Precipita un aereo di linea: tragedia in periferia di Mosca

Un aereo di linea, un Antonov an-148 della compagnia Saratov, è precipitato subito dopo il decollo. Lo schianto nella periferia di Mosca. A bordo si trovavano 71 persone

Tragedia nei cieli russi. Un aereo passeggeri di linea si è schiantato alla periferia di Mosca dopo essere decollato dall'aeroporto Domodedovo. Il velivolo, un Antonov An-148 operato da Saratov Airlines, era diretto verso Orsk, città negli Urali al confine con il Kazakistan, quando è precipitato nel distretto di Ramensky, a pochi chilometri dal villaggio di Argunovo (guarda il video). "È stato avvolto dalle fiamme - ha raccontato un testimone all'agenzia Interfax - mentre si trovava in volo". A bordo si trovavano 71 persone (65 passeggeri e sei membri dell'equipaggio). Nessuno di loro è sopravvissuto all'incidente.

È successo tutto nel giro di un paio di minuti. La tragedia si è consumata non appena l'aereo della Saratov Airlines aveva effettuato il decollo. Si trovava a un'ottantina di chilometri da Mosca quando è scomparso dai radar e i servizi d'emergenza sono stati allertati. Il pilota aveva avuto giusto il tempo di riferire di un guasto e di chiedere il via libera per un atterraggio di emergenza. Nonostante la tempestività dell'allarme, non c'è stato più niente da fare per i passeggeri e per l'equipaggio che si trovavano a bordo. Nelle prossime settimane le autorità russe proveranno a delineare le cause di questo drammatico incidente. "Tra esse - fanno sapere - vi sono le condizioni meteorologiche e il fattore umano". Il primo obiettivo, però, è il recupero delle settantun persone coinvolte. I resti del velivolo sono disseminati su una superficie ampia intorno al luogo dello schianto.

L'An-148 aveva realizzato il suo primo volo nel 2004. Questo velivolo per tratte brevi può trasportare fino a ottanta passeggeri, su una distanza di 3.600 chilometri. Nel 2015 alla Saratov Airlines, però, era stato vietato d operare voli internazionali. Gli ispettori erano arrivati a quella decisione dopo aver trovato personale non autorizzato nella cabina. "Dopo aver presentato ricorso contro il bando - riferisce la Bbc - la compagnia cambiò policy e riprese i voli charter internazionali, soprattutto sulla rotta armena e quella georgiana". Il disastro di oggi è solo l'ultimo di una serie di incidenti aerei che, in Russia, hanno provocato oltre 200 morti dal 2010. Nel marzo del 2016, in particolare, un Boeing 737-800 si schiantò nella fase di atterraggio a Rostov: persero la vita 62 persone. Nel novembre 2013, furono cinquanta le vittime a bordo di Boeing 737-500 che si incendiò durante l'atterraggio a Kazan.

Mappa

Commenti

ziobeppe1951

Dom, 11/02/2018 - 14:17

erkul..se ci sei batti un colpo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 11/02/2018 - 14:23

Da quando la Russia ha messo i bastoni fra le ruote a qualcuno, casualmente cadono aerei...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 11/02/2018 - 14:25

E' almeno il terzo incidente... prima l'aereo dell'AD della Total, colpevole di voler sfidare le sanzioni NATO contro la Russia. Poi l'intervento in Siria della Russia contro la guerra dell'alleanza USA-Sion e canaglia islamista. E cadono due aerei di linea. In Egitto e poi questo. Strano... davvero strano.

Tobi

Dom, 11/02/2018 - 14:45

per Ausonio: c'è stato un altro incidente, quello dove sono morti 64 membri del Coro dell'Armata Rossa (più equipaggio) a bordo del Tupolev caduto il 25 dicembre 2016.

edo1969

Dom, 11/02/2018 - 15:08

Ausonio ma se poi si scopre che era un guasto tecnico torni qui a chiedere scusa o continui nei tuoi deliri?

alox

Dom, 11/02/2018 - 15:35

@edo1969 ben scritto: per Ausonio ogni catastrofe e' colpa degli USA, Israele...e' incorreggibile!

greg

Dom, 11/02/2018 - 15:46

Antonov ha basato la sua fama su aerei militari (che consumano tantissimo carburante). Questo aereo venne deciso negli anni 90, progettato a cavallo degli anni 2000, primo volo nel 2004 e nel 2010 primo volo di linea. Io sono un ingegnere con master in scienze aero spaziali. Se ha fatto il primo volo nel 2004 e il primo di linea nel 2010 significa che nel progetto c'erano tante pecche e problemi, e se andiamo a vedere chi lo ha ordinato, capiamo immediatamente che l'aereo non è mai stato considerato affidabile dalle grandi compagnie aeree mondiali. Dal filmato e da come sono sparsi i rottami, viene da pensare ad una esplosione in volo

gian paolo cardelli

Dom, 11/02/2018 - 15:57

Ausonio, e naturalmente l'ipotesi più banale, che le aviolinee russe stiano in pessime condizioni, non va nemmeno pensata, vero?

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

Divoll

Dom, 11/02/2018 - 22:45

@ Ausonio - E' razionale quello che dici, la penso come te.

yulbrynner

Lun, 12/02/2018 - 10:40

I commenti a caldo senza sapere nulla non sono solo opinabili sono sciocchi e banali