Siria, altro smacco per Obama: lascia pure lo zar anti Isis

Obama si prepara a lanciare una campagna militare più aggressiva contro i jihadisti. Ma il generale John Allen, l'uomo-chiave della coalizione anti Isis, lascia l’incarico

Un altro smacco per Barack Obama. E il fronte siriano si fa sempre più complicato. Proprio quando la Casa Bianca sta valutando di cambiare strategia nella lotta allo Stato islamico, l'uomo-chiave della coalizione lascia l’incarico. Il generale in pensione John Allen, incaricato di coordinare le operazioni contro i jihadisti, ha deciso di dimettersi. Ufficialmente per motivi personali: vuole stare vicino alla moglie malata. Ma, secondo fonti ben informate la decisione sarebbe legata soprattutto al disagio dell’ex ufficiale di fronte alla gestione della lotta al Califfato e la mancanza di sufficienti risorse.

In una intervista alla Stampa, il segretario di Stato americano John Kerry dice chiaramente di essere preoccupato dal "sostegno militare di Mosca per il regime di Bashar Assad", che rischia di provocare una "escalation ulteriore del conflitto". "La brutalità del regime, che la Russia sostiene, ha alimentato la crescita dell’estremismo", continua il capo della diplomazia americana secondo cui le azioni di Mosca, che ha schierato soldati, jet e blindati nella base siriana di Latakia, potrebbero portare a un’escalation e a "una maggiore perdita di vite innocenti, accrescere il flusso di rifugiati e rischiare un confronto con la coalizione anti Isis operante in Siria". Ma, mentre Obama e i suoi tuonano contro Vladimir Putin, che a conti fatti è il solo a muoversi per neutralizzare l'Isis, la Casa Bianca deve fare i conti con le dimissioni del generale John Allen, ex comandante delle forze in Afghanistan. Il suo successo più importante è sicuramente quello di aver strappato un accordo con la Turchia all’inizio del 2015 per permettere alle forze armate americane di usare la base aerea di Incirlik per far partire i raid contro l’Isis in Siria. Ed è proprio in Siria che Obama avrebbe deciso di cambiare strategia.

Secondo il Washington Post, l’amministrazione si prepara a lanciare una campagna militare più aggressiva contro i jihadisti e considera l’ipotesi di fornire armi e munizioni a un vasto gruppo di ribelli. Alti funzionari che hanno voluto mantenere l’anonimato hanno rivelato al Washington Post che "la Casa Bianca potrebbe decidere di fornire armi alla coalizione dell’opposizione che si trova nel nord del Paese". Fino ad ora erano arrivate solo armi non-letali e equipaggiamenti difensivi. L’auspicio è che il gruppo combatta insieme alle forze curde per isolare Raqqa e impedire il transito di armi e militanti tra la Siria e la città irachena Mosul. La mossa segna un importante cambiamento nella strategia dell’amministrazione Obama che nell’ultimo anno ha concentrato i propri sforzi per sconfiggere l’Isis in Iraq considerando la Siria un luogo con poche prospettive per un successo sul campo. Se l’iniziativa andrà in porto, sarà la prima volta che il Pentagono fornirà direttamente armi a gruppi di ribelli in Siria, che finora ha addestrato al confine turco e quello giordano. "La Casa Bianca - sostengono alti funzionari - non ha ancora preso una decisione e potrebbe continuare con la politica dei raid aerei nel Paese". L’amministrazione sta anche considerando l’ipotesi di sfruttare il consenso di Ankara sull’uso della base aerea di Incirlik per aiutare a blindare il confine turco-siriano.

Commenti

Fjr

Mer, 23/09/2015 - 08:55

La Siria ,la tomba politica dei democratici e di Obama, il prossimo giro di valzer sarà' repubblicano, contro lo strapotere tattico politico dei russi e di Putin , ormai è' chiaro che l'embargo è' servito solo a far danni all'Europa , lo scandalo dei Diesel WV ,secondo me troppo ad orologeria,è' la prova che gli USA vogliono contare in Europa come nello scacchiere mediorientale lo scandalo è' un modo per dire, attenzione siamo pericolosi

Tobi

Mer, 23/09/2015 - 09:02

quante bugie sulla Siria. Obama ha voluto che in Siria crescesse apposta il caos per rovesciare Assad e quindi mettere in difficoltà la Russia, alleata di Assad e che in Siria ha l'unico suo sbocco navale del mediterraneo. Sono scandalosi l'ipocrisia ed il cinismo dell'amministrazione U.S.A. e di Obama (sempre che questo fantoccio manovrato da fili nascosti conti qualcosa).

tormalinaner

Mer, 23/09/2015 - 09:12

Leggo nell'articolo che Obama ha inviato "armi non letali" mi domando se sono i soldati gay, transessuali e roba del genere che sventolano bandiere arcobaleno "peace and love"????

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Mer, 23/09/2015 - 09:12

sono arroganti criminali del tutto incompetenti.Con le enormi somme di dollari comprano tutto: la stampa,i media,persone e dignita'. Vogliono ad ogni costo la guerra.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 23/09/2015 - 09:17

Purtroppo Obama è un deficiente poltico. Non ne ha azzeccata una, naturalmente con la collaborazione di Francesi (specie in Libia) e dei “padri” Inglesi. Noi invece no, dato che non contiamo nulla: subiamo soltanto.

little hawks

Mer, 23/09/2015 - 09:25

Dal macello che hanno fatto inutilmente nella prima guerra del golfo in poi non ne hanno imbroccata una! Vorrei capire dove vogliono andare gli americani, certe volte sembrano incapaci di una linea politica estera coerente. Hanno fatto di tutto per crearsi nemici sanguinari e non riescono nemmeno a disimpegnarsi, si sono messi contro la Russia che è l'unica che abbia un punto di vista coerente nei confronti dei jhadisti, hanno perso migliaia di loro cittadini, militari e civili.....che cosa vogliono?

angelovf

Mer, 23/09/2015 - 09:29

Ma l'America e l'Europa che difende l' Ucraina non vede che ISIS e Ucraina combattono insieme?

egi

Mer, 23/09/2015 - 09:39

Io sostengo Putin, questi americani di m...a dopo aver causato con la complicità degli stupidi francesi questo esodo, iniziato con la primavera araba, ora continuano a romperci le palle, forse si starebbe meglio con la Russia.

routier

Mer, 23/09/2015 - 09:47

Quello che mi lascia perplesso è come gli americani (tra cui annovero dei parenti stretti) abbiano potuto eleggere loro Presidente (per ben due volte) un figuro come il negro Obama.

elio2

Mer, 23/09/2015 - 09:49

Il guerrafondaio americano credeva di aver a che fare con i soliti appecorati europei e invece si trova a dover far i conti con uno con le paxxe. Grazie presidente PUTIN, asfaltalo.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 23/09/2015 - 09:59

Il governo nordamericano continua in maniera velata a fornire armi e aiuti finanziari ai tagliagole dell ISIS.L opposizione islamica al legittimo governo di Bashar, viene alimentata continuamente dagli USA;in pratica esiste una coalizione antigovernativa siriana formata da una vasta miriade di terroristi filoccidentali,compresa quella fornita dal governo turco ,interessato solo al genocidio curdo.

momomomo

Mer, 23/09/2015 - 10:04

Kerry attacca Putin per semplice invidia: la mossa che ha fatto Putin, l'avrebbero dovuta fare gli americani, ma molto prima dei russi. Ma è sempre così, quando vedi che uno ci ha pensato prima di te, non ti resta che contestarlo, invece di riconoscere quanto scemo sei stato.........

HappyFuture

Mer, 23/09/2015 - 10:09

Sergio, ascolta, non dare addosso ad Obama, tanto per seguire lo "spin"! Segui magari il viaggio Papale. Hai notato che carinamente Obama si è portato moglie e figlie ad incontrare il Papa? Hai notato che sto Papa non "passa in rassegna" i militari in armi luccicanti schierati in drappello d'onore? Hai notato, come sia stato disteso il "clima della sicurezza"? COME FACCIO A DIRLO? Ad accogliere il Papa c'era anche John Biden, il vice Presidente. Il Vice Presidente non sta mai con il Presidente, perchè se succede qualcosa al Presidente deve prendere lui le redini della Nazione. Mi spieghi quali sono le armi NON-letali? Cambia reporting, che è meglio.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 23/09/2015 - 10:10

Kerry continua ad inveire contro Putin per ovvi motivi strategici.Il governo dei NEOCON NORDAMERICANI non contenti dell arrivo di Putin ,fa sputare veleno dalla bocca del sottosegretario di stato, cercando di diffondere all opinione pubblica mondiale un tentativo inutile di forma di discredito verso il sommo leader Russo. Ormai difronte al mondo intero gli USA risultano i responsabili criminali di tutte le atrocita e destabilizzazione mediorientali; per non contare con le altre sparse per il mondo.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 23/09/2015 - 10:12

La situazione sembra molto ingarbugliata. Putin in Siria appoggia le truppe regolari di Assad contro i ribelli e l'Isis. Obama vuole aumentare l'aggressività contro l'Isis ma deve spiegare cosa ha mai fatto realmente per combatterlo. Sembrerebbe che ambedue combattano lo stesso nemico ma, purtroppo, non è così. Obama spudoratamente mostra tutta la sua ambiguità e la controversia verso la Russia di Putin. Nel contesto il disegno ultimo di Obama è proprio quello di innescare un conflitto contro Putin che interesserà l'Europa intera e lontano da casa sua. Poco importa tutto il resto: tagli di teste, massacri, migrazioni bibliche atte a destabilizzare l'antica Europa ecc. Si deduce che il fine ultimo USA è di proseguire nella fallimentare "primavera araba" di democratizzazione che aspira al dominio economico dato dal petrolio. Fantasia? non credo.....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 23/09/2015 - 10:28

Ormai gli USA nella questione mediorientale hanno definitivamente operso la faccia. Grazie anche all'oligofrenico abbronzato che hanno insediato alla Casa Bianca. Speriamo solo che, alle prossime elezioni, abbandonino la cosca democratica che già troppi danni ha perpetrato in politica internazionale.

fiorerosso

Mer, 23/09/2015 - 10:30

Obama è solo un gran buffone!

Blueray

Mer, 23/09/2015 - 10:35

Obama è un nano politico. Su questo non ci piove. Le politiche belliche della sua amministrazione si sono rivelate rovinose e devastanti. Non risolve i problemi, arma i gruppi sbagliati, destabilizza popoli e Paesi, incrementa le migrazioni di massa. Quando non si azzecca una si ha l'obbligo di lasciar fare agli altri, specialmente ora che dell'Isis si sta occupando la Russia!

alfonso cucitro

Mer, 23/09/2015 - 10:38

Sarebbe ora che gli americani,visto il loro amor patrio,si svegliassero e facessero dimettere il pazzo guerrafondaio abbronzato islamico.Da quando è stato eletto non solo non ne ha azzeccata una nel contesto di politica estera ma ha fomentato diversi focolai di guerriglia in molte nazioni africane e arabe e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.Purtroppo ha anche avuto l'appoggio di parecchi stati europei,i quali pensavano e pensano tuttora di arricchirsi a spese altrui.Da tutto ciò si nota la sua completa incapacità di governare una grande nazione e quindi il popolo americano ne dovrebbe chiedere a gran voce le dimissioni.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 23/09/2015 - 10:40

momomomo Ma quale mossa doveva fare prima Obama di Putin?Se lISIS e una loro creatura e l immobilismo viene giustificato dal loro interesse di destabilizzazione dell intera aerea mediorientale per tirare giu il governo legittimo siriano.Ergo Obama avrebbe dovuto combattere se stesso, sono incredibilmente sorpreso che la gente ha ancora le idee confuse .

Doppiavela21

Mer, 23/09/2015 - 10:44

1.gli USA non sono mai stati nostri alleati; 2.gli USA stanno fornendo armi all'ISIS e si sono apertamente schierati col mondo islamico, contro l'Europa; 3.l'unico baluardo contro le nostre minacce sono Putin e Assad; 4.ma gli italiani continuano a dormire sonni tranquilli, cullati dalla falsità e dalle menzogne del PD. 5.l'italia non conta nulla ed è stretta in giochi molto più grandi. 6.Bergolio complice dello sfascio della Chiesa e falso come giuda. Che Dio ce la mandi buona.

epesce098

Mer, 23/09/2015 - 10:45

E' l'unico, fra tanti deficienti (USA ed EUROPA), che tenta di proteggerci dall'ISIS.

HappyFuture

Mer, 23/09/2015 - 10:54

@Jiusmel Ma è un libro di Dan Brown, che ha cambiato genere? Ora scrive storie di fanta-politica? Quando Hillary Clinton diventerà il nuovo POTUS, non cambiate "nick", perchè voglio continuare a leggerevi!

onurb

Mer, 23/09/2015 - 11:16

Faccio delle domande retoriche. Chi ha messo a soqquadro i paesi mediorientali e nordafricani? Chi ha destabilizzato la Libia? Chi ha finanziato con grande lungimiranza gli oppositori di Assad? Dunque gli USA in questo momento non si possono permettere di criticare nessuno, tantomeno Putin.

VittorioMar

Mer, 23/09/2015 - 11:18

......cane che abbaia non morde...PERCHE' HA PERSO I DENTI....

Tobi

Mer, 23/09/2015 - 11:28

HappyFuture, lei invece lo spin non lo segue, vero? Mi riferisco a quello delle elezioni U.S.A. qualche anno fa che ha fatto calare Obama come messia disceso dal cielo con tutti i mass-media mondiali allineati all'elogio ed alla venerazione del personaggio. E poi il premio Nobel per la pace immediatamente regalatogli senza che avese fatto nulla per meritarselo. E mentre Obama e famigliuola al seguito (bel quadretto) salutano il Papa, nel medioriente tante famiglie sono sgozzate dall'Isis che è stato prodotto e finanziato da Obama & C. Le chiedo, onestamente, ma lo spin (il messaggio piazzato subliminalmente dai media) di Obama come messia in lei è ancora molto forte. Se ne rende conto? Oppure continuerà ad elogiarlo a prescindere volgendo lo sguardo sollo agli ameni quadretti della famigliola di Obama ignorando le tragedie che ha causato nel mondo? Finisco col precisare che non sono un tifoso di G.W. Bush, quindi mi risponda su Obama e basta. Grazie.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 23/09/2015 - 11:39

Fornire armi e munizioni ad un vasto gruppo di ribelli. Ripeto, il nero è impazzito. Apriamo il totoscommesse sulla sigla terroristica che adotterà sto vasto gruppo, ISIS 2.0 ? Tutti i gruppi di ispirazione jihadista musulmana vanno annientati. E' così difficile capirlo?

gianrico45

Mer, 23/09/2015 - 11:46

Gli americani intervengono contro l'ISIS dove gli fa comodo.Lo fanno in Iraq perché ormai l'Iraq è un loro protettorato,in Siria invece finché c'è Assad li usano come alleati contro Assad.Il bello è che con questa "coerenza" vorrebbero governare il mondo.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mer, 23/09/2015 - 12:02

Obama vuole sconfiggere l'ISIS militarmente e poi fare elezioni come in Afganistan, Iraq, Egitto, Libia etc... In cui vincerànno i Fratelli mussulmani ovvero l'ISIS? Mah... Ideee poco chiare ma ben confuse. Forse vuol tirare a campare in attesa di finire il mandato. Sono tutti concordi nel dire che abbattere Gheddafi sia stata una stupidaggine ,invece abbattere Hassad è una cosa seria! sempre idee poco chiare e ben confuse. Così come l'idea del Papa e della sinistra di accogliere tutti i poveri del mondo, ovviamente senza dire come fare, ma questo è un dettaglio di poco conto,come avere a che fare con la realtà. Questi governanti buonisti,socialisti del terzo millenio, sono una sciagura per tutti, già Obama, se sbaglia con la Siria, schiatterà subito.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 23/09/2015 - 12:06

Gli yankees stanno facendo questo casino in accordo con i loro alleati UK, Sauditi etc, per puro interesse economico!!! Vendono armi e vogliono uo sbocco per il gas saudita e quatarense verso l'europa. Assad ha detto picche ( famosa frase di Putin "noi non tradiremmo mai gli amici")e gli Usa e Co hanno montato una situazione che gli è sfuggito di mano. Adesso i senatori usa e sopratutto i democratici stanno avendo ripensamenti a riguardo!! Gli Usa ed Alleati son da processare er crimini contro l'umanità, altro che Assad!!

HappyFuture

Mer, 23/09/2015 - 12:25

@gianrico45 E noi con questa stesssa "coerenza" mandiamo la folgore in Iraq per addestrare al combattimento contro l'ISIS, ma non ci associamo ai bombardamenti dell'Isis nella coalizione "voluta" da Obama. Io dico che se per alcuni giornalisti, certi argomenti sono ostici, non si.... cimentassero! Bye, bye!

Ritratto di marystip

marystip

Mer, 23/09/2015 - 12:26

E l'America smetta di non sostenere Assad. Sessant'anni di politica estera USA portano a diffidare fortemente sulle reali intenzioni degli americani che resta l'unico paese imperialista del globo. Hanno votato un nero filo islamista e le conseguenze saranno pesantissime per l'Europa.

HappyFuture

Mer, 23/09/2015 - 12:34

@Tobi, i problemi nel mondo l'hanno creati i Repubblicani, supportati dai loro amici Europei. Purtroppo in Europa ancora sono in inavomibile controllo gli amici dei Repubblicani! Obama ha portato a casa un milione di soldati USA. Ha creato programmi di re-inserimento degli uomini nella vita civile.... Ha "risolto" la crisi.... disoccupazione al 5%.... (NOI al 12% propagandato da Matteo Padoan -ormai si sono fusi in una sola persona-) E lei mi dice che seguo lo "spin" a favore di OBAMA? Meno male che Obama c'è! Vi squalificano gli argomenti con cui attaccate Obama. Errare è umano, perseverare è seguire lo "spin"! Coi media che mi censurano i miei "post" confermate le mie opinioni! Bye, bye!

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mer, 23/09/2015 - 12:40

Con la mia ignoranza in politica, dico che se ci andavo io al posto di Kerry facevo di meglio. E' preoccupato perchè la Russia sostenendo Assad, che perlomeno combatte l'Isis, aumenterà la portata del conflitto, e lui per smorzare il rischio va a piazzare un pò di atomiche sotto al naso di Putin! Scusi Kerry, ma cosa si aspetta, che il lupo della steppa Vladimir, tipo tosto, scappi scainando? Che cervello fino, per non parlare di Obama, ha la stessa espressione di Alfano, fateci caso e tirate le somme.

beale

Mer, 23/09/2015 - 12:46

Il "Renzi" di colore!!

agosvac

Mer, 23/09/2015 - 12:53

Kerry, ammesso che sia possibile, è ancora più stupido di Obama. Il problema del medio oriente non è, allo stato attuale delle cose, Assad bensì l'isis. Gli Usa stanno facendo lo stesso errore che hanno già fatto con Gheddafi e Mubarak. Senza Gheddafi la Libia è ad un passo dall'essere uno stato islamico satellite dell'isis. In Egitto ad Obama non è andata come sperava perché gli egiziani sono riusciti ad eliminare i fratelli mussulmani impedendo che diventasse anche esso un focolaio di disordini come è la Libia!!! E' chiaro che i dirigenti Usa non riescono a capire niente dei loro errori, visto che continuano a farli.

Tobi

Mer, 23/09/2015 - 13:02

HappyFuture, prendo atto che lei è un sostenitore a prescindere di Obama e che i problemi li creano sempre e solo gli altri. Io le avevo già risposto che in fatto a guerre sia i repubblicani e sia i democratici rispondono a stesso padrone ed entrambi fanno le guerre. Ma Obama ha fatto molto di più. Alle guerre, ha aggiunto anche un prepotente appoggio all'ideologia perversa del gender, all'aborto, non solo negli U.S.A. ma imposto nel resto del mondo. A fronte del milione di soldati U.S.A. ritirati, poi ci sono molti milioni di esseri umani sfollati in medioriente che sfuggono ai "ribelli" assassini armati da Obama & C. Ma lei preferisce soffermarsi sul felice quadretto di Obama e famiglia che salutano il Papa con la manina. Che tenerezza!

zingozongo

Mer, 23/09/2015 - 13:03

lo zar anti isis lascia obama ? ma veramente da quello che si legge in rete pare proprio che gli usa non abbiano nessuna intenzione di combattere i tagliagole, anzi anzi tutto il contrario, con la potenzia di fuoco aerea che hanno potevano distruggerli e invece sono ancora la..fanno il lavoro sporco di mandare via assad , il nemico del mio nemico e'...mio amico

Tobi

Mer, 23/09/2015 - 13:11

HappyFuture, avrà anche notato che alle porte dell'Europa, oltre al problema terrorismo e tragedie dell'immigrazione dal medioriente c'è anche il problema Ucraina? Lo sa che nel governo ucraino sono state piazzati uomini di fiducia dell'attuale amministrazione U.S.A.? Un paio di ministri ed alti dirigenti. Lo sa che anche in Ucraina gli sfollati (per le ribellioni fomentate dall'attuale amministrazione U.S.A.) si aggirano intorno al milione? Ma a lei va bene che Obama ritiri i suoi soldati (che ormai è paragonabile al detto di chi lancia il sasso e nasconde la mano). Lei giudica solo lo spin degli altri. E questo è proprio l'effetto dello spin che si è impossessato di lei.

levy

Mer, 23/09/2015 - 13:17

Negli USA prima erano al comando i repubblicani , poi i democratici, ma la politica non è cambiata. questo dimostra che il voto è solo un'illusione data ai cittadini.

levy

Mer, 23/09/2015 - 13:23

L'isis è sostenuta, finanziata, armata dagli USA per far fuori Assad, i terroristi dell'isis sono responsabili di atrocità, per questa ragione, tra le altre, disprezzo l'amministrazione degli USA, ciò non significa disprezzare gli americani, che hanno la mia solidarietà per essere vittime del loro governo guerrafondaio.

Massimo25

Mer, 23/09/2015 - 14:17

Obama ha avuto un merito,questo é indubbio.Fare conoscere l'america per quello che altri presidenti e i nostri falsi giornalisti riuscivano a fare passare per paese democratico.Obama al mostrato cosa gli USA sono sempre stati negli anni:destabilizzatori,finanziatori di gruppi terroristici e organizzatori di colpi di stato, ne sono pieni gli ultimi 40 anni...alla faccia del paese democratico

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 23/09/2015 - 14:32

HappyFuture, qualcuno a noi noto in un passato recente diceva che a pensare male qualche volta ci si azzecca pure. Lei, invece, sembra molto sicuro di se e di vivere una realtà annebbiata dall'indottrinamento che ha subito da piccolo. La certezza in cui crede ha creato i frutti che stiamo vivendo nostro malgrado. Forse, anzi senza forse, lei è anche troppo ottimista, però non mi fiderei comunque a stare in questa Europa, e fossi in lei, programmerei l'espatrio in un mondo più consono alle sue idee, dove il comunismo ha raggiunto il suo massimo splendore. Nord Corea? Nonostante tutto le voglio bene quindi le propongo Cuba, attualmente in fase di redenzione "democratica" dove, dopo una bella tirata di avana, potrebbe vedere uno spiraglio di libertà. Cordialmente la saluto.

moltoschifato

Mer, 23/09/2015 - 14:46

Ancora 1 anno e due mesi di danni che,saranno irreparabili fino a che c'è lui alla casa bianca nessuno è al sicuro con Obama la discriminazione razziale è aumentata come è aumentato l'odio nei confronti delle forze dell'ordine ha saputo inimicarsi gli alleati più fedeli che aveva e non ne aveva molti Israele e Arabia Saudita ha saputo emarginare agli chi del mondo la più grande potenza economica e militare si è messo contro i vertici militari insomma ancora 1 anno e due mesi che saranno lunghi da passare ........un italiano in USA

Tobi

Mer, 23/09/2015 - 15:28

Jiusmel, ma cosa dice, ma quale Nord Corea! HappyFuture si trova a proprio agio nella Famiglia di Barack Obama Hussein. Per lui è il paradigma di famiglia perfetta, dove tutti sono felici e rendono felici tutti gli altri. HappyFuture ha confuso la casa bianca con la famiglia del mulino bianco. Affezionandosi troppo al concetto di spin (rotazione) ne è rimasto ammaliato. Ed ha confuso le pale giranti del mulino bianco, con le gran balle raccontate da Obama in tutti i suoi autocontraddicenti discorsi.

sesterzio

Mer, 23/09/2015 - 15:40

Obama ogni due mosse ne sbaglia tre.Non si riesce a capire cosa voglia fare. E' sulla strada buona per inimicarsi anche i pochi Paesi amici rimasti.Di questo passo si troverà vicini,forse,solo i suoi famigliari e il gatto.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 23/09/2015 - 16:11

La guerra è sempre l'ultima risorsa ma se si decide di seguire questa strada occorre avere il coraggio di farlo fino in fondo, con tutte le risorse necessarie che consentano una rapida soluzione. Le guerre "annunciate" e combattute a tappe danno solo un senso illusorio di minor gravità e non danno soluzioni stabili.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 23/09/2015 - 17:00

Tobi, condivido. saluti

Tobi

Mer, 23/09/2015 - 17:41

Ricambio i saluti, Jiusmel, leggo sempre con interesse i tuoi commenti.

giovanni951

Mer, 23/09/2015 - 18:11

kerry, come tutti i politici americani, è un pagliaccio, un incantatore di serpenti che non incanta più nessuno. Tranne renzi e roba simile.

wrights

Mer, 23/09/2015 - 18:24

Non credo proprio che gli USA e alleati vogliono o abbiano mai voluto compiere campagne aggressive contro l'ISIS, per adesso gli unici raid che partono da Incirlik sono contro i curdi, che a quanto pare combattono contro l'ISIS. Poi basta vedere l'avversione contro la Russia ed il governo di Assad, che veramente li combattono.

Happy1937

Mer, 23/09/2015 - 18:27

Sarebbe meglio che Kerry si limitasse ad occuparsi delle zuppe che rendono ricca la sua consorte.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 23/09/2015 - 18:33

Lerry, una mega pernacchia ti seppellirà!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 23/09/2015 - 18:34

Kerry, una mega pernacchia ti seppellirà! Non stai mica farfugliando con Renzi.

Libero1

Mer, 23/09/2015 - 18:34

Abbandonato anche dal generale Allen che doveva coordinare l'attacco ai tagiagola,al sempre piu' spennacchiato corvo obama non gli rimane che usare il suo braccio destro kerry per minacciare Putin.Come se le minacce di kerry facessero cambiare idea a Putin. Putin non e' Ghadday.E' un uomo con le pa.le pronto a usare anche l'atomica.

alox

Mer, 23/09/2015 - 23:11

Putler sta' tirando la corda se non ci pensano i Russi ci pensano i Marines....lo vedo in coda come Hilter, Saddam, Milosevich etc

noem

Mer, 23/09/2015 - 23:54

Bravo Bobama continua a fare delle caxxare enormi in tutto il mondo e mi raccomando di far fuori anche la Siria che è l'ultimo baluardo contro l'ISIS. Abbiamo già visto gli enormi vantaggi della primavera araba da quando avete tolto di mezzo Gheddafi la Libia è un giardino fiorito!!!

swiller

Gio, 24/09/2015 - 10:26

Americani criminali guerrafondai.

swiller

Gio, 24/09/2015 - 10:31

John Kerry altro criminale guerrafondaio.

epesce098

Gio, 24/09/2015 - 10:32

Come calza bene per Obama e per l'Europa l'esempio di quel marito che per far dispetto alla moglie si taglia i cogli...