Siria, incontro Obama-Putin: "Raid aerei comuni contro l'Isis"

Dopo due anni di stallo, i due leader tornano a parlarsi. La Casa Bianca: "Sul futuro di Assad c’è un forte disaccordo". E Putin avverte: "Obama non può decidere sul futuro del Paese"

Barack Obama e Vladimir Putin tornano a parlarsi. Dopo due anni di stallo, la cortina di ferro sembra affievolirsi. Tanto che idue sembrano convergere sull'ipotesi di raid aerei congiunti contro l'Isis in Siria. Ma le divergenze sul ruolo del leader Bashar al Assad rimangono aperte. E sono nette.

Dopo lo scambio di accuse nei rispettivi interventi all’Assemblea generale delle Nazioni unite, i due leader hanno avuto un faccia a faccia a porte chiuse durato molto più del previsto. Per 95 minuti si sono detti disposti al dialogo sulla transizione politica in Siria. "Ma sul futuro del presidente Assad c’è un forte disaccordo", riferiscono fonti della Casa Bianca. "Il colloquio con Obama è stato sorprendentemente franco, costruttivo. Possiamo lavorare insieme - ha detto Putin in conferenza stampa - ma i raid aerei in Siria sono illegali perché non c’è l’autorizzazione dell’Onu. Obama e Hollande non sono cittadini siriani. Non possono decidere sul futuro del Paese". Mentre la Russia è aperta alla possibilità di partecipare alla campagna aerea contro lo Stato islamico ("Solo se in linea con con il diritto internazionale"), Putin esclude che le truppe russe, già schierate nel Paese, attaccheranno sul terreno. Fonti della Casa Bianca riferiscono che gli Stati Uniti non considerano il dispiegamento delle forze militari russe in Siria come necessariamente distruttivo per ottenere un risultato positivo sul territorio, ma l’opinione dell’amministrazione dipenderà dalle azioni di Mosca e dal modo in cui proseguiranno. "Se i russi usano la loro forza militare solamente per combattere l’Isis, allora va bene - sostiene una fonte della Casa Bianca - ma se lo fanno per rafforzare la lotta di Assad contro il suo stesso popolo, questo sarà negativo". I due leader hanno, infine, convenuto che le forze armate dovrebbero comunicare al fine di "evitare conflitti militari tra di loro nella regione".

Prima del faccia a faccia, Obama e Putin si erano accusati a vicenda, nei rispettivi interventi all’Assemblea generale dell’Onu, per la catastrofica guerra in Siria e la crisi dei rifugiati che ha contribuito a generare. "Ci sono delle potenze internazionali che agiscono in contraddizione con il diritto internazionale - ha affermato l’inquilino della Casa Bianca con una chiara stoccata a Putin - c'è 'qualcuno' che ci dice che dovremmo sostenere dei tiranni come Assad perché l’alternativa è molto peggio". Quindi, rimarcando che, "dopo tanto spargimento di sangue, dopo tanta carneficina, non si può tornare allo status quo", Obama ha aggiunto: "Assad ha brutalizzato il suo popolo: una soluzione in Siria deve essere la transizione a un nuovo leader. Conduco l’esercito più forte che il mondo abbia mai conosciuto e non esiterò mai a proteggere il mio Paese o i nostri alleati unilateralmente e con la forza se necessario. Ma non possiamo risolvere i problemi del mondo da soli". Putin non ha ceduto di un millimetro sulla linea di appoggiare il governo di Damasco, "il cui esercito è l’unico in grado di sconfiggere l’Isis". "Non cooperare con il governo di Assad è un grave errore - ha proseguito Putin - per combattere l’Isis occorre una coalizione internazionale come quella che si creò contro Hitler durante la Seconda guerra mondiale".

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 29/09/2015 - 08:58

Vladimir PUTIN for President of the Earth. -riproduzione riservata- 8,58 - 29.9.2015

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 29/09/2015 - 09:35

Mr Obama, non mi sembra molto sincero in questa foto...

VittorioMar

Mar, 29/09/2015 - 09:54

..dopo aver "Convinto" ed "Allineato"molti Paesi del M.O.è riuscito a "Convincere" e "Allineare"anche gli U.S.A.....PUTIN SEI GRANDE E VERO STATISTA!!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 29/09/2015 - 10:10

finalmente il mondo ha un Leader con gli attribute giusti

elena34

Mar, 29/09/2015 - 10:12

Il futuro della Siria lo deve decidere il popolo siriano per quanto riguarda Assad

Imbry

Mar, 29/09/2015 - 10:14

Era ora che qualcuno si muovesse. Bravo Vladimir, prendi in mano la situazione e facciamo il culo a quei dementi dell'Isis.

steacanessa

Mar, 29/09/2015 - 10:33

Il belinone diversamente bianco, forse, da segni di lieve recupero mentale.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mar, 29/09/2015 - 10:51

Mangiare due piatti, contemporaneamente, non è certo indicato. Meglio uno alla volta..... Putin ha ragione.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 29/09/2015 - 11:40

Se il Democratic-one (quello nero) e il Democratich-ino (quello bianco) normalizzate le cose, lasciassero decidere ai siriani, con oneste elezioni, se tenersi o meno Assad, non sarebbe un'atto democratico?

clamor

Mar, 29/09/2015 - 11:45

E l’abbronzato continua a perseverare. Non gli sono serviti i vari precedenti: dall’Iran con la caduta dello Scià all’Iraq di Saddam, poi la “primavera araba” che, più che primavera, è stato un inverno gelido e funesto, infine la Libia. Lui vuole esportare “democrazia” e togliere tiranni, poi ci ritroviamo con stati ridotti alla peggiore anarchia, al livello della Somalia e milioni di profughi. Chi combatte veramente contro l’Isis sono l’Egitto e la Giordania, gli altri vanno in ordine sparso, l’armata Brancaleone, con grande piacere degli integralisti. Ora che un politico serio con un esercito di tutto rispetto si vuole schierare, aiutare il mondo civile, lui continua a fare il saputello schizzinoso.

agosvac

Mar, 29/09/2015 - 11:51

Sembra che Obama non riesca proprio a capire che tra due mali si deve scegliere il minore perché il peggiore potrebbe portare ad una catastrofe! Lo ha già fatto con Gheddafi scegliendo di distruggerlo distruggendo insieme a lui l'intera Libia e causando la catastrofe dell'immigrazione clandestina. Catastrofe che, ovviamente, non colpisce gli Usa se non , eventualmente, di riflesso. Infatti oggi arrivano in UE centinaia, più probabilmente migliaia, di terroristi travestiti da profughi. Ma questi profughi dall'UE potrebbero anche arrivare in Usa ed allora sarebbero, per lui, guai davvero seri!!!

aitanhouse

Mar, 29/09/2015 - 11:56

qualcuno spieghi ad obama che le guerre sono fra due contendenti ed i loro alleati:il terzo contendente diventerebbe ...un suicida.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mar, 29/09/2015 - 11:57

Incontro tra Putin e Obama e leggero cambio di piani strategici nordamericani,dettati dal risultato del precedente incontro tra Putin e il presidente israeliano; dove erano stati messi (nero su bianco) accordi commerciali tra la Russia e Israele su nuovi sfruttamenti petroliferi appartenenti al territorio Israeliano.Inoltre Putin si comprometteva a garantire una sicurezza militare e diplomatica verso Israele, esercitando misure belliche di difesa verso i nemici storici di Israele come gli Exbollah integralisti e tutto quello che gli ruotava attorno, grazie alla sua sfera d influenza militare e strategica dello zar ,che risiede nello schacchiere mediorientale.In pratica assisteremo a una nuova ROAD MAP delle PETROMONARCHIE DEL GOLFO.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mar, 29/09/2015 - 12:00

Dario Maggiulli sono d accordo con te,GRAZIE.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 29/09/2015 - 12:02

I Raids "comuni" con Francia e Russia permetterebbero a Obama, furbo come un demonio, di far scappare i suoi jihadisti presi di mira. Inoltre l'odio continuo del bananista contro Assad è l'ammissione che l'USAF ha bombardato le truppe siriane, al posto del califfato. Altra bufala tipo le armi chimiche. Infine Obama ammette che i raids cristiani martellano le postazioni dell'Isis e pertanto gli è venuta l'emicrania ai tagliagole. Poveretti come soffrono...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 29/09/2015 - 12:48

La pazienza di Putin è una delle sue doti migliori.... che sangue freddo, che pazienza per vedere e parlare con un ipocrita come quel servo del mondialismo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 29/09/2015 - 12:52

Putin è il mio presidente. Aborro gli schiavi degli USA che sono appioppati all'Italia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 29/09/2015 - 13:15

Caro Ausonio, è la prima volta che si vedrebbe un'alleanza sul campo di battaglia con sanzioni economiche tra "alleati".

Blueray

Mar, 29/09/2015 - 13:45

Se Obama intende clonare in Siria l'esperienza condotta in Iraq è meglio che lasci perdere fin da subito e passi la palla a Putin. E' ora di finirla di destabilizzare il mondo. Obama peggior presidente USA di sempre.

alox

Mar, 29/09/2015 - 14:12

@ Dario Magiulli hai centrato il motivo del riarmo mondiale!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 29/09/2015 - 14:28

OBAMA,SEMPRE CONTRO ASSAD. ALTRA GRANDE FREGATURA PER L'OCCIDENTE SE CI RIUSCISSE. NON FAREBBE ALTRO, COME PERALTRO SUCCESSO IN LIBIA. A GETTARE CONFUSIONE E SCOMPIGLIO DEI POPOLI SIA IM EUROPA CHE NEL MEDIO ORIENTE, TENENDO SEMPRE A RAGGUARDEVOLE DISTANTA GLI USA DA GUERRIGLIE ED ALTRO.MOLTO FAVOREVOLE PERALTRO. LA VENDITA DI ARMI E CONSUMO DI BOMBE AEREE INUTILI E SOLO DANNOSE. MOLTO INTELLIGENTE QUESTO OBAMA ??

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 29/09/2015 - 14:37

Si vis pacem para bellum. Il celebre motto latino deriva molto probabilmente da una massima di Publio Flavio Vegezio, che recita «Qui desiderat pacem, praeparet bellum» (De re militari, Prologo del Libro III). Chi desidera la pace, dunque, prepari la guerra. L’idea trova forse un antecedente nel libro del Siracide, in cui si legge un ammonimento simile: «Figlio, se ti presenti per servire il Signore, preparati alla tentazione» (Sir 2,1). L’uomo che intende mettersi sulle tracce del «Dio della Pace» – come si esprimerà anche Paolo di Tarso (1Ts 5,23) – sappia che dovrà affrontare aspre battaglie, e diventare esperto in una lotta che si combatte nelle regioni dell’interiorità. Wikipedia- 14,37 - 29.9.2015

tRHC

Mar, 29/09/2015 - 14:41

L'abbronzato sta' ridicolizzando l'Amerika intera COMPLIMENTI...Ancora una volta Berlusconi aveva visto giusto quando parlo' di un'abbronzato alla guida dell'America!!

Libero1

Mar, 29/09/2015 - 15:46

Il bue che chiama cornuto all'asino.Il criminale di guerra corvo americano chiama il presidente Siriano Assad "un criminale ch'e' responsabile della morte di migliaia di civili siriani facendo finta di dimenticare quanti morti civili causarono tra questi molti bambini quando lui,cameron e sarkozy ordinarono il bombardamento a tappeto della Libia per uccidere Ghaddafy per fottersi il petrolio libico.Ma questa volta il corvo ha trovato in Putin "pane per i suoi denti"

paviglianitum

Mar, 29/09/2015 - 15:49

che squallore le battute razzista di certi lettori diversamente intelligenti del Giornale

Gioa

Mar, 29/09/2015 - 16:29

L'abbronzato Toto Gigio (Obama) da quando si incontra con il parolaio italiano in arte renzi ha preso un brutto vizio: parla, forse parla, non prende lezioni da nessuno, le prende...mah!!. Una cosa li differenzia, Topo Gigio si trova in America quindi è avvantaggiato per redigere nuove riforme perché i film americani sono ad un passo da lui.....gioca in casa...(la partita l'ha persa lo stesso). Mentre il parolaio deve spendere i soldi nostri raggiungere il Topastro e farsi istruire....ANDAMO BENE!!. Per fortuna che tu Vladimir giri l'unico film della vita:...storie di vita vera e vissuta!!. Topastro americano datti all'ippica per la grande gioia del parolaio fiorentino, con un unico cavallo c'è più risparmio!!.

Gioa

Mar, 29/09/2015 - 16:50

Commentatori tra noi c'è un sostenitore dell'abbronzato: paviglianitum. Noi signor paviglianitum aspettiamo una tua battura "diversamente intelligente" per poter fare il confronto. Abbiamo le spalle larghe (tanto per fare una battuta) aspettiamo "er meglio" di te!!.

paviglianitum

Mar, 29/09/2015 - 17:11

confermo quanto sopra

Gioa

Mar, 29/09/2015 - 17:32

paviglianitum. Tu confermi quanto sopra?...Che battutaccia...non sa né di carne né di pesce..(tanto per fare una battura).!. E' un vero peccato per te che non riesci a scrivere diversamente o più di...CONFERMO QUANTO SOPRA!!. Già non riesci perché sei amico dell'abbronzato e del parolaio.....che peccato!!.

Ritratto di SAXO

Anonimo (non verificato)