Pigiama di carta isolamento totale e tv: il supercarere di Salah

L'unico sopravvissuto del commando che attaccò il Bataclan si prepara ad entrare nel carcere di massima sicurezza di Fleury-Mérogis: pigiama di carta, videosorveglianza h24 e isolamento totale

Un carcere speciale di massima sicurezza per uno dei detenuti più pericolosi di Francia.

Dopo l'estradizione da Bruxelles a Parigi, Salah Abdeslam verrà accolto nel penitenziario di Fleury-Mérogis, appena finiti gli esami di rito ed uscito dalla detenzione provvisoria. Nel carcere della cittadina ventisei chilometri a sud di Parigi i lavori per accogliere l'unico sopravvissuto del commando terrorista che attaccò la capitale francese nel novembre 2015 fervono ormai da più di un mese.

Abdelslam non attraverserà l'iter di prassi per tutti gli altri ospiti del carcere, che prevede una prima permanenza nella sezione dei nuovi arrivati, ma andrà direttamente in isolamento. Qui verrà visitato da medici e psicologi per stabilire il suo stato di salute e il profilo psicologico, con particolare attenzione ai rischi di suicidio.

È probabile che debba abituarsi a ispezioni regolari ogni tre ore, come anche alla confisca di tutti gli indumenti. Per prevenire la tentazione che si tolga la vita, gli verrà consegnato uno speciale kit da notte interamente in carta. La sua cella, inoltre, sarà costantemente videosorvegliata.

Le passeggiata dell'ora d'aria potrà aver luogo solo in un cortile attiguo alla cella, dove Salah sarà rigorosamente da solo. Per lo stesso motivo gli sarà vietata la partecipazione alle varie attività del carcere in cui saranno presenti altri detenuti.

Potrà ricevere visite di persone autorizzate solo dopo l'approvazione del magistrato. A Salah verrà però concesso di guardare la televisione.