Svezia, cristiani attaccati: case marchiate e insulti

Cristianofobia e terrorismo jihadista finiscono per diventare due facce della stessa medaglia: quella dell'intolleranza. A Goteborg le case dei cristiani assiri sono marchiate con la "N" di "Nazareno

Un episodio inquietante, che richiama alla memoria precedenti che nessuno vorrebbe rivivere.

A Goteborg, in Svezia, i negozi di alcuni cristiani assiri sono stati imbrattati con la famigerata "N" di Nazareno, con cui i tagliagole di Isis erano soliti contrassegnare le case dei cristiani nel sedicente Califfato, soprattutto nella zona di Ninive. Lo riporta il quotidiano svesese Dagens Nyheter.

Come testimonia anche Il Foglio, la cittadina svedese è considerata una fucina per il reclutamento jihadista. Almeno 150 persone sarebbero partite per combattere in Medio Oriente.

Un ristoratore cristiano assiro, Markus Samuelsson, ha trovato i muri del proprio locale imbrattati con frasi come "convertitevi o morirete" e "il Califfato è qui". La polizia svedese ha aperto un'inchiesta per individuare gli autori delle minacce. Quello che è certo è che si tratta di una vicenda che riporta ai massimi livelli l'attenzione per due fenomeni inquietanti e in parte complementari: la cristianofobia e il terrorismo di matrice jihadista.

Commenti

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 17/10/2015 - 17:25

CHE DICE LA BOLDRINA? CONSIDERANDO CHE CON LA PRESENZA DELLO STERCO VOLEVA INZOZZARE LA SEDE DEL PARLAMENTO ITALIANO? ORA CHE IN EUROPA SI COMPORTANO COME IN PAESI ARABI E NESSUNO REAGISCE CHE DICE DON FRANCESCO D'ARGENTINA? ACCOGLIEAMO ANCHE I CATTIVI? CI SONO ANCHE CATTIVI CETRIOLI QUANDO UNO LI COMPRA AL MERCATO, DICO CETRICOLI, VERO DON FRANCESCO? ORA CHE DICONO GLI SxxxxxI SINISTRI SVEDESI?

jeanlage

Sab, 17/10/2015 - 17:27

La casa della Presidenta dovrebbe essere marchiata con la lettera "S".

lorelei95

Sab, 17/10/2015 - 17:31

Aspetto con ansia un commento di bergoglio

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 17/10/2015 - 17:57

Atteggiamenti che subiscono gli assiri di gravita'non minore della persecuzione morale che subiscono i cattolici romani in Svezia, se la chiesa di Sanr Eriks, cattedrale di Stoccolma, gia'nella inferriata esterna presenta il simbolo della corona reale che sormonta la croce di Cristo, poi all'interno e'stato imposto il simbolo delle tre corone che appare stampato come interferenza e limitazione intellettuale del proprio culto, sui muri e sulle porte, e che nulla c'entra con la religione cattolica, ma rappresenta la casa reale svedese di religione luterana. Gli jiahdisti in Svezia non stanno facendo nulla di nuovo. Poi uno si domanda, siccome le tre corone sono anche il fregio della polizia, se uno va in chiesa per dire una orazione ad un santo,o per chiedere perdono per un reato, si deve ritrovare la polizia che rompe le scatole dappertutto, non solo fuori, ma anche dentro la chiesa,,,,,come se ti stessero ascoltando.

svevo

Sab, 17/10/2015 - 18:07

Gli Svedesi sono diventati il ventre molle dell' Europa. Il sistema sociale più avanzato del mondo diventa una bomba senza sicura appena lo si applica senza distinzione fra cittadini e stranieri. L' ottanta per cento degli stranieri vivono alle spalle dei lavoratori svedesi e questo fa si che tutto il terzo mondo voglia andarci a vivere.

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 17/10/2015 - 18:11

LORELEI95 ASPETTA E SPERA

fedele50

Sab, 17/10/2015 - 18:12

Pulizia a colpi di bastone, maledetti,si maledetti pure chi li ha fatti entrare ,saranno la nostra rovina,fame e disperazione per la nostra civiltà

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 17/10/2015 - 18:19

Un ristoratore cristiano assiro, Markus Samuelsson. Uno che si chiama Markus Samuelsson sarebbe assiro e non svedese?

venco

Sab, 17/10/2015 - 18:21

Normali conseguenze dell'accoglienza indiscriminata.

Un idealista

Sab, 17/10/2015 - 18:34

I musulmani fanno tutto ciò che vogliono, i cristiani devono abbassare la testa.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 17/10/2015 - 18:51

Caro Papa qui le guance cominciano a riscaldarsi troppo.

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 17/10/2015 - 19:00

@Omarelmuktar. In Svezia cambiarsi nome e'la cosa piu facile del mondo, si fa in 48 ore.

roseg

Sab, 17/10/2015 - 19:15

Stanno avendo quello che si meritano sono un popolo senza spina dorsale.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 17/10/2015 - 19:35

E' quello che succederà anche da noi, fra non molto. Solo i deficienti non lo capiscono; i cattocomunisti terzomondisti, invece, fingono di non capirlo perché con gli invasori ci campano e, appena gli riconosceranno la cittadinanza, li useranno come serbatoio elettorale. Intanto che i musulmani afro/arabi (non è una razza di cavalli purosangue da corsa, è una nuova orda barbarica) ci invadono, i nostri inetti rappresentanti sono "in tutt'altre faccende affaccendati". A sinistra pensano alle unioni civili ed ai diritti gay; a destra pensano a dividersi e discutere sulle primarie sì o no. Idioti. E buffoni. Buffoni, idioti e traditori della patria.

Efesto

Sab, 17/10/2015 - 20:03

@omar el muktar - non rappresenti certo la civiltà difendendo gli islamici. Islam significa sottomissione ed è in contrasto con il concetto della libertà dell'uomo e della donna. Da sottomessi non si è mai civili, si è schiavi, succubi di dottrine che promettono, alla morte, latte e miele e donne vergini: gozzoviglie si chiamano nella civiltà.

elena34

Sab, 17/10/2015 - 20:22

Chissa' la gioia dei 19 arrivati in Svezia con aereo speciale ,saranno contenti di trovarsi nel loro mondo ! ACCOGLIENZA , ACCOGLIENZA e' sintomo di civilta' E' scambio di cultura che dovremo assorbire . Che ne dice la terza carica pensante dello stato? Attendiamo lumi.

Ritratto di fortezza

fortezza

Sab, 17/10/2015 - 20:27

Per chi non lo sa, la Svezia à sempre stata fortemente razzista. Nella 2ª GM era "neutra", ma il nazismo era fortemente seguito. E' sempre stata fortemente antisemita e perseguito gli ebrei limitandogli la libertà e il culto. Adesso mostrrano come sono "liberali". L'unica cosa buona della Svezia sono le bellissime donne.

Maver

Sab, 17/10/2015 - 20:50

@Un idealista, sia gentile e si spieghi meglio: la sua è una constatazione o un'affermazione?

Ritratto di caster

caster

Sab, 17/10/2015 - 20:58

Bene,continuiamo a portare qui la feccia muslim ,ci penseranno loro a sistemarsi.

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Sab, 17/10/2015 - 21:51

Giano: i sinistri fingono di non capirlo perché con gli invasori ci campano e, appena gli riconosceranno la cittadinanza, li useranno come serbatoio elettorale. E' verissimo, nelle loro intenzioni. Tuttavia appena gli invasori si faranno il loro partito islamico ispirato ai fratelli musulmani, si troveranno cornuti e sodomizzati. Un saluto

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 17/10/2015 - 22:57

@Efesto ti sbagli,Islam non significa sottomissione,la dottrina sciita riconosce piena facoltà agli uomini di disporre della propria libertà.tu confondi le azioni deviate del terrorismo con il credo religioso.Altrimenti la religione della sottomissione è proprio quella che si osserva in Svezia,se conosci "DE SERVO ARBITRO" di Lutero.

giordaano

Dom, 18/10/2015 - 01:53

Goteborg una cittadina ? sfiora il milione di abitanti studiare, studiare, caro Ivan

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 18/10/2015 - 10:15

STANNO PRENDENDO PIEDE SEMPRE PIù A CAUSA DI GOVERNI DELINQUENTI COME QUELLO ITALIANO MIA IDEA PERSONALE.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 18/10/2015 - 12:53

Sinbruisno non raccontare cavolate. Ho vissuto 25 anni tra Copenaghen e Malmoe, parlo il danese e leggo e scrivo lo svedese. Conosco la Svezia benissimo e mi ci reco almeno una volta all'anno (aora vivo a Norimberga) e tutta questa faciltà a cambiarsi il nome non l'ho mai vista. Inoltre perché mai un cristiano assiro dovrebbe cambiarsi il nome. Non lo ha fatto nemmeno uno svedese di nascita e bosniaco di origine (e mesulmano di origine) cone Ibrahimovic!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 18/10/2015 - 12:57

GÖteborg: la seconda città svedese dopo Stoccolma, 535,000 abitanti senza contare i sobborghi. E Francese la chiama cittadina. E allora Bologa, 385,000, e Firenze 380,000, cosa sarebbero "villagi"?

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Dom, 18/10/2015 - 15:23

Omar,in Svezia riempi un modulo,paghi 400 corone e cambi identità come su Facebook.Perché tutti vengono identificati con un proprio numero di matricola come gli internati di Birkenau.Il personnummer non si puo' cambiare ,come se fosse tatuato come agli ebrei ad Auschwitz.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 18/10/2015 - 15:28

Il Papa e la Chiesa ce li hanno portati in casa questi mostri, adesso è meglio che incomincino a pensare alla loro stessa pelle. Mi raccomando, continuate pure a chiamarli "Fratelli".

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 18/10/2015 - 20:27

Il "personnummer" non lo puoi cambiare é vero, ma il nome nemmeno senza una convincente motivazione. D'altronde nemmeno in Italia puoi. Perché il codice fiscale cosa sarebbe se non un "personnummer"?

Raoul Pontalti

Lun, 19/10/2015 - 12:25

(ennesimo invio) Notizia bufalina: il nome Markus Samuelsson non è assiro. Punto. Un Marcus Samuelsson invece esiste e corrisponde ad un cristiano copto ortodosso etiope nato ad Addis Abeba e con nome originario Kassahun 'Joar' Tsegie, naturalizzato svedese e con cittadinanza anche USA e che ora vive a New York e di professione fa il ristoratore. BASTA BUFALE!