De Magistris celebra i gay ma dimentica i morti

Prime nozze omo all'anagrafe: il sindaco c'è. Ma snobba le esequie del 14enne ucciso dal crollo

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris

Ieri mattina è stato trascritto in Comune a Napoli, nel registro dell'anagrafe, il matrimonio contratto in Spagna tra due persone di sesso maschile, il napoletano Roberto e il domenicano, Miguel. Ma la lista è lunga: presto altre unioni verranno registrate all'Anagrafe comunale. Soddisfatto il sindaco Luigi De Magistris, presente alla cerimonia, sorridente davanti agli scatti dei fotografi e agli sguardi delle telecamere, in mezzo ai due sposi. «Gigino» ha tenuto a puntualizzare sull'importante valore simbolico della registrazione che «rende la città apripista sui diritti delle persone». Aggiungendo poi che «Napoli è città dei diritti e delle libertà». Roberto e Manuel adesso potranno partecipare alle politiche sociali e all'assegnazione di una casa.

Ma, mentre a Palazzo San Giacomo De Magistris faceva festa con i due sposi, ai funerali del piccolo Salvatore Giordano, il ragazzino di 14 anni ucciso dal crollo di un pezzo della galleria Toledo, in pieno centro, il primo cittadino non intende partecipare.

E intanto ieri sempre a Napoli, in via Firenze, nei pressi della trafficata stazione Centrale, un commerciante finiva sotto alcuni calcinacci che lo hanno lievemente ferito.

L'ennesimo crollo, emblema di una città fortemente a rischio. Chissà se tra i diritti dei cittadini, spiattellati in forma solenne da «Gigino» davanti ai giornalisti, vi sia anche quello sul diritto alla sicurezza. Che invece nella città che governa ormai da oltre 3 anni, manca. Dopo il crollo del cornicione della Galleria Umberto, un pezzo della vicina via Toledo, la strada dello shopping che arriva fino al palazzo reale è stato transennato. E altre strade sono state parzialmente chiuse per il pericolo di crolli. Ieri, anche via Bologna, poco distante da via Firenze è stata recintata. Aumentano giorno dopo giorno le ferite di una città che, secondo le intenzioni (preelettorali) dell'ex pm, doveva risorgere. Invece Napoli continua ad avere le strade più «scassate» d'Italia. Con costi conseguenti per chi ogni giorno le percorre.

Insomma, «Gigino» prende parte alla prima unione tra gay ma nel frattempo annuncia anche che non prenderà parte al funerale di Salvatore Giordano, previsto per oggi a Marano (dove il ragazzo viveva), nello stadio della città. Che senta puzza di contestazioni? Lui la spiega cosi: «Lascio alla famiglia di Salvatore e alla comunità di Marano il momento del lutto». Qualche dubbio a questa sua spiegazione, pero', sorge spontaneo. Perchè, allora, non lasciare il momento del lutto anche alla famiglia del tifoso Ciro Esposito, ucciso a Roma prima della partita Fiorentina – Napoli (per il quale è indagato il capo ultras romanista, Daniele «Gastone» De Santis) e la comunità di Scampia, il quartiere dove Ciro viveva? A Scampia, invece, Gigino è andato per partecipare ai funerali della vittima della violenza nel calcio.

E sulla decisione di non prendere parte ai funerali di Salvatore, arriva il commento di uno zio, Giuseppe, attraverso il quotidiano il Mattino: «Quella del sindaco di Napoli è una scelta che non condivido. In tutto questo lasso di tempo De Magistris non è mai stato vicino alla nostra famiglia. È venuto in ospedale solo una volta, poi di lui si sono perse le tracce. Se avesse partecipato ai funerali avremmo apprezzato il suo gesto di solidarietà».

Commenti

marvit

Mar, 15/07/2014 - 09:24

Vuoi mettere un bel matrimonio gay contro un funerale di un coraggioso e sfortunato ragazzo di 14 anni?? Non c'è proprio partita per queste anime leggere(dalla testa ai piedi). Poi,da mammalucchi,ci chiediamo pure perchè l'Italia va in frantumi?!?!

fabio55

Mar, 15/07/2014 - 09:43

bravo sindaco e ora che finalmente anche l italia si adegui come in tutta europa e nel mondo ai diritti civili oscurati e dimenticati alla faccia di questi bigotti e benpensanti che ci sono ancora in questo paese

Kupo

Mar, 15/07/2014 - 09:46

Vale anche per i Napoletani quello che vale per Milanesi e Romani: avete votato un pezzo di marmellata così e adesso ve lo tenete; ma attenzione che al peggio non c'è mai fine..... vedi iervolino

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 15/07/2014 - 09:56

Un'altro che è sindaco,perchè stato eletto dal "popolo"!

Ritratto di dellelmodiscipio

dellelmodiscipio

Mar, 15/07/2014 - 10:17

Credo che in qualche paese sia ammessa la poligamia. In Italia col divorzio si crea la premessa per la poligamia, infatti legalmente i coniugi divorziati rimangono per molti aspetti vincolati: per i figli, per gli alimenti, per i patrimoni indivisibili. Se un divorziato in in Italia va a vivere in uno stato estero e si risposa, la legge del suo nuovo paese lo obbliga a mantenere gli impegni precedenti. Pertanto mi spieghi qualcuno perché mai un matrimonio poligamico contratto in Senegal non debba esser riconosciuto in Italia. Tradizioni localmente imposte o inalienabili diritti umani? Oppure non ci avevate pensato?

vince50

Mar, 15/07/2014 - 10:31

Si vogliono sposare?e chi se ne fotte,ciò che conta è di"poter contare" su futuri e probabili consensi elettorali,altro che gay......

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 15/07/2014 - 10:47

Certo che il problema gay è molto importante,avanti così gigino.

silviob2

Mar, 15/07/2014 - 10:48

coda di paglia

Klotz1960

Mar, 15/07/2014 - 10:50

Non c'e' niente da fare.. anche oggi siete riusciti a dare la prima pagina a gente che fa venire il mal di pancia.. un giorno la Boldrini, l'altro De Magistris (Giggino), poi la Bindi seppellita anche nel PD... per non vederli e non sentirne parlare bisognerebbe non leggere il Giornale

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/07/2014 - 11:28

se questo accadeva ad alemanno? oppure a qualunque sindaco di destra, che facevano i PSICOSINISTRONZI? :-) per costoro, essere gay è molto più importante di un morto a causa dell'incuria del sindaco, e l'approvazione del sindaco sui gay invece di onorare i morti è roba da voltastomaco! è uno schifo veramente vergognoso!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 15/07/2014 - 11:42

UN SINDACO CHE PREFERISCE DUE FROCI A UN RAGAZZINO MORTO, BEH AME PERSONALMENTE FA SCHIFO E MI FA VOMITARE, MA PURTROPPO ESISTONO ANCHE QUESTE SCHIFEZZE IN ITALIA. CHISSA' COSA PENSANO I GENITORI DEL RAGAZZINO MORTO...

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 15/07/2014 - 12:13

In un paese dove c'è la vera giustizia anche il sindaco avrebbe avuto l'avviso di garanzia per un eventuale omissione di atti d'ufficio.

Rossana Rossi

Mar, 15/07/2014 - 12:13

'Napoli è città dei diritti e delle libertà'. Anche quella di morire a 14 anni per incuria dell'amministrazione? Incredibile.....eppure in Italia succede anche questo. de magistris, marino, pisciapia e un governo abusivo......ma come può l'Italia andar bene?

Rossana Rossi

Mar, 15/07/2014 - 12:14

'Napoli è città dei diritti e delle libertà'. Anche quella di morire a 14 anni per incuria dell'amministrazione? Incredibile.....eppure in Italia succede anche questo. de magistris, marino, pisciapia e un governo abusivo......ma come può l'Italia andar bene?

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 15/07/2014 - 12:16

Persone ciniche come De Magistris dovrebbero essere messe alla gogna e sputazzate per 20 anni di seguito. Purtroppo, e questo è il segno dei tempi orrendi che stiamo vivendo, persone ebeti come costui fanno politica e diventano Sindaco di una città. Immaginiamoci il livello di chi l'ha votato!

java

Mar, 15/07/2014 - 12:21

idioti dal cranio vuoto come fabio55 si riconoscono sempre. A gentaglia come lui non interessa il 14enne morto. Esistono solo i ricchioni che frignano perche' non possono fare il matrimonio farsa. Avanti cosi fabio55, poi non ti lamentare se ti picchiano a sangue. Io se fossi la madre del 14 lo farei, anzi lo farei comunque

giottin

Mar, 15/07/2014 - 12:25

...ed il duo ierovobalino, proprio non c'entrano niente, non hanno colpe quei 2 delinquenti?

kayak65

Mar, 15/07/2014 - 12:25

I morti e I minorenni non votano. I gay "uniti" si. e'la becera considerazione che deva aver fatto quest'individuo diventato sindaco perche' da magistrato era un incapace totale. e forse Napoli come Milano e roma meritano personaggi del genere. falliti nel loro lavoro e divenuti sindaci rovinando quel poco di buono rimasto

giottin

Mar, 15/07/2014 - 12:29

Chissà per chi hanno votato i genitori del ragazzino morto? Così tanto per sapere...

fabio55

Mar, 15/07/2014 - 13:27

I SOLITI COMMENTI OMOFOBI DI UNA MINORANZA PICCOLISSIMA DI ITALIANI CHE HANNO OD HANNO AVUTO PROBLEMI CON I GAY