Siria, liberato padre Hanna Jallouf

Sequestrato con un gruppo di fedeli domenica, è stato riportato nel villaggio di Qunayeh

Il frate francescano Hanna Jallouf, rapito con altri venti cristiani la notte del 5 ottobre da uomini del gruppo Jabhat al-Nusra, organizzazione siriana affiliata ad al-Qaeda, è stato rilasciato oggi.

Lo hanno annunciato alcuni attivisti dell'opposizione siriana e a confermare la notizia è stata poi la Custodia in Terra Santa.

Sequestrato domenica a Qunayeh, nella provincia di Idlib, insieme a un gruppo di fedeli, padre Jallouf è stato riportato nel villaggio stamattina. Non può lasciare il centro abitato, ma è libero di muoversi al suo interno.

Fonti contattate da Aki - Adnkronos International avevano parlato di "un atto vergognoso", che getta discredito "sull'Esercito siriano libero e la Coalizione nazionale siriana", anche perché i cristiani, nelle aree controllate dall'opposizione, "non hanno gruppi armati che li difendano".

Commenti

Magicoilgiornale

Gio, 09/10/2014 - 13:54

Che stranezze, dal troppo al nulla!!!

buri

Gio, 09/10/2014 - 16:59

e gli altri 20 dove sono? sempre in mano au bravi musulmani tagliagole?

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 10/10/2014 - 09:57

Ma del mio povero amico Padre Paolo Dall'Oglio ormai da più di un anno non si sa nulla.