Stivali, foto e una piuma: quello che la Nasa ha lasciato sulla Luna

Numerosi anche gli oggetti andati persi una volta terminate le missioni: dai pezzi di veicoli ai joystick sottratti alla Nasa e rivenduti all'asta

Palline da golf, stivali, foto e persino un ramoscello d'ulivo. Sono alcuni degli oggetti che gli astronauti hanno lasciato sulla Luna. Spesso, al termine delle missioni spaziali, gli astronauti erano soliti lasciare sul satellite alcuni cimeli.

Gli oggetti lasciati sulla Luna

Già a partire dalla fine della prima missione lunare nel 1969, con Apollo 11, Neil Armstrong e Buzz Aldrin lasciarono sul suolo del corpo celeste un disco in silicio con messaggi di pace firmati da 73 Capi di Stato. Ma anche le sei visite successive hanno lasciato dei souvenir: l'Apollo 12, lasciò una spilla d'argento, l'Apollo 15 una piuma del falco dell'Accademia di aviazione militare degli Usa e una statuina di alluminio, in ricordo degli astronauti morti durante le prime missioni. Particolare anche la fotografia della famiglia di Charle Duke, a bordo dell'Apollo 16.

Non solo. Sulla Luna ci sono anche 5 bandiere americane, oltre 70 veicoli spaziali "dimenticati", comprendenti moduli, sonde e rover, macchine fotografiche, cineprese, stivali, due palline da golf (una di queste usata da Alan Shepard, il primo a giocare a golf sulla Luna) e persino strumenti da lavoro. Ma, come ricordava il Giornale, sul satellite della Terra sono stati abbandonati anche numerosi rifiuti, tra cui 96 sacche per raccogliere le urine e le feci degli astronauti.

Gli oggetti persi a Terra

Ma la Nasa non ha "perso" cimeli solamente sul suolo lunare. Infatti, secondo un rapporto dell'ispettorato, nel corso degli anni, l'agenzia spaziale avrebbe smarrito joystick, tute, borse e persino un ruter. Tutti oggetti scomparsi e poi ritrovati in possesso di cittadini o nei cataloghi delle aste, venduti probabilmente da ex dipendenti dell'agenzia che li avevano sottratti, una volta terminate le missioni, a causa della mancanza di controllo da parte dell'agenzia.

Qualcuno si sarebbe portato a casa tre joystick usati nella missione Apollo 11, che poi avrebbe venduto all'asta: quando la Nasa lo scoprì, non riuscì a tornarne in possesso. Lo stesso dipendente si era appropriato anche di un modulo di Apollo 9, poi restituito. Tra gli oggetti smarriti, anche un orologio professionale usato dagli astronauti, una borsa usata per trasportare le rocce lunari durante la prima missione e un prototipo di un rover lunare, che giaceva in bella mostra in un giardino privato in Alabama.

Commenti
Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 17/07/2019 - 16:21

Gia da allora gli americani inquinavano l'universo.

frabelli1

Mer, 17/07/2019 - 16:51

@OdioITedeschi sìVero nell’aria ci sono molte polveri sottili, l’aria è irrespirabile

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 17/07/2019 - 17:25

Ora capisco perché la Luna si "arrossa" sempre più frequentemente.

gabriel maria

Mer, 17/07/2019 - 21:31

mi piacerebbe fare un giro per vedere se ci sono davvero questi stivali...oppure se è stata solo una bella fiction.....

killkoms

Mer, 17/07/2019 - 22:20

le immondizie sono rimaste,il presidio no!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Gio, 18/07/2019 - 00:41

@frabelli1: sopratutto grazie alle scie chimiche che gli americani stanno spargendo anche in Europa.