Quei voli dell'Aeronautica Militare Italiana a supporto della collettività

Il numero di trasporti dall'inizio dell'anno a favore di persone in imminenti pericolo di vita è salito a 113, per un totale di oltre 300 ore di volo

Alghero, Napoli, Milano, Cagliari, Roma, Reggio Calabria, Genova e Palermo. Sono solo alcune delle numerose città che hanno visto protagonisti i mezzi e gli equipaggi dell'Aeronautica Militare Italiana in supporto della collettività. Con gli ultimi tre voli effettuati, il numero di trasporti dall'inizio dell'anno a favore di persone in imminenti pericolo di vita è salito a 113, per un totale di oltre 300 ore di volo. Significativo il dato relativo ai trasporti dalla regione Sardegna, oltre il 30% dei voli, infatti, è stato effettuato a seguito di richieste pervenute dalle prefetture sarde.

​​​​Il 31 maggio scorso, ad esempio, è decollato dall'aeroporto di Alghero un C-130J dell’AMI con a bordo un'ambulanza che trasportava un bambino di 8 anni in imminente pericolo di vita. Il trasporto sanitario d'urgenza da Alghero a Genova si è reso necessario per assicurare al piccolo paziente, ricoverato presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari, immediate cure mediche specialistiche presso l'ospedale pediatrico Gaslini del capoluogo ligure. Il 14 maggio scorso, gli aerei del 31° Stormo hanno eseguito tre trasporti sanitari d'urgenza a favore di cittadini in imminente pericolo di vita, mentre 24 ore prima, un equipaggio della Missione Italiana di Collaborazione nel Campo della Difesa (MICCD) a Malta ha soccorso una donna in pericolo, caduta in mare nei pressi di Mgarr. Il nove maggio, infine, un Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino è decollato per effettuare un trasporto sanitario in favore di uomo, residente in Campania, in attesa di trapianto epatico. Dopo aver imbarcato il paziente, il Falcon è prontamente ripartito alla volta di Milano Linate, per consentire il successivo trasferimento presso il Policlinico del capoluogo lombardo.

L'Aeronautica Militare, attraverso i suoi Reparti di volo deputati al trasporto aereo, la 46a Brigata Aerea di Pisa, il 9° Stormo di Grazzanise, il 14° Stormo di Pratica di Mare, il 15° Stormo di Cervia ed il 31° Stormo di Ciampino, mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare 24 ore al giorno, 365 giorni l'anno, senza soluzione di continuità e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica. La peculiare capacità dei mezzi dell'Aeronautica Militare di imbarcare equipe ed apparecchiature mediche e sanitarie specifiche, come ad esempio le culle termiche o addirittura le ambulanze, come nel caso dei velivoli della 46a Brigata Aerea di Pisa, consente inoltre a pazienti e medici di raggiungere prontamente le strutture sanitarie più idonee ai loro bisogni viaggiando in completa sicurezza.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 02/06/2016 - 12:40

Sarebbe simpatico conoscere quanti voli sono stati fatti per soccorrere Italiani e quanti per risorse ed extracomunitari,non per razzismo ma per capire dove vanno a finire i soldi di PANTALONE!

killkoms

Gio, 02/06/2016 - 12:58

anche se la priorità per comunisti e derivati sarebbe di andare a raccattare i clandestini in mare..!

Mechwarrior

Gio, 02/06/2016 - 14:14

Spero che non trasportino cosi' solo i parenti dei politici e gli amichetti loro. se lo fanno per tutti indistintamente allora: GRAZIE RAGAZZI!!!!!

cgf

Gio, 02/06/2016 - 15:42

con l'airbus ne salverebbero di +.. ma quello non lo tocca nessuno, vero?

linoalo1

Gio, 02/06/2016 - 16:09

Però non viene specificato quante vite sono state,in effetti, salvate!Ossia se il Gioco vale Candela,come si usa dire!!E poi,perchè usare un Aereo per una sola persona?Un Elicottero non sarebbe sufficiente??Ricordiamoci sempre che siamo sempre Noi Cittadini,volenti o nolenti, che dobbiamo pagare il viaggio!!!

Ritratto di T1000

T1000

Gio, 02/06/2016 - 16:18

In Svizzera c'è il servizio della REGA che viene a prenderti in qualsiasi parte del mondo. Il costo è di 150CHF annui su base volontaria, ma ti vengono a prendere anche se non hai pagato. Solitamente chi ha più risorse finanziarie paga la "membership" anche per una persona meno abbiente, sempre su base volontaria.

Tuthankamon

Gio, 02/06/2016 - 17:05

Bè lo fanno almeno dal '60 quando due equipaggi furono trucidati in Congo nella missione ONU. Questi interventi, come tutti quelli delle Forze Armate, sono all'ordine del giorno. Anche se i politic(ant)i e i media hanno una bella memoria corta. Come certi intellettual(oid)i che fanno scritti o film sputtanatori e pieni di illazioni su cose di cui non sanno niente (tipo Ustica). Oggi vorrei ricordare il Carabiniere che come tanti ha appena dato la vita per la collettività. Condoglianze alla famiglia.

Tuthankamon

Gio, 02/06/2016 - 17:09

Vorrei ricordare a tutti i commentatori che (in Italia in particolare) "i militari" non fanno assolutamente niente che non sia ordinato dai politici ... e questi ultimi sono particolarmente svelti nel ritirare le mani dopo aver fatto le frittate. Se vengono dedicate risorse all'immigrazione clandestina questo viene deciso dal politico, il militare decide come fare le operazioni, MAI DI FARLA IN AUTONOMO.

zucca100

Gio, 02/06/2016 - 19:06

killkoms, ma lo sai che sei proprio stupido?

killkoms

Ven, 03/06/2016 - 14:00

@zucca,è autentica libidine sentirsi dare della stupido da uno che si definisce "zucca(sicuramente vuota)"!

zucca100

Ven, 03/06/2016 - 19:03

Killkoms, contento tu...

killkoms

Ven, 03/06/2016 - 20:39

contento te,se sei convinto che è giusto e lecito andare a prendere davanti alle coste africane gente che paga fior di soldi a ndei criminalu per venire qui!

zucca100

Sab, 04/06/2016 - 11:54

Killkoms, mi arrendo...