In Svizzera arriva la tassa su benzina e biglietti aerei, per difendere il clima

È la proposta della Commissione all'ambiene, che verrà votata il 2 settembre.

In Svizzera arriva la stangata sui biglietti aerei e sulla benzina. Per raggiungere l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2, il Paese potrebbe ricorrere a misure di austerity.

È la proposta lanciata dalla Commissione dell'ambiente del Consiglio degli Stati, che corrisponde alla Camera alta del Parlamento svizzero. Senza una riforma, infatti, la Svizzera non riuscirebbe a ridurre le emissioni di gas serra del 50% entro il 2030, come è previsto dal Governo, dopo l'accordo sui cambiamenti climatici. Per questo, la Commissione ha deciso di proporre nuove misure che mirano a contenere le emissioni di CO2, così da raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi. Il voto al progetto arriverà il 2 settembre.

Tra i punti principali della proposta trova posto anche l'applicazione di una tassa fra i 30 e i 120 franchi che verrebbe applicata sui biglietti aerei. Il costo dell'imposta varierebbe in base alla tratta. Secondo la Commissione, questo stratagemma potrebbe ridurre in modo significativo il numero di passeggeri sui voli europei.

Ma le misure non toccheranno solo i cieli. È infatti prevista anche una tassa su benzina e diesel, di 10 centesimi al litro che dal 2025 si alzerebbe a 12 centesimi al litro. In Svizzera, gli importatori di carburante devono già compensare parte delle loro emissioni di CO2, ma con la riforma si arriverà fino al 90%. La tassa che colpirebbe le società di importazione coinvolgerebbe poi anche i consumatori, con un aumento del prezzo.

La proposta prevede anche lo stanziamento di un fondo per il clima, alimentato da varie fonti, tra cui i ricavi dalle vendite all'asta dei diritti di emissione e dalle sanzioni sui veicoli. Inoltre, nel fondo andrebbe a confluire anche un terzo delle tasse sull'anidride carbonica e poco meno della metà di quelle sui biglietti aerei.

Infine la Commissione chiama in causa il settore finanziario e incarica l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari e la Banca nazionale svizzera di misurare i rischi finanziari legati al cambiamento climatico.

Commenti

Tara

Lun, 19/08/2019 - 17:54

Che geni! La Swiss era stata salvata nel 2001 con soldi pubblici e adesso "vogliono ridurre in modo significativo i passeggeri sui voli europei". Come gli svedesi con la SAS. Piccoli gretini crescono.

jaguar

Lun, 19/08/2019 - 18:05

E la tassa su benzina e biglietti aerei chi se la intasca, l'ambiente?

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Lun, 19/08/2019 - 18:13

Veramente scelta poco intelligente da parte del governo del paese a cui appartengo. Intanto verrebbe completamente eliminato se si utlizzasse il motore magnetico e se venisse incentivata la ricerca sulla fusione fredda che in passato ha dato buoni risultati ma è stata boicottata poiché lesiva degli interessi dei petrolieri. Già i voli Swiss costano molto più delle altre compagnie come ad es. Lufthansa, Austrian o Alitalia, in questo modo i miei connazionali si darebbero la zappa ai piedi: spero che venga indetto un referendum contro questa legge assurda.

carpa1

Lun, 19/08/2019 - 18:32

La Svizzera sempre in prima fila tra gli idioti! Non hanno ancora capito che non servono maggiori tasse: a chi ha i quattrini non frega assolutamente nulla e chi ne ha pochi preferisce tirare la cinghia piuttosto che andare a piedi. Questo è il progresso creato dai progressisti. E poi, a quando una tassa sulle scorenge della mucche che in Svizzera abbondano?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 19/08/2019 - 19:12

Ecco... ora i sudditi vedono i veri obiettivi della propaganda 24/24 contro i presunti cambiamenti climatici.... tassare, tassare, tassare gli schiavi.

Antonio Chichierchia

Lun, 19/08/2019 - 19:20

Che idea! Il prossimo governo col PD T(partito delle tasse) la farà subito sua.

cir

Lun, 19/08/2019 - 20:05

grande Svizzera !!

polonio210

Lun, 19/08/2019 - 21:04

E perché non bloccare tutti i voli chiudendo ogni aeroporto dichiarando anche il divieto di sorvolo del territorio nazionale a qualunque mezzo aereo.Ovviamente,poi,dichiarare fuori legge tutti i mezzi a motore di qualunque genere,sia pubblici che privati,ordinandone l'immediata consegna in luoghi di raccolta per poi essere distrutti.Quindi chiudere tutti i punti di rifornimento di carburante della confederazione in quanto inutili e dannosi per l'ambiente e tornare al trasporto animale.

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 20/08/2019 - 05:09

NO PROBLEM ...la Svizzera non teme alcunchè ... ha il suo asso nella manica che risponde al nome di ..."MARGUERITE" .. che, con tutto il suo amore verso (forse) la sua patria, troverà certamente una suluzione ...ovviamente a base di numeri e percentuali. ..AUGURI...

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 20/08/2019 - 05:18

Ecco gli effetti della gretina e relative masse di gretini che la seguono come il messia. Il prossimo vulcano che erutterà.... mandiamo la gretina a protestare con il vulcano per le sue emissioni in atmosfera...

Popi46

Mar, 20/08/2019 - 05:48

Il clima! L’uomo può modificare il clima!....Finalmente onnipotente......