Putin combatte il terrorismo ma non teme l'islam moderato

Inaugurata a Mosca la più grande moschea d'Europa. Il presidente russo: "I terroristi di Isis esprimono un islam di sole menzogne"

Ventimila metri quadri di superficie, centocinquanta milioni di euro spesi e un (poco cristiano) battesimo in pompa magna di fronte a presidenti e capi di Stato.

Così, stamattina, è stata inagurata a Mosca la più grande moschea d'Europa. Al termine di dieci anni di lavori, la Russia ha così un edificio di culto degno dei suoi circa venti milioni di cittadini di fede islamica (su un totale di centocinquanta milioni). Alla cerimonia hanno presenziato il presidente russo Putin, quello turco Erdogan, quello palestinese Abu Mazen e quello iraniano Rohani.

Riaperta centoundici anni dopo la sua fondazione (e dopo lunghissimi, oscuri, decenni di ateismo di Stato), la moschea è stata realizzata grazie alle donazioni dei fedeli, al contributo decisivo del miliardario Sulejman Kerimov, tra i principali azionisti del colosso del gas Gazprom. Dalla Turchia, infine, sono stati inviati materiali pregiati e squadre di artigiani.

Al netto delle polemiche politiche (Ankara è preoccupata per il crescente sostegno russo al regime siriano di Assad, e la visita moscovita di Erdogan serve ad affrontare anche questo tema), la riapertura della grande moschea all'ombra del Cremlino ha un significato geopolitico - e se vogliamo anche culturale - ben preciso: Vladimir Putin, che quando vuole sa ben essere spietato, intende così mostrare il volto più tollerante della Russia.

Se da un lato siamo in prima linea nella lotta al terrorismo, è il messaggio implicito che arriva da Mosca, dall'altro non abbiamo paura di riconoscere il ruolo dell'islam nella storia e nella cultura russe. Nel suo intervento, d'altronde, il presidente Putin ha tenuto a sottolineare la distinzione tra islam moderato e terroristi, ricordando come i terroristi del sedicente Stato Islamico "compromettano" la religione islamica con un'ideologia basata sulla "menzogna".

Il presidente russo, che pure è un fedele praticante della Chiesa ortodossa di Russia, dimostra lungimiranza in materia religiosa, dimostrando di apprezzare la carica di positiva spiritualità che deriva da ogni credo. Rigettando con forza le teorie, viete e trite, che vorrebbero l'estremismo insito quasi ineludibilmente in tutte le religioni.

Commenti

paviglianitum

Mer, 23/09/2015 - 14:54

ma perchè allora voi del giornale vi arrabbiate tanto quando si vogliono costruire moschee in italia?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 23/09/2015 - 15:01

Gravissima affermazione, in qualsiasi parte del mondo l'islam è in armi. Si vede che la lezione di Beslan non gli ha insegnato nulla, eppure i ceceni non sono l'isis ma sono islamici in armi. Un altro votato al politically correct suicida.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 23/09/2015 - 15:06

Ah ah, e adesso mandate Allam a Mosca a spiegare a Putin che non capisce nulla di religione islamica ...

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 23/09/2015 - 15:40

Pessimo sto articolo. Capisco che il capataz è amico di Putin, ma qui si esagera...

ccappai

Mer, 23/09/2015 - 15:42

ogni tanto vi disorientate... oppure il giornalista lo avete già licenziato? Quando fate questi articoli che vorrebbero essere contro ed invece sostengono la tesi opposta alla vostra, mi fate tenerezza

Mobius

Mer, 23/09/2015 - 15:50

La Russia, Paese forte a attento alla propria sicurezza, può permettersi questo. L'Italia no. L'Italia non è un Paese forte, nè tantomeno si preoccupa della sicurezza dei comuni cittadini; i nostri stupidi governanti hanno ben altro a cui pensare: vuoi mettere l'importanza del comma 5 dell'art. 2?

Lo Stivale

Mer, 23/09/2015 - 15:52

Grande Putin! Sarà ricordato come uno dei più grandi statisti della Storia, saggio ed equilibrato come un raffinato diplomatico, cinico e spregiudicato come un dittatore quando è necessario

java

Mer, 23/09/2015 - 16:32

ai fresconi che si incarpiano in questi commenti. Credete che in Russia ci sia il lassismo buonista che c'è in Italia? credete che dopo beslan e la strage del teatro a mosca i russi siano come gli italioti deficienti? Io aborro ogni moschea ovunque a prescindere in quanto edifici dall'estetica orrenda che servono persone anche più orrende, ma se pensierocoatto e i suoi amichetti pensano che gli imam in russia siano come i beduini che abbiamo noi, si sbagliano di grosso.

profpietromelis...

Mer, 23/09/2015 - 16:45

Che delusione. Allora W STALIN

VittorioMar

Mer, 23/09/2015 - 16:47

...prendiamo i buoni esempi e seguiamoli...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 23/09/2015 - 17:10

@java, lei si sta solo arrampicando sugli specchi. Allam dice che non esiste l'Islam moderato, perché è una religione intrinsecamente violenta. Quindi, o Allam esagera, oppure il vostro beniamino Putin è un incosciente. Divertente poi l'idea che gli imam russi siano migliori di quelli italiani. Cos'è, è Putin che li istruisce? Putin è il capo di un nuovo islam moderato? Ridicolo.

mila

Mer, 23/09/2015 - 17:16

Non e' che la costruzione di questa moschea mi piaccia molto, ma, per tutti i commentatori che si scandalizzano troppo o che la paragonano con presenti o future moschee in Italia: I musulmani nella Federazione Russa non sono clandestini appena scesi da barconi, sono lavoratori, immigrati regolari da Repubbliche dell'Asia Centrale, che essendo ex sovietiche godono di facilitazioni nei visti (giusto o sbagliato, ma si fecero degli accordi), e soprattutto musulmani autoctoni di varie regioni (Tatarstan, Caucaso ecc), con i quali le autorita' russe, pur reprimendo derive fondamentaliste, devono cercare di mantenere buoni rapporti. Consiglio l'acquisto di qualche libro di geografia.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 23/09/2015 - 17:33

@mila, guardi che il Corano è uguale in Italia come in Russia. Consiglio un corso accelerato di logica aristotelica.

alberto_his

Mer, 23/09/2015 - 18:01

Non pochi i musulmani in Russia; Putin una spalla sopra gli altri anche da questo punto di vista, onorato dagli illustri ospiti convenuti all'occasione.

java

Mer, 23/09/2015 - 18:17

pensierocoatto, io scommetto sulla sopravvivenza della russia molto di più che sulla sopravvivenza del bel paese, specialmente se popolato da individui come te che sono parte del problema e non della soluzione. Chi vivrà vedrà. I tuoi idoli Lenin e Stalin mi sembra abbiano fatto un buon lavoro a silenziare l'islam, quindi vuol dire che è possibile domare la bestia. Vai a favoleggiare altrove.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 23/09/2015 - 19:02

@java, lenin e Stalin non sono mai stati miei idoli, io sono un liberale illuminista. Non sai una mazza di me, e ti permetti di insultare. Quindi te lo dico in milanese: Và a ciapa' i ratt!