Ragazze sequestrate in Siria, l'assessore di Varese: "Sprovvedute, là per i selfie"

Clerici contrario al pagamento del riscatto: "Ci pensino i loro ancor più sprovveduti genitori"

"Ora mi chiedo: per le due sprovvedute (sarò diplomatico) partite per farsi i selfie tra i ribelli siriani è giusto che si mobiliti la diplomazia internazionale?". Aprendo il dibattito su Facebook l'assessore all’Ambiente e alla Protezione civile del Comune di Varese, Stefano Clerici, non nasconde le proprie critiche su Vanessa Marzullo e Greta Ramelli rapite nei giorni scorsi ad Aleppo. Non che neghi alle ragazze l'intervento della comunità internazionale per riportarle a casa sane e salve ma non accetta il pagamento del riscatto: "Io lo farei eventualmente pagare ai loro ancor più sprovveduti genitori".

Trentadue anni, ex Alleanza nazionale, poi presidente dei giovani del Popolo della libertà, Clerici è noto per aver espresso nei mesi scorsi, sempre sul social network, posizioni in sostegno di Bashar al Assad ("Tieni duro presidente"). Dichiarazioni per le quali sono state chieste le sue dimissioni da parte del Pd cittadino. "Umanamente mi dispiace, per carità, ma con la guerra non si scherza e da bambine è bene che non si giochi alle 'piccole umanitarie', ma con le Barbie", prosegue nel messaggio (postato la notte scorsa) sulle due volontarie rapite vicino ad Aleppo. "Perché se parti con l’incosciente presunzione di risolvere un problema e poi, paradossalmente, il problema diventi tu, non può essere la collettività a pagarne il prezzo"continua Clerici che usa la bandiera siriana come foto del profilo Facebook. "Ora speriamo solo che tornino sane e salve a casa - conclude - che imparino la lezione e che tacciano perché l’idea che due ragazzine siano in mano a dei terroristi islamici senza alcuno scrupolo mi fa gelare il sangue nelle vene".

Al duro post Clerici collega un link a un articolo di un blog intitolato Le stronzette di Aleppo. E a chi gli fa notare, nei commenti al messaggio, che le foto di Vanessa e Giulia e i selfie pubblicati nei giorni scorsi sono stati tutti scattati in Italia, l’assessore replica: "Con il riferimento ai 'selfie con i ribelli' intendevo in realtà sottolineare la superficialità, l’incoscienza e l’evidente spensieratezza adolescenziale del loro 'viaggio per portare la pace nel mondo'". "Imbarcarsi in un’avventura più grande di loro è stato folle, e folle è stato il beneplacito che i genitori hanno dato a due ragazzine appena uscite dal liceo (seppur maggiorenni, per carità) - prosegue - con troppa faciloneria hanno individuato i buoni e i cattivi di questo annoso conflitto e si sono schierate dalla parte dei ribelli, pensando di aiutare dei combattenti per la libertà e finendo per diventare, invece, funzionali al loro folle progetto jihadista. Ora bisogna solo sperare che i terroristi ribelli si accorgano di aver alzato troppo la posta e le rilascino senza torcere loro un capello, perchè non abbiamo certo bisogno di altre due martiri".

Commenti

C.teRamius

Sab, 09/08/2014 - 13:59

Ruvido? No, concreto. Cinico? No, realista. Brutale? No, disincantato. Comunque, riportiamole a casa.

swartzw

Sab, 09/08/2014 - 14:11

Solo per far notare che da poco e' rientrato in Spagna un missionario colpito da ebola,lo stato serio spagnolo ha obbligato la ONG responsabile del missionari a pagare tutte le spese neccessarie per il trasporto a Madrid,secondo voi lo stato italiano che fara' in questo caso?

marcomasiero

Sab, 09/08/2014 - 14:16

condivido in toto ! bravo assessore ! certi giochini non s' hanno da fare ! soprattutto quando un sito istituzionale come quello della Farnesina "invita" tutti gli italiani presenti in Siria a rientrare poichè non è garantita la loro tutela da parte di un' Ambasciata NON in grado di alcunchè in quella situazione ! BAsterebbe sapere leggere e poi INUTILE scatenarsi eventualmente contro lo Stato !

roberto_m

Sab, 09/08/2014 - 14:21

perfetto stefano clerici! parole sante! non si vede perchè deve essere la collettività a pagare per l'incoscienza, la superficialità e l'ignoranza di queste due ragazzine sprovvedute che giocano a fare le pacifiste crocerossine. responsabilità ne hanno comunque anche i loro genitori.

madboy

Sab, 09/08/2014 - 14:21

Sprovveduti che si avventurano per mare con condizioni meteo avverse; sprovveduti che fanno escursioni in montagne quando il buon senso suggerirebbe di stare in baita! incoscienti che si recano in luoghi non sicuri! E NOI comunità paghiamo a caro prezzo le LORO bravate! Per i NOSTRI eroi marò giochiamo! che bella ITALIA!

elgar

Sab, 09/08/2014 - 14:32

Mi dispiace ma i genitori due parole gliele potevano dire. Queste sono dilettanti allo sbaraglio. Per fare certe cose ci vuole un minimo di addestramento. Va bene, riportiamole a casa . Ma basta con queste vispe terese. Ci costano un sacco di soldi per il riscatto e poi quando ritornano in patria hanno notorietà e candidature. Per il futuro per andare in certi posti ci vorrebbe una patente rilasciata dalla Farnesina nonchè un apposito permesso e una liberatoria rilasciata dall'interessato.

steffff

Sab, 09/08/2014 - 14:36

non solo non abbiamo bisogno di due martiri..... Non abbiamo neppure bisogno di altre due oche che quando vengono liberate ringrazino i loro rapitori e non i loro liberatori..... e, soprattutto, non abbiamo bisogno di un altro Calipari.

killkoms

Sab, 09/08/2014 - 14:38

@swartzw,l'ipocrita stato italiano ha chiesto ai 4 poliziotti coinvolti nel caso aldrovandi i 2 milioni di € con cui ha indennizzato la famiglia del predetto!inoltre lo stato italiano ha preso in sudan,con un proprio volo di stato,la "cittadina americana" originaria di quel paese che era stata imprigionata per apostatasia!per non parlare del dispiegamento di forze(mare lorum)dal costo di circa 10 milioni di € mensili,per soccorrere i clandestini africani! siamo gli eterni buoni per gli altri,e cani tra di noi!basti pensare a come quegli scalatori italiani che incapparono in una disavventura dalle parti dell'himalaya,che una volta in salvo non partirono finchè non fù chiarito che le spese sostenute dal soccorso aereo pakistano sarebbero state rimborsate!

luigi.muzzi

Sab, 09/08/2014 - 15:22

basterebbe una norma semplice: ognuno è libero di andare dove vuole e, in caso di pericolo, puoi chiamare i soccorsi... ma SE viene dichiarato un pericolo per la collettività (valanghe, mare mosso, regione pericolosa) le eventuali escursioni sono a rischio e pericolo PROPRIO, i soccorsi non si negano ma poi presentano il conto !

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 09/08/2014 - 15:38

Condivido il parere dell'assessore di Varese.

titina

Sab, 09/08/2014 - 15:49

Per salvarle bisogna salvarle. Poi i genitori pagheranno a mano a mano.

aitanhouse

Sab, 09/08/2014 - 16:15

le due ragazzine hanno pensato che forse quella sarebbe stata la via più corta per raggiungere la notorietà ed .....il parlamento.. ...visti i precedenti. quindi prendere le bandiere dei ribelli, dichiarare la loro simpatia,anzi il loro appoggio, sarebbe stato un atto molto gradito alla solita sinistra antagonista che ne avrebbe fatto sicuramente nuove eroine.

Nebbiafitta

Sab, 09/08/2014 - 16:45

Prima penso che sia arrivato il momento per riportare a casa i due Marò dall'India e poi eventualmente...........

pittariso

Sab, 09/08/2014 - 16:50

Bravo Clerici.

gigi0000

Sab, 09/08/2014 - 16:58

Oche giulive, o vispe Terese certamente, ma bisogna riportarle a casa. Clerici ha perfettamente ragione e sarebbe ora di far pagare i soccorsi a tutti gli sprovveduti che s'avventurano in pericoli solo per farsi belli, trovandosi poi in difficoltà, come fanno gli svizzeri col soccorso alpino, per esempio. Alle fanciulle ed alle loro famiglie auguro una prontissima soluzione della faccenda e non importa se anche con un centesimo delle mie tasse, o con qualsiasi altro importo, purché tornino presto, ma, non accada mai più!

Ritratto di apasque

apasque

Sab, 09/08/2014 - 17:24

Sì, basta con i riscatti statali che fanno ingrassare i terroristi. Che ci pensino le loro famiglie a farle rientrare. E capiranno, forse un giorno, che andare in Siria sì, fa più effetto che andare a Ibiza o alle Maldive. Ma che non saranno mai loro a cambiare il mondo. PS: e i Marò?

Ritratto di apasque

apasque

Sab, 09/08/2014 - 17:24

Sì, basta con i riscatti statali che fanno ingrassare i terroristi. Che ci pensino le loro famiglie a farle rientrare. E capiranno, forse un giorno, che andare in Siria sì, fa più effetto che andare a Ibiza o alle Maldive. Ma che non saranno mai loro a cambiare il mondo. PS: e i Marò?

Ritratto di apasque

apasque

Sab, 09/08/2014 - 17:24

Sì, basta con i riscatti statali che fanno ingrassare i terroristi. Che ci pensino le loro famiglie a farle rientrare. E capiranno, forse un giorno, che andare in Siria sì, fa più effetto che andare a Ibiza o alle Maldive. Ma che non saranno mai loro a cambiare il mondo. PS: e i Marò?

gigetto50

Sab, 09/08/2014 - 17:44

.....appoggio totale.....cominciamo a far pagare(anche se in parte....visto che il riscatto senz'altro non sara' cosa da poco come al solito...) e credo che gli insensati colpi di testa diminuiranno drasticamente.....

Ritratto di francocantu

francocantu

Sab, 09/08/2014 - 17:45

Spero che tornino a casa ...gravide !

gigetto50

Sab, 09/08/2014 - 17:46

...appoggio totale....é ora di far pagare (anche se parzialmente vista, immagino, l'entita' del riscatto come al solito) e credo che gli insensati colpi di testa diminuiranno drasticamente...

@ollel63

Sab, 09/08/2014 - 17:47

ignoratele! State facendo il loro gioco. Lasciatele perdere!

Ritratto di Marcateo

Anonimo (non verificato)

Giacinto49

Sab, 09/08/2014 - 18:11

Stanti i costumi che ormai imperanti, e l'atteggiamento "capoccetta-capoccetta" che compare in tutte le foto, rimane anche da sperare che possa trattarsi semplicemente di una......fuiitina.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 09/08/2014 - 18:20

Lasciatele in Siria, così non rompono più i maroni...

gigetto50

Sab, 09/08/2014 - 18:23

....certo....giusto...ignorare.......

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 09/08/2014 - 19:05

SONO CAZZI LORO. IO NON VOGLIO PAGARE UN CENTESIMO

TommasoBerretta

Sab, 09/08/2014 - 19:51

Non c'è dubbio che il ragionamento di Clerici se non vogliamo essere ancora considerati sco....è perfettamente condivisibile!!!

carlenrico

Sab, 09/08/2014 - 19:56

Parole sante!

FRANGIUS

Sab, 09/08/2014 - 22:34

"aitanhouse" ha ragione ! la bravata della Sgrena che e' costata la vita ad un poliziotto italiano e' servita per mandarla in parlamento ! VERGOGNA! Ha ragione Clerici,hanno ragione le persone che qui han fatto il loro commento.Chi va in giro a fare il cretino e l'incosciente per interesse o notorietà deve pagare di tasca sua ed anche le eventuali spese sanitarie relative ad incidenti dolosi per imbecillità.Ma i nostri governanti criminali se ne fregano.Preferiscono lasciar morire di disperazione gli italiani ridotti da loro alla miseria e farsi un bel mese di ferie,mantenuti da noi,che le ferie non sappiam più cosa siano.Ed il pagliaccio di stato va a stringer le mani e fare selfie con gli imbecilli.Pussa via Renzie !

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 10/08/2014 - 07:43

Eventuale riscatto servirebbe ad acquistare armi da usare contro I cristiani. Quindi si fottano

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Dom, 10/08/2014 - 08:28

Quando la verità è di una sconcertante semplicità si grida allo scandalo . Bravo assessore, non farti intimidire .

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 10/08/2014 - 11:35

Evidentemente non è la droga l'unico male che affigge i nostri giovani.