"Sospendiamo indipendenza" Madrid non ci sta: "È ricatto"

Dopo il voto, Puigdemont apre al dialogo: "Effetto referendum sospeso per trattare". L'accusa a Madrid: "Violenze inaccettabili"

A Barcellona è scattata "l'ora X". Il presidente della Generalitat della Catalogna, Carles Puigdemont nel suo discorso davanti all'Assemblea ha di fatto sciolto il nodo sull'indipendenza dopo il voto al referendum contestatissimo da Madrid dell'1 ottobre. Puigdemont dopo aver ringraziato i catalani che hanno manifestato ha parlato del risultato del voto: "Siamo qui per parlare di quanto accaduto domenica. Più di due milioni di persone hanno vinto le loro paure e sono andate a votare. Non sappiamo quante persone abbiano cercato di votare senza riuscirvi perché hanno trovato la polizia sulla loro strada". Puigdemont subito dopo ha messo nel mirino Madrid: "Sono state messe in campo diverse misure per impedire il voto. Sono stati bloccati gli apparati elettronici, sono stati chiusi diversi portali web e impedito il voto online. Per questo motivo voglio ringraziare chi si è mobilitato per il voto, chi ha stampato le schede e chi fisicamente ha fatto sì che i catalani potessero esprimere il loro voto".

"Indipendenza sospesa, ora dialogo"


A questo punto il presidente ha cercato di allentare la tensione: "Il momento è serio, ognuno deve assumersi la propria responsabilità ma dal mio discorso nessuno deve aspettarsi nè minacce nè ricatti. L’unica maniera di andare avanti è quella della democrazia e della pace", ha aggiunto. "Viviamo un momento eccezionale, questo non è un tema interno ma europeo. Abbiamo la necessità di far calare la tensione". Puigdemont ha poi chiarito la posizione del suo governo sul fronte dell'indipendenza, ed è questo il passaggio più importante del suo intervento: "Prendo atto del risultato del referendum e assumo il mandato del popolo perchè la Catalogna diventi uno stato indipendente in forma repubblicana". Poi ha affermato di voler sospendere l'indipendenza per poter aprire il diaolo con Madrid.

La reazione di Madrid

Le sue parole però non sono state gradite dal governo spagnolo che con un portavoce fa sapere che quella di Pidguemont "è una tacita dichiarazione di secessione, non cederemo al ricatto". Altre fonti del governo di Madrid affermano che "non si può dare nessuna validità alla legge sul referendum sospesa dalla Corte costituzionale, né presentare "come valido il supposto conteggio di un referendum fraudolento e illegale". Inoltre "non si può dar per scontato che i catalani vogliano l'indipendenza". Ad accendere ulteriolmente lo scontro è stato anche il gesto di 72 deputati indipendentisti che hanno firmato la "Dichiarazione dei rappresentanti della Catalogna", ovvero le dichiarazione di indipendenza subito dopo sospesa. La "Dichiarazione" è stata firmata anche dallo stesso Puigdemont. Secondo El Pais questa mossa è un "modo per "dimostrare alle loro basi elettorali che la dichiarazione d'indipendenza, sospesa, ha base formale". Il premier spagnolo, Mariano Rajoy, intanto per domani ha convocato un Consiglio dei Ministri per decidere se attivare o meno l'articolo 155 che dà la possibilità al governo centrale di commissariare la regione.


Il giallo sul ritardo


Il leader del fronte indipendendentista è giunto al Parlamento catalano intonro alle 17:00, un'ora prima dell'assemblea plenaria. Dopo un rapido consulto con il gruppo Junt per il Sì il governatore della Catalogna ha convocato la Giunta ritardando così di un'ora il suo intervento che era atteso per le 18:00. Nelle scorse ore il sindaco di Barcellona Ada Colau aveva cercato una mediazione per cercare di unire il fronte tra Madrid e Barcellona. Madrid ha più volte chiesto un passo indietro a Barcellona ma di fatto Puigdemont prosegue sulla sua strada.A Barcellona sono stati installati alcuni maxischermi per seguire in piazza il discorso del presidente della Generalitat. Sul rinvio del discorso è nato un piccolo giallo. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbe stato avviato un processo di mediazione internazionale poco prima dell'intervento di Puigdemont che che di fatto avrebbe creato alcune crepe nel fronte secessionista a pochi minuti dall'inzio del discorso davanti all'Assemblea plenaria.

Commenti

MOSTARDELLIS

Mar, 10/10/2017 - 18:42

Speriamo che lo arrestino subito, senza farne un martire. E' solo un ixxxxxxxe che non riesce nemmeno a capire che va contro gli spagnoli tutti, come i PD da noi che vanno sempre contro gli italiani... Sono due facce d ella stessa medaglia.

diegriva

Mar, 10/10/2017 - 18:50

Ahahahah, capitolazione senza condizioni! Ti fanno paura le manette vero? D'altra parte è difficile accettare di dover andare in galera per una pagliacciata...per fortuna che in tutta questa ridicola messa in scena non c'è scappato il morto.

diegom13

Mar, 10/10/2017 - 18:51

Se dite che "si spacca il fronte secessionista" dovreste anche spiegare da dove prenderebbe fondamento questa affermazione. Il rinvio del discorso era dovuto in realtà a un dibattito sul tono dello stesso. Puidgemont sarebbe andato direttamente alle conseguenze del distacco, la sinistra voleva anche la dichiarazione esplicita e formale. Tutto qui.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 10/10/2017 - 19:29

Bel rivoluzionario 'sto tipetto con la pettinatura playmobil! A proposito: ieri sisono compiuti cinquant'anni dalla morte in bolivia di Ernesto Guevara detto "Che"... scommettiamoche lui non avrebbe cincischiato tanto a proclamare la secessione? ogni epoca, e popolo, ha i condottieri che si merita.

Egli

Mar, 10/10/2017 - 19:47

Potrà tranquillamente dialogare con i compagni di cella.

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Mar, 10/10/2017 - 20:05

Prima un serrato j'accuse alla Spagna, poi cerca di salvare la faccia proclamando l'indipendenza in base al risultato di un referendum nullo, infine cerca di salvarsi i cxxo dichiarandosi disponibile al dialogo. Ma prima, era per dialogare che volevi militarizzare ed armare il Mossos, con armi da guerra? Vai nella più vicina stazione di polizia e porgi i polsi.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 10/10/2017 - 20:09

diegom13: i bananas si accontentano di poco.

VittorioMar

Mar, 10/10/2017 - 20:19

..ED ORA ASPETTIAMO IL RISULTATO DEL REFERENDUM DEL "LOMBARDO-VENETO" PER L'AUTONOMIA ( SECESSIONE !)..!!

umbertoleoni

Mar, 10/10/2017 - 20:21

mi chiedo se in questo giornale lavorino alcune persone avvezze ad alzare troppo il gomito: ho sentito tradotto l'intero discorso di Pujdgemont... ma non ho sentito NESSUN ACCENNO ALLA SOSPENSIONE DEL RISULTATO DEL REFERENDUM. Ho solo sentito parole che vanno nella (naturale) direzione di UNA INDIPENDENZA RAGGIUNTA SENZA COLPI DI TESTA E PREVIO (LE OVVIE E NATURALI) TRATTATIVE CON LA SPAGNA. Forse "il bevitore" del Giornale avrebbe auspicato SUBITO barricate in strada e cecchini alle finestre ?

edo1969

Mar, 10/10/2017 - 20:22

Buffone, con capelli da buffone. Se l'è fatta sotto e ora tira indietro il braccino.

umbertoleoni

Mar, 10/10/2017 - 20:25

diegriva... credo che le tue risate siano tristemente (per te) decisamente FUORI LUOGO : voialtri meridionali siete caduti nell'inganno credendo al titolo fasullo del Giornale: domani quando leggerai COME REALMENTE STANNO LE COSE, RIDERAI DI MENO!!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 10/10/2017 - 20:41

Comunque, uno Stato veramente Democratico (con la D maiuscola) non ha timore di indire serie consultazioni per capire cosa desiderano i propri cittadini. Se non lo fa vuol dire che ammette esplicitamente di essere il parassita dei secessionisti.

martinsvensk

Mar, 10/10/2017 - 20:46

In altre parole non se ne fa niente. La ferma reazione del popolo spagnolo,stretto intorno al suo Re, al suo governo di Destra legittimamente espresso e alle sue istituzioni democratihe ha avuto la meglio su questi invasati radicali di Sinistra.Questo ovviamente non salverà questo Pastelero sin frente e la sua cricca impostora dallo stare un po' al fresco dopo mesi di mucho calor. Monito per i fiancheggiatori italiani di Destra che caso unico in Europa dove tutti questi movimenti prevedono il rafforzamento dello stato nazionale,vogliono indebolirlo e per farlo non esitano a difendere questi impresentabili figuri catalani.

rebella123

Mar, 10/10/2017 - 21:03

Certo che Madrid sia incazzatissimo perde la vacca da mungere,ma i peggiori sono i fantocci dell'UE sono stati in perfetta sintonia con il Kossvo ed ora sono contrari alla catalogna.Ma contro la volonta' di un popolo prima o poi si perde

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 10/10/2017 - 21:06

...la brace rimasta non è per niente spenta......

bangcube

Mar, 10/10/2017 - 21:49

Senza @@ non si va da nessuna parte. Ve lo immaginate Giulio Cesare? Alea iacta est !! Ah, no; un attimo. Parliamone, trattiamo, sentiamoci tra una settimana o un mese, un passo avanti e due indietro, una piroetta e olè. Mi sarebbe tanto piaciuto vedere la stessa situazione con i Polacchi al posto dei Catalani.

lappola

Mar, 10/10/2017 - 21:55

Da neutrale mi chiedo: 1) - perché il Governo Spagnolo ha ostacolato di prepotenza il referendum? 2) - perché i Catalani desiderano così tanto l'indipendenza? La risposta potrebbe anche essere : Non è che la Spagna assorbe più risorse dalla Catalogna di quante ne assorbe dal resto del territorio? Quanto restituisce alla Catalogna? E' giusto che alcune Regioni vivano alle spalle di una sola? Tradotto in Italia ... vedi referendum Veneto e Lombardia ... cosa avverrà dopo ? Abbiamo voluto le Regioni; queste i conti se li fanno, non stanno mica col naso all'in sù ... Perciò Signori, è solo l'inizio, resteranno solo le Regioni PD a dipendere da Roma, faranno il giro-tondo, organizzeranno un bel concerto di protesta e torneranno a casa.

claudioarmc

Mar, 10/10/2017 - 21:56

Ruttoman ha ruggito ora pigliamolo ed appendiamolo per il collo

mirror

Mar, 10/10/2017 - 22:07

un vero pollo come lui, e chi gli va' dietro puo' crededere che la Spagna gli riconosca l'indipendenza quando e come vule lui , partiti ambigui di sinistra compresi

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mar, 10/10/2017 - 22:18

Questo Puidgemont sta distruggendo una regione!

roberto zanella

Mar, 10/10/2017 - 22:20

Questa è una grande mossa alla Cavour . Perchè continua ad essere una risposta politica cui Madrid non vuole rispondere . E' un grande errore parlare di minacce , che fa manda i carri armati ? Cambia il Governo Catalano ? lo faccia ma è una sconfitta a lungo termine , stanno cercando lo scontro sperando che qualche estremista spari ? Forse così sarebbe ovviol'invio dei carri armati e l'esercito . Di certo anche le elezioni dimostreranno che c'è una maggioranza dei partiti catalani che vogliono andarsene . Madrid non può frenare la politica e deve rispondere politicamente e allora va sul terreno dei Dirigenti catalani . Se ti opponi ai Catalani non puoi solo nascondenderti dietro la Costituzione di origine Franchista ( Dove sono quelli dell'ANPI che ganassano in Italia sul fascismo )????

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 10/10/2017 - 22:51

La secessione non è mai una bella cosa , ma non è nemmeno un tabù come sembra stia diventando : pertanto se il popolo la vuole , secessione sia : naturalmente ognuna delle 2 parti ne avrà conseguenze . Yeahhh .

cir

Mar, 10/10/2017 - 22:58

Secessione , divisione e spaccatura degli stati che anelano alla europa, quel mostro a 24 teste che vuole dominare sui popoli. Qualsiasi costo e qualsiasi prezzo saranno sempre poco al confronto della dittatura dei mercati progettati dagli sporchi e luridi yankees e dai bastardi sionisti.

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Mar, 10/10/2017 - 23:11

Quelli che hanno fatto gia troppi danni alla Catalunya,( i politici del Govern ) si tirano indietro .Ora rimangono solo gli anarchici. Speriamo che la minoranza dei catalani che aveva votato "si", si renda conto che la fiducia data ai promotori della secessione, era stata mal riposta

HappyFuture

Mar, 10/10/2017 - 23:30

Ma come può essere che questi vogliono secedere ma rimanere in Europa? E per quale motivo vogliono staccarsi dalla Spagna. Quale oppressione stanno subendo dal governo di Madrid? Che figuraccia da strumentalizzati. Quest'Europa da fallimento.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 10/10/2017 - 23:32

Approvo e condivido il commento delle 20e41, di Legio X che cordialmente saluto dal Nicaragua.

umbertoleoni

Mar, 10/10/2017 - 23:51

martinsvensk "... la ferma reazione del popolo spagnolo stretto intorno al suo re ..." Mi fai rotolare in terra dalle risate ! Tu e tutti i meridionali italiani, avete brindato in anticipo sulla notizia fasulla del Giornale ! Il suo re e l'setablisment spagnolo ... hanno capito l'antifona

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Mar, 10/10/2017 - 23:54

Bene, avanti con la secessione!

umbertoleoni

Mer, 11/10/2017 - 00:01

martinsvensk: cosi'la ferma reazione del popolo spagnolo stretto attorno al suo re ... HA BLOCCATO LA SECESSIONE ! Da farsela addosso dalle risate ! Per essere un meridionale italiano, non sei molto sveglio amico mio: anche tu (COME PARECCHI QUI) ti sei fatto ingannare dal titolo fasullo di questo giornale ed hai creduto alla bufala della rinuncia all'indipendenza !! Ricordo le sciocchezze che hai scritto contro il l'indipendentismo catalano: l'unica cosa sensata che hai detto e'che ADESSO NE VEDREMO DELLE BELLE ! Ma lo avevi scritto nella infantile previsione che gli indipendentisti, AVREBBERO PERSO IL REFERENDUM. Adesso si che ne vedrai delle belle con le parole di Pujdgemont !

umbertoleoni

Mer, 11/10/2017 - 00:08

joe pizza, anche tu da buon meridionale nostrano hai brindato alla vittoria della spagna: non e'passata nemmeno un'ora dalla pubblicazione del primo gaudente annuncio del Giornale, che subito e'arrivata la infantile rettifica: La verità' STA SCRITTA NELLA REAZIONE DEL GOVERNO CENTRALE... altro che ritirata di Pujdgemont!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 11/10/2017 - 00:21

A differenza dei catalanisti boccaloni e caciaroni lui sa benissimo cosa significa il distacco da Madrid: tutte le imprese compresa la catalanissima ''La Caixa'' si trasferirebbero a Madrid lasciando dietro di loro il vuoto assoluto, ma non ha coraggio di dirlo chiaramente. Ha montato le torme boccalone ed ora non sa come uscirne. Sta in un ''cul de sac'' o anche ''incartato''.

cgf

Mer, 11/10/2017 - 00:34

proprio vero che ai sinistroidi mancano i neuroni. Credono gl'altri sono stupidi perché loro si credono più.. uguali? Già è stupido considerarsi più uguali o avere le convergenze parallele col il cerchio quadrato... Ovviamente qualsiasi riferimento...

seccatissimo

Mer, 11/10/2017 - 02:08

Ad osservare la violenza a tutto campo con cui il governo centrale di Madrid ha tentato di impedire il referendum in Catalogna, risulta chiaro che Madrid ha la coda di paglia ed una fottuta paura di perdere la gallina dalle uova d'oro che fino ad ora è riuscita a sfruttare troppo bene !

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mer, 11/10/2017 - 07:28

Mariano Rajoy ha una stra concezione della gestione della politica in democrazia. Non riesce a capire che spingere i secessionisti in un vicolo chiuso ed umiliarne le sacrosante aspirazioni puà portare soltanto alla guerra civile?

Ernestinho

Mer, 11/10/2017 - 07:32

"cir" Sei sempre il solito, non cambi mai! Lurido e bastardo sarai tu!

MA22

Mer, 11/10/2017 - 07:34

Paura del carcere?

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 11/10/2017 - 07:47

SPERO CHE SBATTANO QUESTO VIGLIACCO TRADITORE SECESSIONISTA IN GALERA A VITA. CONSIGLIO A MADRID DI ARRESTARE TUTTI I POLITICI TRADITORI, DICHIARARE IL COPRIFUOCO, STATO DI GUERRA INTERNO E MANDARE I CARRI ARMATI !!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 11/10/2017 - 07:49

@ Omar El Mukhtar TORNA A PASCOLARE I CAMMELLI CON ERDOCAN

gesmund@

Mer, 11/10/2017 - 08:09

Nessuno fa la rivoluzione a pancia piena, e loro ce l'hanno strapiena. Noi, in confronto, siamo dei poveracci.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 11/10/2017 - 08:23

L'unico modo per ottenere l'indipendenza a norma di diritto internazionale della Catalunia è di provocare la repressione di MAdrid. Arrivare ad uno scontro frontale con atti di guerra civile, arresti, leggi speciali , esercito che interviene ed occupa il territorio etc. A quel punto la Catalogna si potrà appellare alla corte dell'Aia e reclamare come il Kossovo che la sua dichiarazione di indipendenza sia riconosciuta. Le nazioni si costruiscono sopratutto col sangue raramente con gli accordi come in Cecoslovacchia.

cianciano

Mer, 11/10/2017 - 08:33

Se un popolo vuole l'indipendenza è solo questione di tempo, prima o poi avverrà.......In questo caso Madrid abbaia e abbairà ma non per molto

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 11/10/2017 - 10:14

questo in foto è soltanto un idiota "separatista" da quattro soldi(in più) como era la lega agli "albori" e fateci caso , puigdemont , è un sosia/clone di bossi degli anni "ruggenti"

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 11/10/2017 - 10:18

lordici o sudisti , ecco dimostrato quello che valete i separatisti , alla prima "presa per il bavero" scappate a gambe levate , piagnucolanti .

cir

Mer, 11/10/2017 - 14:46

ernestinho , soccmel !!!

cir

Mer, 11/10/2017 - 18:49

Tutti i paesi , dalla Padania ,Bretagna, ,Corsica , Paca , Alsazia e lorena devono avere l' indipendenza .

Ernestinho

Gio, 12/10/2017 - 15:17

"cir" Sempre in prima linea con i tuoi commenti farneticanti! E quell'azione fattela fare in famiglia!