Rapimento di Abu Omar: sarà estradata in Italia l'ex agente Cia

Sabrina de Sousa, coinvolta nel caso Abu Omar, verrà a giorni estradata in Italia

Abu Omar, ex predicatore a Milano

Sabrina de Sousa, ex agente della Cia, uno dei 26 agenti degli Stati Uniti condannati in absentia in Italia per quella che fu la vicenda realtiva al sequestro dell'imam egiziano Hassan Mustafa Osama Nasr, più noto come Abu Omar, per ordine dell'allora presidente degli Stati Uniti d'America, George W.Bush, è stata incarcerata lunedì in vista della sua estradizione in Italia. A riportarlo è l'agenzia Nova. La De Sousa, oggi ha 61 anni, e l'estradizione in Italia, secondo la stampa Usa, dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. Il dipartimento dello Stato di Washington, però, continua ad affermare una certa insoddisfazione in merito: "Abbiamo chiesto alle nostre controparti quali potrebbero essere le loro prossime mosse, ma non siamo nelle condizioni di entrare nei dettagli", ha dichiarato Mark Toner, un portavoce del dipartimento.

Sabrina de Sousa ha alle spalle undici anni di carriera diplomatica: è a tutti gli effetti un ex ufficiale della Cia. Ha lasciato il suo lavoro nel 2009, oggi sulla sua persona pesa una condanna passata in giudicato per il rapimento di Abu Omar, una fattispecie che negli Stati Uniti viene inserita nella " extraordinary rendition", tema sul quale la diretta interessata mandò anche una lettera a Papa Francesco. La questione risale ai fatti del 17 Febbraio 2003, quando avvenne l'ormai celebre rapimento dell'imam di viale Jenner. Il Portogallo, paese dove Sabrina de Sousa viveva, aveva più volte respinto qualunque ipotesi relativi all'estradizione. Oggi le conferme sull'arrivo della de Sousa in Italia arrivano direttamente dal suo legale. L’avvocato della de Sousa, infatti, Manuel Magalhaes e Silva, ha dichiarato all’AP che un tribunale portoghese avrebbe dato istruzione alla polizia di dare seguito all'estradizione dell'ex agente Cia in Italia, dove verrà a scontare una penna della durata di quattro anni.

Il provvedimento esescutivo delle autorità portoghesi, in realtà, risale all'estate nel 2016. Il presidente Mattarella, però, ha già concesso la grazia a Seldon Lady, ex capo della cia condannato per il medesimo caso. L'attuale Capo dello Stato, allora, considerò il fatto che dalla prima elezione del Presidente Obama, la pratica della extraordinary rendition fosse stata interrotta o comunque non praticata, essendo tra l'altro considerata in Italia e nel resto dell'Unione Europea come non compatibile con i principi fondamentali di uno Stato di diritto. Nel caso in cui l'ex agente Cia dovesse scontare la pena, sarebbe l'unica tra i suoi colleghi: tre di essi hanno ricevuto la grazia, gli altri non sono mai tornati in Italia

Commenti
Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mer, 22/02/2017 - 15:39

Risarcito per Guantanamo dagli inglesi, si fa esplodere a Mosul Abu Omar è un terrorista". Ma la galera la rischiano gli 007, anche se i Giudici condannano l'Imam a 6 anni, però gli lasciano il risarcimento per il sequestro. Mentre a finire nei guai sono gli agenti che collaborarono con la Cia per il blitz, intanto, Trump va avanti piaccia o no a NYT insiste sull'accoglienza dell'America fregandosene Delle migliaia di morti del G0 e decine di migliaia di familiarti in crisi?

venco

Mer, 22/02/2017 - 16:11

Da mettere in galera questi giudici che hanno fatto tutto questo casino su questo Abu Omar.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 22/02/2017 - 16:16

CONDANNATELA ALL'ERGASTOLO,così impara rapire uno che incita al terrorismo!!ACCHHH SOOOO!!!

TRIDENT1103

Mer, 22/02/2017 - 18:20

altro che estradizione, dovrebbero darle un premio per aver svolto bene il suo lavoro!

People

Mer, 22/02/2017 - 19:01

(IN)giustizia italica. Da sostituire coi militari.

Aleramo

Mer, 22/02/2017 - 19:19

Ma perché i terroristi fanno sempre tutto quello che vogliono e chi li combatte viene invece attaccato proprio da quelli che lavora per proteggere? E poi questo Abu Omar chi era, una verginella innocente?

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 22/02/2017 - 20:13

Il tutto mi sembra un'operazione da dementi. Non il rapimento ma il processo. Inoltre, non capisco perché il Portogallo la voglia mandare qui.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 22/02/2017 - 22:40

bandog - Per quanto non li sopporti, sta volta fanno bene ad estradarla. Questo fu un vero e proprio sequestro di persona e l'imam risultò essere innocente. Invece pensiamo a prendere gli altri, quelli che il terrorismo lo fanno o lo predicano davvero.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 23/02/2017 - 09:02

come si permettono questi gringos a venire in Italia e rapire cittadini senza chiedere le autorizzazioni del caso.TRIDENT1103,fessachitto ma questo Abu Omar cosa era colpevole? Poi anche le lo fosse stato in Italia non vige la tortura ma il carcere dopo un giusto processo.Tu dovresti andarea vivere in mezzo agli Zulù...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 23/02/2017 - 10:46

prima di mettere in galera questo musulmano ci sono elementi del PD,esprimo una mia idea personale,vabbè io sono speciale perchè metterei dentro anche chi lo ha votato...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 23/02/2017 - 11:11

venividi: tanto semplice! Non sono i portoghesi a volerla mandare in Italia ma l'Italia che l'ha chiesta per farle scontare una condanna inflitta da un Tribunale italiano. E siccome esiste un trattato per l'estradizione il Portogallo è obbligato a farlo.