Pioggia di bombe russe sul petrolio dell'Isis

Nel video diffuso dal ministero della Difesa di Mosca, le immagini dei bombardamenti sulla raffineria del califfato

I raid aerei russi in Siria continuano ininterrotti. È di oggi la notizia che la Russia ha usato contro l'Isis un nuovo tipo di missile da crociera, il Kh-101. A scriverlo è stato Rbk citando il Janès Information Group. Gli esperti britannici di questioni di difesa avrebbero riconosciuto il razzo, che si presume abbia una gittata di circa 5.500 chilometri, in un video pubblicato dal ministero della Difesa russo due giorni fa. A lanciare il missile contro i jihadisti in Siria sarebbe stato un bombardiere strategico Tu-160.

Ieri inoltre il ministero della Difesa russo ha reso disponibile un video in cui si vedono i bombardamenti (andati a buon fine) degli aerei di Putin contro le fonti del finanziamento dell'Isis. In particolare, le bombe sono cadute sugli impianti di rifornimento di carburante. Un obiettivo strategico quando si vuole fermare un nemico in guerra. (guarda il video)

Intanto la Russia ha nuovamente presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite una bozza di risoluzione per coordinare a livello internazionale la lotta contro lo Stato islamico e altri gruppi terroristici.A dirlo è stato l'ambasciatore russo all'Onu Vitaly Churkin, una bozza diversa da quella presentata lo scorso 30 settembre. Secondo Churkin, in questo caso si è tenuto "in considerazione gli ultimi tragici eventi di Parigi e del Sinai" puntando ad ottenere "uno sforzo coordinato da parte della comunità internazionale".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 19/11/2015 - 12:35

questi sono politici con le palllle non gli italiani.

giovauriem

Gio, 19/11/2015 - 13:16

per franz il finto tedesco : dalle tue parti in germania (?!) non c'è nessuno che ha le palle , i tedeschi hanno solo una spiccata cattiveria e sanno organizzare molto bene le truffe .

venco

Gio, 19/11/2015 - 13:18

Questi si che combattono l'isis, non gli americani che fanno finta.

agosvac

Gio, 19/11/2015 - 13:41

Molto bene colpire la loro fonte, una delle loro fonti, di guadagno, il petrolio. Anche perché la maggior parte del petrolio dell'isis va alla Turchia così, di riflesso, si colpisce anche erdogan.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 19/11/2015 - 17:20

#franco a Trier. GUARDA; IGNORANTE CHE WLADIMIR PUTIN É DI ORIGINE ITALIANA! TU DOMANDA SU GOOGLE É VEDRAI COSA TI DIRANNO! NON TUTTI I POLITICI ITALIANI SONO COME QUELLI DI SX! BERLUSCONI É SALVINI HANNO LE PALLE AL LORO POSTO; TANTO É VERO CHE BERLUSCONI DA ANNI CHIEDE CHE LA UE SI DEVE SCHIERARE CON LA RUSSIA PER COMBATTERE L;ISIS! DOMANDA ALLA MERKEL PERCHE LA GERMANIA É SEMPRE CONTRO PUTIN?!.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Gio, 19/11/2015 - 18:00

Ma non è che gli americani comprassero il petrolio dell'ISIS di contrabbando? Altrimenti cosa aspettavano a bombardare le raffinerie? Mica erano in Texas.