Siria, la guerra segreta degli Stati Uniti d'America

Il Washington Post svela il ruolo della Cia e delle Forze Speciali americane nella lotta al terrorismo

Esiste una guerra, silenziosa e nascosta, che gli Usa stanno combattendo in Siria. Una guerra fatta a colpi di droni per far fuori il maggior numero possibile di alti rappresentanti dello Stato islamico. Come riporta il Washington Post, la Cia e le forze speciali americane hanno avviato "una campagna militare segreta per colpire i terroristi in Siria". In uno degli ultimi raid ha trovato la morte uno jihadista inglese che, molto probabilmente, si occupava delle campagne social dell'Isis.

Questo "piano clandestino", come lo definisce il Washington post, vede un ruolo sempre più importante della Cia nello scenario siriano. Anche il Ctc, il centro di antiterrorismo Usa, sta svolgendo il compito di identificare e localizzare alcune tra le più importanti figure dello Stato islamico, ritenute obiettivi primari per la lotta al terrorismo. Ma questa guerra fatta di droni e di intelligence non si ferma solamente in Siria. Come riporta il Washington Post, l'America sta svolgendo operazioni segrete anche in "Pakistan, Yemen, Somalia e in alcune parti del Nord Africa".

Commenti

rosa52

Mer, 02/09/2015 - 13:22

ad oggi non si vede nessun risultato....

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mer, 02/09/2015 - 13:22

Sembra una guerra un po' blanda...

i-taglianibravagente

Mer, 02/09/2015 - 13:48

tutte palle.

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 02/09/2015 - 13:55

Verissimo. Però la guerra è condotta attraverso l'isis, con consiglieri militari usa e cia, contro Assad per rovesciarne il governo. Finiamola di prendere in giro la gente con queste fandonie.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 02/09/2015 - 13:58

Tanto fumo, niente arrosto. Ancora non avete trovato le armi chimiche da qualche parte?

agosvac

Mer, 02/09/2015 - 14:11

Queste azioni chirurgiche degli Usa non porteranno a niente, perché per ogni capo terrorista che eliminano ne spuntano altri due ed ancora più agguerriti. L'occidente deve capire che questa non è un'azione di contenimento, è un'azione di salvaguardia del proprio modo di essere. O noi o loro! I terroristi l'hanno capito, l'occidente ancora non se ne rende conto. Questa è gente che non ha paura di morire, gli hanno detto che andranno in Paradiso. Finché i veri maestri spirituali del vero Islam non gli diranno il contrario, che andranno in inferno, l'unica difesa è l'attacco senza riserve. Tutte le guerre di sterminio sono deprecabili ma non quando si tratta solo di sopravvivenza.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 02/09/2015 - 14:13

L'unica guerra segreta degli USA in corso è quella contro il "cattivone" Assad.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 02/09/2015 - 14:15

Embeh? Volete che il nemico sappia le mosse del suo antagonista? Se non hanno capito che quello che era un alleato si è dimostrato un autentico fedifrago ora hanno un interrogativo da sciogliere. Buon lavoro America!

redy_t

Mer, 02/09/2015 - 14:20

Il punto è che i risultati di una campagna di questo tipo non possono essere resi pubblici. Dunque ogni ipotesi (fallimento o successo) è altrettanto valida.Secondo me ne hanno mandati al Creatore parecchi e, ovviamente, il cosiddetto "Califfato" si guarda bene dall'ammetterlo.

venco

Mer, 02/09/2015 - 14:23

gzorzi, le armi chimiche le usava il califfato e gli americani davano la colpa ad Assad

i-taglianibravagente

Mer, 02/09/2015 - 14:36

Purtroppo anche se sappiamo tutti che sono i soliti giochini non possiamo fare assolutamente NULLA. Qui siamo ai livelli piu' alti delle pianificazioni su scala mondiale di disastri e guerre come purtroppo ne abbiamo gia' visti. Non ci resta che farci un bel segno di croce....e andiamo avanti.

Cheyenne

Mer, 02/09/2015 - 14:56

gli USA non stanno facendo alcuna guerra allo stato islamico se non a parole la stanno facendo al laico e anti-islamico Assad

Mizar00

Mer, 02/09/2015 - 15:11

Talmente segreta che non se ne accorgono neanche loro! Assad, resisti!

VittorioMar

Mer, 02/09/2015 - 16:06

...quando l'informazione è complice!!

m.nanni

Mer, 02/09/2015 - 16:54

non mi fido delll'amministrazione Obama e la Comare; più che l'isis cerca di abbattere Assad. fin troppo chiari i piani e sporchi i giochi.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 02/09/2015 - 17:40

ma quale guerra contro l terrorismo! sono gli USA a fomentarla! e guarda un po' la combattono solo in Siria, dove c'è un regime filorusso. Agli jankees fa gioco terrorizzare l' Occidente con immagini holywoodiane di azioni efferate dei sanguinari seguaci del Califfato....quando -se lo volessero veramente- Isis che viaggia su jeeponi e scassate carrette del deserto, potrebbe essere annullata in una settimana! Sembra incredibile che tanti italiani si facciano abbindolare in questo modo! Preoccupiamoci invece dei migranti islamici che a barconate di mille individui al giorno ci portiamo in casa e sui quali anche il Vaticano specula per inconfessabili quanto autolesionistici fini.

manente

Mer, 02/09/2015 - 17:54

Su Internet ci le foto che ritraggono il gen. McCaine in riunione con i capi dell'Isis. McCaine, è stato denunciato dal governo Assad per il "breafing" tenuto illegalmente in territorio siriano con questi assassini. I "bombardamenti americani contro l'Isis, come testimoniato dagli stessi piloti americani, sono del tutto simbolici in quanto il vero obiettivo sono i curdi, l'eroico popolo che stava per sopraffare le orde dell'Isis. I "bombardamenti" di Obama ed Erdogan, sono dunque a favore dell'Isis, non contro, il che prova che il cosiddetto "califfato islamico" è una "falsa bandiera" che opera per conto di Usa, Turchia, Israello, Arabia Saudita e Quatar. La Storia chiederà conto dei crimini di guerra e delle distruzioni dei monumenti patrimonio dell'umanità commessi dai criminali e dai loro complici che sono la feccia del genere umano.

opinione-critica

Mer, 02/09/2015 - 22:40

Non ci siamo accorti di questa guerra nascosta. Forse gli Usa stanno solo giocando a nascondino quando vedono Isis. Vogliono eliminare Assad e usano Isis, quindi si nascondono per far avanzare Isis.

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 03/09/2015 - 11:45

Mi meraviglierei del contrario. C'è da tenere presente però che questo genere di operazioni non rispondono alla medesima logica delle operazioni militari classiche, ma a considerazioni di carattere geopolitico con a volte finalità tattiche contingenti.