Antagonisti in ogni dove...non studiano né lavorano.Sfaccendati improduttivi mantenuti da paghette di papà e nonne. Penosi.

berserker2

Lun, 04/04/2016 - 18:52

poveri marrucchini, costretti a tornare nella fogna da cui sono partiti e che con molta fantasia chiamano "casa".....

berserker2

Lun, 04/04/2016 - 18:58

poveri marrucchini afrigani, con tutto quello che hanno speso per venire in Europa e campare sulle spalle nostre.....