Referendum, il Barcellona gioca a porte chiuse con il Las Palmas

Il Barcellona ha chiesto di non scendere in campo contro il Las Palmas al Camp Nou proponendo il rinvio della partita

Il referendum sull'indipendenza della Catalogna ha di fatto agitato le acque anche nella Liga spagnola. Il Barcellona ha chiesto di non scendere in campo contro il Las Palmas al Camp Nou proponendo il rinvio della partita. Di fatto il rinvio è stato chiesto per ragioni di sicurezza. Il clima a Barcellona è rovente, sono centinaia le persone ferite dai poliziotti della Guardia Civil durante le operazioni per impedire i voti nei seggi catalani. Ma in questo "caso Barcellona" ci sarebbe anche un altro retroscena: il Las Palmas nei giorni scorsi aveva chiesto e ottenuto il permesso di poter disputare il match di campionato sul campo dei blaugrana con una bandiera spagnola cucita sulla maglia, come riporta il quotidiano La Vanguardia. Ma a quanto pare la richiesta del Barcellona è stata respinta dalla Federeazione che ha definito unilaterale la richiesta del Barcellona. Le squadre dopo un braccio di ferro hanno raggiunto lo stadio: la partita si giocherà a porte chiuse.