Ragazza 17enne muore per le lesioni subite dopo lo stupro di gruppo

La 17enne sarebbe stata ingannata da 4 "amici", che l'avrebbero prima stordita e poi violentata

È morta a 17 anni, a causa delle ferite riportate dopo uno stupro di gruppo, subita nella Bolivia Occidentale. Jhoselin non è sopravvissuta all'aggressione di quattro ragazzi.

Sembra che la ragazza abbia trascorso la giornata fuori, in compagnia di alcuni conoscenti e che avesse bevuto ma, dopo il secondo cocktail avrebbe perso conoscenza. Jhoselin si sarebbe risvegliata solamente dopo la presunta aggressione, accusando forti dolori: secondo quanto riporta il Sun, la ragazza non riusciva a muoversi e i fianchi, aveva molto freddo e i facevano male. Allora, sarebbe riuscita in qualche modo a raggiungere la strada per chiedere aiuto ai passanti, che l'hanno portata in ospedale.

La 17enne sarebbe stata ricoverata d'urgenza all'ospedale, per tentare un intervento chirurgico ricostruttivo. Le ferite sul corpo della giovane, però, erano troppo gravi e Jhoselin è morta qualche settimana dopo.

Per l'aggressione fatale è stato fermato un gruppo di 4 ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 17 anni, sospettati di essere gli autori della violenza sessuale. Sembra che gli aggressori conoscessero la vittima: secondo le prime ipotesi, il gruppo conosceva la ragazza e, dopo averla stordita, avrebbero abusato di lei. Sembra che il branco avesse fatto uso di sostanze stupefacenti, prima del presunto stupro. Ora, i sospetti rischiano fino a 30 anni di carcere.