Prova di forza degli hacker russi: violata la rete elettrica in Vermont

La notizia è stata diffusa dal Washington Post e confermata dalla società elettrica. Nessun danno: forse solo un test di fattibilità

La risposta degli hacker russi all'espulsione decisa da Barack Obama di 35 agenti di Mosca? La violazione della rete elettrica del Vermont.

La notizia è stata rivelata prima dal Washington Post, che citava come fonti alcuni funzionari della Casa Bianca, poi confermata dalla compagnia elettrica che ha sede a Burlington. L'attacco sarebbe parte del cosiddetto "Grizzly Steppe", cioè il piano di hackeraggio russo. La società elettrica ha parlato di "un software dannoso" che, però, non è riuscito a compromettere il funzionamento della rete. Le autorità degli Stati Uniti non sono a conoscenza, in questa fase, quali siano le intenzioni dei pirati russi, ha continuato il Washington Post, aggiungendo che si potrebbe trattare di un test di fattibilità.

Commenti

venco

Sab, 31/12/2016 - 15:27

Sugli hacker russi son tutte balle colossali.

Keplero17

Sab, 31/12/2016 - 15:38

Se è stata confermata possiamo stare tranquilli. Non si tratta delle armi chimiche di distruzione di massa che portarono alla guerra in Iraq. Quella era una bufala, mentre invece questa è diversa.

Zizzigo

Sab, 31/12/2016 - 17:10

Come fanno a sostenere che i tratti di hackeraggio russo? Il software è scritti in cirillico? Non sarà una "bella pensata" di quel loro casalingo genio marroncino, che non si vuole dare per vinto?

CALISESI MAURO

Sab, 31/12/2016 - 17:17

povero giornalaccio di sorazzo.. le pataccate non funzionano piu' marci fino al midollo!! la gente non so per quale motivo si sta' svegliando... a parte l'Italia naturalmente

tuttoilmondo

Sab, 31/12/2016 - 17:22

Anche se fosse vero che gli hacker russi si danno da fare... come non ricordare l'indignazione di tanti capi di stato spiati dagli americani persino nei telefonini. Eppure accadde pochi anni fa. Non ci sono i buoni e i cattivi. Ognuno fa i propri interessi. Nessuno è fesso. Tranne il Popolo italiano.

agosvac

Sab, 31/12/2016 - 17:27

Perché i russi avrebbero dovuto mettere in tilt la rete elettrica del Vermont??? Questo mi sembra uno dei giochini preferiti dagli stessi hacker giovincelli americani che si divertono a prendere in giro le autorità.

wrights

Sab, 31/12/2016 - 17:59

Anche quando entrerà in vigore la legge "antibufale" questa sicuramente la pubblicherete, l'ha detto il Washington Post!!!!!

Una-mattina-mi-...

Sab, 31/12/2016 - 18:14

Se, ma, sarebbe... in sostanza aria fritta

Ritratto di gian td5

gian td5

Sab, 31/12/2016 - 18:30

Russi? Certamente, in omaggio alla perestroika gli hacker russi firmano con nome e cognome tutte le loro incursioni nei computer americani, Obama ed il suo staff provano ancora a far danni, è un presidente da dimenticare, non perché sia negro ma perché è stupido, Eddie Murphy è evidentemente più nero, ma come Presidente avrebbe figurato meglio.

stevenson46

Sab, 31/12/2016 - 18:41

L'attacco degli hacker (siamo sicuri che sono russi e al servizio del Cremlino?) ai sistemi informativi americani pubblici e privati provano (se confermati da fonte indipendente) che quelli della CIA, FBI, NSA etc. sono degli incapaci. Per quanto riguarda l'hackeraggio ai danni dei Partito Democratico pare sia consistito nel rendere noti gli intrighi del Clan Clinton ai danni di Sanders. Non è una interferenza, si chiama trasparenza. Inoltre è provato che Americani e Inglesi da anni spiano le conversazioni dei capi di governo europei dalla Merkel in giù: di casa si lamentano se lo fanno anche altri Paesi? Per non parlare delle interferenze anche armate per destabilizzare i governi di alcuni Paesi Arabi?

aquiladellanotte55

Sab, 31/12/2016 - 19:25

Sono sicuramente hacker russi perché scrivono in cirillico, non c'è più limite al ridicolo.

Linucs

Sab, 31/12/2016 - 20:13

"Hacker russi", amici degli "anarco insurrezionalisti" che stranamente hanno smesso di spedire bombe.

soldellavvenire

Sab, 31/12/2016 - 20:21

quindi avete le prove che i russi spadroneggiano nelle reti strategiche USA?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 31/12/2016 - 20:22

Un motivo in più per andare d'accordo col Cremlino.

paolonardi

Sab, 31/12/2016 - 20:32

venco ha ragione: sono tutte balle colossali non sorrete da alcuna prova, ma messe in giro dall'abbronzato per giustificare le sue mosse isteriche come quelle di una vecchia zittella a cui e' stato tolto il trastullo. Patetico e pericoloso.

Ritratto di WiseIntelligent

WiseIntelligent

Sab, 31/12/2016 - 20:42

@venco Lei è plagiato, schiavizzato da Putin... Si trasferisca in Russia. Qui si dovrebbe difendere la Nato.

roberto zanella

Sab, 31/12/2016 - 21:05

ZeroHedge dice che gli haker siano entrati tramite un malware ucraino....scusate ma non so cosa voglia dire non sono un informatico...

MOSTARDELLIS

Sab, 31/12/2016 - 21:18

Ma che cavolate. Sai quanto gliene frega ai russi del Vermont

Ritratto di itaman2408

itaman2408

Dom, 01/01/2017 - 05:07

Chi ha commentato l'accaduto? Il Washington Post? Allora é tutto falso.A buon intenditor poche parole

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 02/01/2017 - 08:17

La signora Clinton ha di nuovo un forte prurito intimo! sicuramente la colpa è degli Hacker russi!