Putin: "Non ridarò mai la Crimea all'Ucraina"

Annessa a Mosca nel 2014, oggi Vladimir Putin afferma che non resituirà mai la Crimea all'Ucraina

Nesuno sconto e nessun ripensamento da parte di Vladimir Putin. Il presidente russo fa sapere che non ridarà mai indietro la Crimea all'Ucraina. "Cosa? È impazzito?", ha risposto al giornalista che, nel corso di un documentario diffuso oggi, gli chiedeva se ci fossero delle circostanze in cui potrebbe essere pronto a restituire la Crimea. "Queste circostanze non ci sono e non ci saranno mai", ha detto il leader del Cremlino nel documentario (intitolato "Putin") che è stato pubblicato sugli account sui social network del noto conduttore tv pro Cremlino Dmitry Kiselev, in vista delle presidenziali del 18 marzo.

Com'è noto la Russia annesse la Crimea nel 2014, sottraendola all'Ucraina e dando sostegno ai ribelli filorussi, dopo che in Ucraina una rivolta popolare sostenuta fortemente dall'Occidente aveva cacciato il governo pro Cremlino dell'ex presidente Viktor Yanukovych. L'annessione della Crimea portò a sanzioni contro la Russia da parte di Unione europea e Sati Uniti. Nel documentario - prodotto dal giornalista Andrei Kondrashov, portavoce della campagna di Putin - compaiono interviste a diversi alleati del leader russo, compresi l'ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder e il violoncellista suo amico d'infanzia Sergei Roldugin.

In un'intervista all'emittente Usa Nbc Putin aveva suggerito che possano essere stati ucraini, tatari o ebrei a interferire nelle elezioni presidenziali Usa del 2016, ma non il Cremlino. "Perché avete deciso che le autorità russe, me incluso, hanno dato un permesso di fare questo?", ha chiesto Putin. "Che succede se sono russi? Ci sono 146 milioni di russi. Quindi cosa? Non mi interessa. Non mi potrebbe interessare meno... non rappresentano gli interessi dello Stato russo". Ed ha aggiunto: "Forse non sono neanche russi ma ucraini, tatari o ebrei, ma con la cittadinanza russa, che dovrebbero anche essere controllati; forse hanno doppia cittadinanza o la green card; forse gli Usa li hanno pagati per questo. Come potete saperlo? Neanche io lo so".

Commenti

cir

Dom, 11/03/2018 - 17:00

Grande uomo , presidente dei tutta l' europa.

alox

Dom, 11/03/2018 - 17:07

Come volevasi dimostrare e conferma del fatto che il voto, referendum era una farsa in Crimea ma e' stata annessa con la forza e che Putin e' l'Hitler del secondo millennio e se non saranno i Russi a spazzarlo via ci penseremo NOI!

kitar01

Dom, 11/03/2018 - 17:23

La rivolta popolare ha buttato giù un governo democraticamente eletto (ma l'occidente non era contro i populismi? Cos'è più populista di una piazza che butta giù un governo legittimo? In secondo luogo l'articolo dimentica di dire che c'è stato un voto popolare della Crimea che ha scelto liberamente la Russia. Se la rivolta del popolo è legittima per buttare giù il governo filorusso, dovrebbe essere legittima anche la rivolta del popolo della Crimea che non voleva stare con l'Ucraina ma con la Russia. Ma a quanto pare il populismo è buono e santo quando è filoamericano, la rivolta popolare è buona e santa quando è filoamericana, mentre quando fa scelte diverse il popolo non va più bene.

VittorioMar

Dom, 11/03/2018 - 17:31

...NON AVEVAMO DUBBI !!

alox

Dom, 11/03/2018 - 17:45

Il Cremlino ha fatto campagna pro Trump perche' Trump avrebbe riconosciuto la Crimea come Russia, ha sempre difeso e continua da difendere la Russia di Putin al punto da definire il proprio Paese tale e quale la Russia (intervista con Bill O'relly) per "accordi" presi prima dell'annessione ma non ancora chiari...ma il congresso USA ha legato le mani a Trump.

Ritratto di pascariello

pascariello

Dom, 11/03/2018 - 17:57

Mi sembra giusto, la Crimea è da sempre Russa ed i suoi cittadini si sentono Russi, come ai tempi della guerra in Crimea a cui parteciparono i nostri soldati inviati da Cavour ! Fu Krusciov a "donarla" all' Ucraina per motivi di equilibri interni, con la fine dell'USSR è normale che torni alla vera patria :

umbertoleoni

Dom, 11/03/2018 - 18:04

come noto alla gente perbene, Putin ha le idee chiare e soprattutto conosce bene la storia del suo paese. LA CRIMEA DA SECOLI E' SEMPRE STATA ANIMA E CUORE RUSSA ! Solo asini ignoranti e comunisti non lo sanno. Mi chiedo soltanto quando questa disgraziata UE si accorgerà anche che l'ukraina orientale ha tutto il diritto di rivendicare la propria autonomia e restare nella sfera di influenza che ritiene piu' opportuna ! Ma noi, bravi bravi, restiamo appecoronati alle sue farlocche decisioni "europee", pur nella consapevolezza che la stragrande maggioranza degli italiani, NON LA PENSA COSI !

steacanessa

Dom, 11/03/2018 - 23:20

Putin ha ragione. La Crimea è sempre stata russa. È stata data all’ucraina da stalin negli anni 30. Adesso che è tornata a casa non la mollerà più.

umbertoleoni

Dom, 11/03/2018 - 23:43

ALOX, cominciavo a preoccuparmi perché ancora non si era materializzato qui l'esperto ini storiografia moderna di turno per dimostrarci come e quanto la propaganda di regime, abbia stupidito gli italiani riuscendo a riempire una quantità' industriale di capocce di informazioni farlocche e ridicole, confidando nella cronica ignoranza degli italici figli ! Ma per fortuna sei arrivato tu in tempo per togliermi di dosso questa preoccupazione che mi avrebbe tolto il sonno almeno per questa notte. Grazie dunque

Divoll

Lun, 12/03/2018 - 00:28

Ricordiamo che la Crimea fu concessa da Krusciov alla rep. socialista sovietica ucraina nel 1954 con un colpo di mano e CONTRO LE LEGGI ALLORA VIGENTI NEL PAESE, oltre che contro la volonta' degli abitanti della penisola. Quindi si parla oggi di ritorno e di ri-annessione per volonta' popolare (referendum).

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 12/03/2018 - 08:11

kitar01 - Concordo col suo intervento e aggiungo: l'articolo farebbe bene a ricordare ai lettori che fu proprio l'Ucraina ad operare una serie di boicottaggi nei confronti della Crimea. I black-out in Crimea e la mancata distribuzione dell'acqua per irrorare i campi, tutte orchestrate dall'Ucraina, sono sovente dimenticate. Non ci scordiamo che durante il referendum dell'annessione c'erano pure degli osservatori OCSE che hanno verificato che tutto si svolgesse in maniera regolare. Ma si sa, c'è bisogno del lupo mannaro... no?

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 12/03/2018 - 09:15

alox Dom, 11/03/2018 - 17:07,incomincia ad andare avanti tu...

routier

Lun, 12/03/2018 - 09:25

Fin dai lontani tempi della Magna Grecia, le rivendicazioni territoriali fanno parte della storia dell'uomo e, come sempre, vince il (politicamente e militarmente) più forte. Stupirsene o indignarsi è da ingenui.

VittorioMar

Lun, 12/03/2018 - 11:29

..UNO CHE NON HA INTERFERITO NELLE ELEZIONI ITALIANE : VERO STATISTA !!

BOBBYRICKY

Lun, 12/03/2018 - 12:08

alox: sono curioso di sapere.....NOI CHI??????

BOBBYRICKY

Lun, 12/03/2018 - 12:14

In Ukraina c'e' stato un COLPO DI STATO organizzato e finanziato dagli USA e dalla GERMANIA!! In CRIMEA c'e' stato un REFERENDUM popolare con cui, liberamente, si e' decisa l'annessione alla Russia. FINE DELLA STORIA.