"Picchiare le mogli non è reato". ​Russia verso la depenalizzazione

La nuova legge depenalizza il reato quando non è ripetuto e non porta a traumi che rendano necessario il ricovero in ospedale. Approvata in terza e ultima lettura dalla Duma, ora deve essere approvata dal Senato

La Russia tra poco avrà una nuova legge sulla violenza domestica, che depenalizza in alcuni casi il reato di violenza domestica. Dopo l'approvazione della Duma (camera bassa del parlamento) ora il testo dovrà passare al Consiglio della Federazione ed essere firmato poi dal presidente Vladimir Putin. Ma vediamo meglio cosa prevede la legge. La violenza domestica viene depenalizzata, ma solo nel caso in cui non abbia provocato danni di salute alla vittime e non sia reiterata. La nuova legge stabilisce espressamente che non sarà più reato l'aggressione da parte di familiari che provocano dolore fisico e lasciano lividi o graffi alle vittime. Solo nel caso in cui l'aggressore torni a prendere di mira il proprio familiare potrà essere processato in sede penale e punito con il carcere, e in ogni caso solo se la vittima sarà riuscita a dimostrare i fatti, perché la giustizia non potrà più agire d'ufficio.

E su questo punto divampano subito le polemiche. Efe Mari Davtian, avvocato esperta di violenze di genere, osserva che "le vittime dovranno riunire da sé tutte le prove dell'aggressione e andare a tutte le udienze in tribunale per dimostrarla. È assurdo che non si agisca d'ufficio. In pratica l'aggredito deve indagare sul proprio caso". I promotori dell'iniziativa legislativa, due deputati e due senatori del partito Russia Unita del presidente Putin, sostengono dal canto loro che si intende depenalizzare solo le aggressioni che non provocano danni alla salute delle vittime. "La palese ingerenza nella famiglia" da parte della giustizia "è intollerabile", aveva detto Putin un mese fa nella sua conferenza stampa annuale. Inoltre il presidente della Duma, Viacheslav Volodin, ha definito inaccettabili le pressioni da parte del Consiglio d'Europa, che si è rivolto per iscritto a entrambe le Camere del parlamento russo per esprimere la propria preoccupazione.

I casi di violenza considerati includono, e mettono sullo stesso piano, quelli sugli adulti e sui minori. Le aggressioni ripetute saranno punibili con sanzioni fino a 40mila rubli (676
dollari) e ore di servizi per la comunità fino a sei mesi o la detenzione fino a tre mesi.

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Ven, 27/01/2017 - 14:42

------non poteva fare altro putin--visto che i russi sono un popolo di ubriaconi che giornalmente picchiano le compagne---l'alternativa sarebbe stata costruire nuove carceri---queste si che sono sane leggi machiste----e se le donne provano a manifestare avranno una ulteriore dose di pugni e schiaffi---hasta

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 27/01/2017 - 15:09

Putin non ne sbaglia una hasta pagliacetti...E non rispondere xchè da Noi è anche peggio...Vedi Stalker lasciat liberi di uccidere nonostante le denuncie ma i ns. giudici..sono così sempre dalla parte degli imbecilli---si arrabbiano solo quando gli vai a toccare i privilegi....zitto elkid zitto che è meglio....

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 27/01/2017 - 15:16

Ma che ".. palese ingerenza nella famiglia"! Vuoi mettere quanto contribuiscono al sano menàge familiare un paio di schiaffoni ben assestati (ma dati con la giusta misura, che non lascino danni permanenti insomma che fa brutto!)?

Mr Blonde

Ven, 27/01/2017 - 15:19

sempre meno vicini all'occidente sempre più come gli arabi; curioso di vedere i voli pindarici per giustificare questa ennesima prova di una società medioevale

ziobeppe1951

Ven, 27/01/2017 - 15:21

elkid..14.42...non guardare sempre e solo il dito..sta dicendo..depenalizza il reato quando non è ripetuto e non porta a traumi che rendano necessario il ricovero in ospedale..detto ciò, in itaglia è molto più permissiva con stalker, ladri e delinquenti..per non parlare delle leggi vigenti nei paesi dei tuoi amici trogloditi

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 27/01/2017 - 15:27

elkid Caspita ma Tu Sei il classico tipo del Bar Sport che sa tutto di tutti....una vera eciclopedia....cmq Putin...rimane un mito ..intramontabile....vedi Siria....ma siccome sai tutto Tu....!!!! Ci aspettiamo altre perle di saggezza illuminante...

blackone

Ven, 27/01/2017 - 15:40

santoddio, putin avrà ragione in Siria, e in termini geopolitici ha da insegnare a mezzo mondo... ma questa è istigazione a delinquere da parte del coniuge...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 27/01/2017 - 15:48

E' preoccupante il fatto che dietro all'apparenza lotta alla violenza (le peggiori intenzioni in occidente sappiamo sono sempre mascherate da buoni propositi) il regime del "politically correct" promuove la sottrazione di potestà a padri e madri.

petra

Ven, 27/01/2017 - 15:55

Non toccate i bambini. Vergogna Putin. Sei stato sempre il mio idolo, ma ora mi deludi.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 27/01/2017 - 15:55

In itaglia gli amici di elkid hanno depenalizzato tutto e nessuno si è mai scandalizzato.

telepaco

Ven, 27/01/2017 - 15:56

@elkid, guardi che noi in Italia abbiamo poco da criticare sul versante tolleranza ai delinquenti, meglio tacere. Qui si parla di depenalizzare aggressioni che portino a graffi o piccoli lividi, mentre per le aggressioni serie c'è subito il carcere tre mesi, magari in Siberia, e sappiamo come sono le carceri russe. Da noi il buonismo sinistroide ha depenalizzato 50 reati commessi la prima volta, compresi furti, rapine e aggressioni. Se a commetterli poi è l'immigrato anche un'aggressione per strada ad una donna mandata all'ospedale non porta al carcere mai, quindi faremmo bene noi popolo di buonisti che perdona tutti gli sbarcati a stare zitti

petra

Ven, 27/01/2017 - 15:56

#elkid Che succede in Italia se una donna denuncia di essere stata picchiata?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 27/01/2017 - 16:02

Mica come in Italia dove rom e stupratori immigrati escono di prigione dopo 1 giorno.

Aio

Ven, 27/01/2017 - 16:33

E come dice il saggio proverbio arabo: Bastona tua moglie ogni mattina. Tu non sai il perchè, ma lei sí.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Ven, 27/01/2017 - 16:40

Signori, per favore, un minimo di misura. D'accordo, in Italia molte cose non funzionano, e se non sbaglio muore una donna ogni tre giorni. Ma qui si parla di leggi, non di quel che succede. Un conto è la giustizia che non funziona. Un conto è uno stato che si dota di una legge che praticamente permette le violenze, purché leggere. Non confondete, per favore, la legge con la sua imperfetta applicazione. D'accordo difendere Putin ad ogni costo, ma anche i geni possono sbagliare, e questa legge è terribile. Poi, per il resto, Putin sarà anche un genio, ma l'essere partigiani non dovrebbe portare a perdere il senso della misura.

zohar

Ven, 27/01/2017 - 17:15

Ma cosa vi stracciatella le vestiti che qui in Italia abbiamo i mussulmani che danno botte da orbi a moglie e bambini....e nessuno glieli toglie...ipocriti

rocchetti

Ven, 27/01/2017 - 17:21

Spero che la legge sia reciproca cioè se una moglie mena il marito con un bel colpo di mattarello, è in regola.

Mr Blonde

Ven, 27/01/2017 - 17:24

salrandazzo la sua saggezza è troppo per questa marmaglia di commentatori, secondo me manco la capiscono

paolone67

Ven, 27/01/2017 - 17:34

Finalmente una iniziativa di Putin che la nostra sinistra femminista potrà approvare. D'altra parte la sinistra non è da anni che difende i mussulmani che in quanto a maltrattamento sulle donne non sono secondi a nessuno? Putin come gli imam: finalmente la sinistra sarà contenta di Putin.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 27/01/2017 - 17:43

E' incredibile assistere ai voli pindarici dei soliti noti che, pur di difendere Putin, concordano che una norma prevista dalla sharia e da loro condannata fino a ieri sia oggi buona e giusta!

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 27/01/2017 - 17:45

Si, va bene, picchiare le mogli non è reato. Ma le mogli di chi? Bisogna specificare. Altrimenti Ivan esce di casa, entra e va a riempire di botte Ludmilla, la moglie del vicino. Tanto, dice Putin, non è reato. Si scherza, ovvio, ma davanti a notizie simili si può essere seri?

Zizzigo

Ven, 27/01/2017 - 18:01

Si tratta di "violenza domestica". Non sempre è il maschio, quello forte! Cambiate titolo.

ziobeppe1951

Ven, 27/01/2017 - 18:09

Caro sognatore66..17.43....quando i beduini si esprimono con la sharia nei confronti delle donne il sinistrume non esprime MAI! la propria indignazione...mi spieghi il motivo?

Tuvok

Ven, 27/01/2017 - 18:23

Dreamer, Putin non ha nulla a che vedere con la decisione della Duma, anzi, lo scorso luglio è entrato in vigore un’emendamento al “Criminal Code”proposto dalla Corte Suprema e autorizzato da Putin, che considerava la violenza domestica come ATTO CRIMINALE. La legge approvata dalla Duma ribalta completamente questa situazione, per fortuna la chiesa ortodossa esulta, ha anche dichiarato ufficialmente che, se ragionevole e data con amore, la punizione corporale è un diritto essenziale conferito da Dio ai genitori. Peccato che ignori completamente che la violenza domestica in Russia è un grave problema, altro che amore, e non solo verso i bambini ma anche verso le donne. Si vede che Dio non si è spiegato bene. Trova tutto questo e anche di più nel seguente articolo pubblicato dal Moscow Times. https://themoscowtimes.com/articles/if-he-beats-you-it-means-he-loves-you-54866

Juniovalerio

Ven, 27/01/2017 - 19:18

nelle famiglie che funzionano c'è sempre un uomo forte che lavora duro e che comanda saggiamente, una donna onesta lavoratrice e saggia che sa ascoltare, e figli studiosi laboriosi studiosi rispettosi e ubbidienti

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Ven, 27/01/2017 - 22:50

@tuvok, a quanto pare la Santa Madre Russia sta tornando verso valori "tradizionali". Non so quanto Putin sia davvero estraneo a tutto questo. Ai nostri occhi ignoranti sembra che in Russia niente succeda contro il Suo volere. Concetto condiviso dai volenterosi commentatori che, come tanti soldatini (o cani di Pavlov?) si sono subito spesi in sua difesa. Se, come lei dice, Putin è estraneo, i commentatori hanno preso un granchio. Capita, ad essere abituati a commentare più per partito preso che per reale convinzione. Comunque, ripeto, confrontare una legge russa con la malagestione italiana è una sciocchezza. Magari applicata male, ma in Italia la legge condanna certi comportamenti. La depenalizzazione in Russia invece toglierà ogni difesa a donne e bambini vittime di uomini "tradizionalmente" violenti. Con il plauso dei commentatori di qui, che "se lo fanno i russi va bene".

alox

Sab, 28/01/2017 - 01:09

Il nuovo che avanza...LOL

mila

Sab, 28/01/2017 - 08:49

@ blackone e Petra-Avete letto l'articolo? La legge non e' stata proposta da Putin, ma da deputati della Duma

alox

Sab, 28/01/2017 - 11:37

@tucok/mila lo sanno tutti che Putin e' una santo in terra, un angelo in mezzo ad un branco di Lupi (la Duma), oppure non conta un c.zzo...la colpa e' di Obama, della CIA, delle banche e soros o della vostra sorella che controllano la Russia, il Mondo, l'Universo...prendevi gli ausonio e andate aff...lo!!!

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Sab, 28/01/2017 - 12:20

@mila, da quel che si può capire dal nostro osservatorio imperfetto, in Russia "Non si muove foglia che Putin non voglia". Ma se anche Lui fosse estraneo e addirittura contrario a questa legge (e mi pare strano che in Russia, proprio in Russia, passi quasi all'unanimità una legge a cui Lui è contrario), resta il fatto che i commentatori di qui si arrampicano sugli specchi per giustificare questa legge, proprio perché pensano che l'abbia approvata Lui. E, con un triplo salto mortale carpiato, ci dicono di pensare ai musulmani che in italia massacrano di botte le loro mogli. Consiglierei di aggiungere quelli che le sfigurano con l'acido, tanto per fare numero. E continuerei a non capire perché dobbiamo guardare i musulmani i Italia (che violano la legge) e non la Russia che invece si dota di una legge che ammette le violenze.