Primo raid dei bombardieri russi decollati dall'Iran

I bombardieri strategici Tu-22M3 schierati nella base aerea di Hamadan, nell'Iran occidentale. Mosca riduce il tempo di volo necessario per colpire gli obiettivi dello Stato islamico in Siria.

Si è concluso pochi minuti fa il primo raid dei bombardieri strategici Tu-22M3 russi decollati dalla base aerea di Hamadan, in Iran. E’ quanto comunica il Ministero della Difesa russo. Secondo i media arabi, il Cremlino avrebbe schierato poche ore fa tre bombardieri strategici ed un aereo da trasporto.

Il Ministero della Difesa russo non ha ancora diramato i dettagli del rischieramento che è già entrato in azione, colpendo obiettivi ad Aleppo e nelle province di Deir-ez-Zor e Idlib. I bombardieri russi provenienti dall’Iran, si sono ricongiunti con una formazione di Su30/Su-35 in ruolo di copertura, decollati da Khmeimim. La strategica base aerea di Hamedan, nell'Iran occidentale, consente di ridurre drasticamente il tempo di volo (fino al 60%) necessario per colpire gli obiettivi dello Stato islamico in Siria. Fino a poche ore fa, il principale contingente pesante Backfire decollava dalla base di Modzok, nella Russia meridionale, a 2150 chilometri da Palmira. La base aerea di Hamedan si trova a soli 900 chilometri da Palmira, che sorge a 250 chilometri a nord-est di Damasco. La base aerea di Khmeimim/Hmeymim, una delle due piste fu chiusa alle operazioni di volo lo scorso aprile per manutenzione, è stata utilizzata dai russi per le operazioni dei velivoli ad ala fissa e rotore durante la prima fase del coinvolgimento del Cremlino in Siria iniziato lo scorso settembre.

La base aerea nella provincia di Latakia non è in grado di supportare logisticamente i bombardieri strategici TU-22M3. L’aeroporto di Khmeimim era utilizzato in precedenza soltanto per scopi civili, con impiego militare riservato agli elicotteri. I lavori di rifacimento alla seconda pista si sono conclusi il 13 giugno scorso. Da rilevare che Damasco ha ceduto ai russi, a titolo definitivo, la base di Khmeimim e che lavori di ammodernamento sono in corso così da ospitare, in futuro, qualsiasi tipo di piattaforma aerea. Lo scorso gennaio, Mosca e Teheran hanno firmato un accordo di cooperazione militare che implica una più ampia collaborazione nella formazione del personale e nelle attività antiterrorismo. La base aerea di Hamedan, nell'Iran occidentale, lo scorso novembre ha ospitato due cacciabombardieri Su-34 ed un vettore da trasporto strategico multiruolo Ilyushin Il-76. Mosca, infine, ha ufficialmente chiesto ad Iraq e Iran l’autorizzazione per il trasporto di missili da crociera nello spazio aereo dei rispettivi paesi.

Commenti
Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Mar, 16/08/2016 - 12:35

Qualche mese fa Luttwak dalla colonne de "il Giornale" aveva ipotizzato una guerra tra Iran e Turchia, che Erdogan sta in questi giorni portando fuori dalla Nato. Molti lettori commentarono prendendolo per matto, ma forse è solamente il maggiore esperto attuale in geopolitica.

sesterzio

Mar, 16/08/2016 - 13:20

Bel colpo.Alla faccia del diversamente bianco presidente Usa e di certi suoi amichetti arabi.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 16/08/2016 - 14:19

Mi sembra strano che la turchia esca dalla nato.Fino ad ora su questo fatto non ho visto nessuna notizia a tale riguardo.

Tuthankamon

Mar, 16/08/2016 - 14:22

Resto fermo nell'opinione che Putin, anche se non fa sempre i nostri interessi, è un vero statista. Se sarà anche grande, vedremo. Ha una flessibilità geopolitica che i leader occidentali non hanno nemmeno nel fare un cruciverba la sera dopo cena!

ben39

Mar, 16/08/2016 - 15:47

Così è scritto nelle profezie di Daniele ed Ezechiele la guerra di Gog Magog La profezia di Gog e Magog si riferisce a una grande guerra mondiale avente come epicentro la Terra Santa e Gerusalemme, ed appare per la prima volta nel Libro di Ezechiele». Vediamo gli schieramenti per l’attesa battaglia finale «Da una parte ci sono Israele, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Francia e la Germania. Dall’altra ci sono Iran, Russia, Cina, Siria e Corea del Nord».

ben39

Mar, 16/08/2016 - 15:48

Segue parte 2 Il Bene e il Male, le due schiere pronte per l’Armageddon. «Siamo adesso nell’era messianica. La Kabbalah insegna che il mondo esisterà nelle attuali condizioni al massimo per 6 mila anni, contando dalla nascita di Adamo ed Eva che fu 5758 anni orsono. Se non siamo capaci di aggiustare le cose per conto nostro, per così dire, allora HaShem lo farà per noi nell’anno 6 mila. Spetta a noi fare la teshuvah e seguire le 613 mitzvot al meglio. Non ci sarà il millennio di pace prima di questo, come attesta la Torah e le scritture posteriori raccolte nel Tanach. I nomi esatti dei Paesi che compongono Gog e Magog sono cambiati dai tempi dei profeti. Sappiamo chi sono oggi: quei Paesi che sono contro Israele»

fcf

Mar, 16/08/2016 - 19:08

Dov'è l'Europa? Fino a che dipenderemo dalla Germania non ci sarà mai un'Europa in grado di difendersi.

Cheyenne

Mar, 16/08/2016 - 19:18

FORZA PUTIN