Putin incontra Obama al G20: "Serve unità contro il terrore"

Il terrorismo islamico al centro del G20 in Turchia. Faccia a faccia tra Putin e Obama: sul tavolo anche la guerra in Siria. Francia e Usa pronti a intensificare i raid anti Isis

Rafforzamento dei controlli di frontiera e delle misure di sicurezza in aviazione. Lotta al terrorismo, colpendo anche gli "asset finanziari". Preoccupazione per i foreign fighter. E ancora: emergenza immigrazione. È la minaccia del terrorismo a irrompere sul tavolo del G20 ad Antalya, dove i capi di Stato e di governo delle 20 principali economie mondiali hanno davanti il dossier caldo degli atti di terrore che hanno insanguinato Parigi e l'emergenza immigrazione. E, proprio di questo, hanno parlato Vladimir Putin e Barack Obama nel faccia a faccia di trenta minuti, tenuto a margine del summit in Turchia. "Risolvere il conflitto in Siria - si sono detti i due leader - è più che mai un imperativo alla luce degli attacchi di Parigi".

L'attenzione dei partecipanti dai temi discussi in altri summit, incentrati principalmente sulle questioni economico-finanziarie, si sposta completamente sul fondamentalismo islamico, la barbarie dello Stato islamico e l'emergenza immigrazione. Il G20 nasce come un forum dei ministri delle Finanze e dei governatori della banche centrali delle 19 maggiori economie del mondo più l'Unione europea, creato nel 1999 dopo una serie di crisi finanziarie con l'obiettivo di facilitare la cooperazione tra i Paesi occidentali e le potenze emergenti sulla politica economica e finanziaria internazionale. Ma oggi, in un mondo devastato dal terrorismo e dal fondamentalismo islamico, la sicurezza diventa la garanzia più importante da difendere. "Solo uno sforzo unitario delle intere comunità internazionale - ha detto Putin - potrà contribuire a contrastare la minaccia del terrorismo e aiutare milioni di persone". Una posizione confermata anche dal premier indiano, Narendra Modi: "Mai come ora è necessario uno sforzo comune di tutta la comunità internazionale".

Nel faccia a faccia tra Putin e Obama c'è stato spazio anche per affrontare il caos siriano e la lotta allo Stato islamico. I due hanno così sigillato l’intesa raggiunta a Vienna, che prevede una transizione politica in Siria, mediata dall’Onu, e un coprifuoco. "Trovare una soluzione al conflitto -ha affermato Obama - è un imperativo reso più urgente dagli attacchi di Parigi". Da questo punto di vista il presidente americano ha salutato positivamente l’importanza degli sforzi militari russi diretti a sconfiggere lo Stato islamico in Siria. Gli Stati Uniti hanno fatto sapere che intensificheranno la cooperazione con la Francia a livello militare e della condivisione di informazioni. "Chiaramente continueremo a lavorare in stretta cooperazione con i francesi in termini di condivisione di informazioni e a livello della loro risposta militare in Siria - ha dichiarato Ben Rhodes, consigliere aggiunto per la sicurezza nazionale del presidente Barack Obama - i francesi sono con noi in Siria e in Iraq e fanno dei raid aerei. Vogliamo continuare ad intensificare questo coordinamento".

Nel vertice informale Obama e Putin non hanno spazzato via le "divergenze" di opinione sulla soluzione da trovare affinché la Siria esca dalla crisi. "Mosca e Washington - ha affermato Yuri Ushakov, consigliere di Putin per la politica estera - condividono obiettivi strategici nella battaglia contro lo Stato islamico, ma le differenze restano".

Commenti

Happy1937

Dom, 15/11/2015 - 17:48

Obama cerca di tirare fuori un briciolo di cervello e piantala di rompere le scatole con le sciagurate sanzioni alla Russia.

Ritratto di Gios'',,40.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

timoty martin

Dom, 15/11/2015 - 18:36

Speriamo non rimangano soltanto chiacchiere e buone intenzioni

Ritratto di SAXO

SAXO

Dom, 15/11/2015 - 19:05

Ma staremo a vedere gli sviluppi.Se io fossi Putin non mi fiderei del corvaccio nero,il loro scopo consiste nel destituire politicamente ASSAD ,per formare un governo di transizione favorevole alle loro aspettative di comando,in pratica dettare legge sulla revisione di comando delle petromonarchie del golfo.Tanti sforzi inutili e tempo perso della Russia con l aggravante della perdita di vite umane per l attentato terroristico in Sinai.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 15/11/2015 - 19:22

Tel chi l'idiota che ha innescato il tutto col discorso della mano tesa all'islam.

nordest

Dom, 15/11/2015 - 19:36

Putin non fidarti bi Obama è lui e la Turchia che forniscono armi all'isis.

giovanni951

Dom, 15/11/2015 - 20:23

volete dire che anche l'abbronzato ha capito il concetto?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 15/11/2015 - 20:39

Il Negro si limiti a fare quello che gli suggerisce Putin. Eviterà ulteriori figure di Me*da.

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Dom, 15/11/2015 - 20:40

Da Bush a Obam, hanno fatto un mare di danni a noi occidentali. E hanno fatto un oceano di vantagi all'islam, con tutti i crimini che conosciamo in Arabia in Africa e in Europa,, si possono condannare per crimini contro l'umanita e persino con l'aggravante di genocidio. Saluti

giuliana

Dom, 15/11/2015 - 20:46

incapaci e criminali, ennesima presa per i fondelli dell'occidente. L'agenda onu la dettano i paesi islamici e TUTTI i paesi musulmani TIFANO per il trionfo dell'islam e il califfato universale. Divergono solo, eventualmente, su tempi e modi.

ney37

Dom, 15/11/2015 - 21:15

con un Islamico al potere degli USA ahimè sarà sempre peggio tanto che vuoi che gliene freghi agli yankee dell'Europa, l'unica salvezza è Putin a questo punto.

ziobeppe1951

Dom, 15/11/2015 - 21:59

Putin non fidarti, i negri devono fare i negri

Anonimo (non verificato)

jobact

Dom, 15/11/2015 - 22:21

perchè unità contro il TERRONE ?

jobact

Dom, 15/11/2015 - 22:22

Neri, non negri.... si dice NERI !!!! così sono più intelligenti !!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 16/11/2015 - 00:05

La beffa della storia a tutti i trinariciuti della sinistra. Hanno smesso di guardare alla Russia di Putin poiché da lì non vengono più i rubli che li tenevano in piedi. Seguono il vento che soffia dagli USA di Obama ma MA LA BUFERA DI PUTIN DISORIENTA QUELLE POVERE BANDERUOLE DELLA SINISTRA ITALIANA.

Marcolux

Lun, 16/11/2015 - 00:50

Putin è solo contro tutti. Obama non consentirà mai a Putin di sconfiggere il terrorismo islamico. Consentirà di fare solo chiacchiere e buoni propositi per far guadagnare tempo all'Isis. Dobbiamo sostenere Putin, l'unico vero avversario e nemico dell'islam.

sardocampidanes...

Lun, 16/11/2015 - 07:22

Renzi probabilmente organizzera un gruppo di boyscout con una bella fiaccolata di solidarietà e protesta..aiutato da alf-ano....mentre la boldrin si indignerà e continuerà a favorirel'entrata di clandestini coi Taxi della marina...continueranno i reati piccoli e grossi ma i giudici li rimetteranno in libertà con un bel foglio di via....ehhhh..che spettacolo di governo illegale Mai votato....un bel giorno quando i petardi scoppieranno viino a casa loro forse si svegliano? sono allibbito...che schifoooo

sardocampidanes...

Lun, 16/11/2015 - 07:23

Putin ha piu palle di tutti voi messi assieme

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Lun, 16/11/2015 - 08:17

Non ho letto ancora lárticolo. Ma dalla faccia di Obama nella foto, credo che pensa esclusivamente come espugnare la Siria , perche'non si spiega come mai ora tutto questo"dar si da fare"? Meticcio traditore. Strage di Parigi gli cade a fagiolo? 4 anni di macello in Siria alimentao e finanziato dal America, questo nessuno lo puo negare.Comunque lui a Putin....gli fa un baffo.

sorciverdi

Lun, 16/11/2015 - 08:25

Se conoscessi Putin personalmente ed avessi con lui quel tanto di confidenza che mi potrebbe permettere di dargli un consiglio (del quale peraltro pare non avere bisogno) gli direi di NON STARE A PERDERE DEL TEMPO CON OBAMA tanto quello palesemente gioca dall'altra parte del tavolo.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 16/11/2015 - 09:16

Si peccato che sia la persona sbagliata. Caro Presidente Putin, lo sa meglio di me chi l'ha finanziato l'ISIS.. A meno che, non sia una tecnica per combattere entrambi (califfato e USA).

antipifferaio

Lun, 16/11/2015 - 09:46

E' la certificazione del fallimento della leadership americana ed europea filo tedesca. Putin ovviamente come opzione sine qua non avrà chiesto la fine delle sanzioni....ergo fine dell'europa a guida krukka. Stiamo a vedere gli sviluppi, ma di certo la banda del "buco nero" è con le spalle al muro....

Ritratto di cormoranofly

cormoranofly

Lun, 16/11/2015 - 10:50

menomale che Putin c'è...! Dall'altra parte: USA Arabia Saudita Turchia....EUROPA SVEGLIATI!!!

nordest

Lun, 16/11/2015 - 11:31

Putin non fidarti di Obama è come una serpe, e fa il doppio gioco pur di vendere armi.

Giampaolo Ferrari

Lun, 16/11/2015 - 11:57

L'abbronzato comunista è ora che la smetta di rompere i coioni con le chiacchiere,chi sono che armano e finanziano questa gente,lui lo sa bene come tutti gli altri,uno va bene perche vendono le armi l'atro perche in questo sistema il petrolio cala il prezzo,gli idioti ineggiano alla primavera araba e la democrazia,risultato lo stiamo vedendo.