La Svizzera dice sì a norme più dure sulle armi

La Svizzera dice sì a norme più dure su armi: 67% vota a favore nuova legge

La Svizzera dice sì a norme più rigide sul possesso di armi. I cittadini, chiamati a esprimersi in un referendum, secondo le proiezioni dell'istituto gfs.bern diffuse dalla tv pubblica RTS hanno votato per il 67% a favore delle nuove regolamentazioni per allinearsi all'Ue. La rilevazione ha un margine di errore del 3%. Il testo è criticato negli ambienti del tiro sportivo, molto diffuso nel Paese. Prima del voto il governo aveva avvertito gli elettori che un 'nò alla nuova legislazione avrebbe potuto portare a un'esclusione della Confederazione (che non è membro dell'Ue) dagli accordi europei di Schengen e Dublino ai quali è associata. Esclusione che avrebbe avuto conseguenze negli ambiti della sicurezza e dell'asilo, ma anche del turismo. "Peccato che la popolazione abbia seguito l'argomentazione della paura con Schengen. È un po' triste ma accettiamo il risultato", ha commentato Olivia de Weck, vicepresidente di ProTell, la lobby pro armi che si era fortemente mobilitata contro la nuova legge.

Le armi sono molto diffuse in Svizzera, anche se in assenza di un registro federale è difficile sapere quante ce ne siano effettivamente in circolazione. Stando al centro di ricerca di Ginevra Small Arms Survey, nel 2017 oltre 2,3 milioni di armi erano nelle mani di civili in Svizzera, cioè circa tre ogni 10 abitanti, il che fa piazzare la Svizzera al 16esimo posto al mondo per numero di armi per abitanti. La nuova legge non prevede un registro centrale, ma introduce il divieto per le armi semi-automatiche dotate di un caricatore di grande capacità. Collezionisti e tiratori sportivi potranno ancora acquistarle, ma richiedendo una "autorizzazione eccezionale": dopo cinque anni, e poi 10, dovranno dimostrare che continuano a praticare regolarmente l'attività.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 19/05/2019 - 16:56

In pratica non cambia niente, anche se ci fate un TITOLONE!!! In Svizzera tutti gli uomini abili, fanno un mese di servizio militare ogni anno fino ai 40 e si portano a casa l'arma di servizio, quindi a cosa cacchio serve sto referendum!!!!jajajajajaja.

Raoul Pontalti

Dom, 19/05/2019 - 17:57

Alla faccia dei bananas nostrani i cittadini elvetici hanno accettato le restrizioni UE in materia di armi. Anche così si costruisce l'Europa alla faccia dei buffoni sovranisti.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Dom, 19/05/2019 - 18:45

hernando45: la EU vuole TOGLIERE le armi dalla circolazione e disarmare i cittadini, nella CONSAPEVOLEZZA che, un giorno o l'altro, i cittadini (non solo svizzeri) potrebbero ribellarsi ed utilizzarle contro di loro. L'euro, checché ne pensino gli idioti, ha impoverito e portato soltanto miseria, fatta eccezione per Francia, Germania e Lussemburgo.

Zizzigo

Dom, 19/05/2019 - 18:51

Risultato purtroppo prevedibilissimo, dato che gli svizzeri hanno deciso di scivolare lungo la china del lento declino. Sono quasi cinquant'anni che seguono le scelte peggiori dei confinanti e i mali sono contagiosi. Hanno deciso di arrendersi? Ci stanno rimettendo e gli sta bene!

giosafat

Dom, 19/05/2019 - 19:35

Fumo negli occhi. Serviva un referendum, seppur farlocco, per accontentare gli spioni della ue. Ora li hanno accontentati...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/05/2019 - 19:49

I delinquenti comunque sia s iarmano, sempre. Sono gl ialrti ad esserne in balia, rimanendo disarmati.

congonatty

Dom, 19/05/2019 - 20:09

Senza caricatore. Nessuno spara. Mezze verità. A la carte.

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 19/05/2019 - 20:36

... alla fine, solo i delinquenti saranno armati, loro non si preoccupano certo delle leggi e della legalità per possederle !

seccatissimo

Lun, 20/05/2019 - 02:50

A me risulta che in Svizzera nonostante che il possesso di armi da fuoco sia diffusissimo tra i civili la frequenza di incidenti per uso "improprio" e/o delinquenziale di dette armi sia bassissima ! Come si spiega questo ?

Ritratto di mircea69

mircea69

Lun, 20/05/2019 - 08:26

Un triste risultato: L'Europa ricatta e la Svizzera si piega.

Blueray

Lun, 20/05/2019 - 09:29

Posto che sono extra Ue e finanziariamente definiti extra mondo, ossia indipendenti, potevano benissimo essere anche extra Shengen, di cosa hanno avuto paura? Mah

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 20/05/2019 - 10:40

Raoul Pontalti Dom, 19/05/2019 - 17:57,guarda che riguarda solo le armi semi-automatiche con caricatori ad alta capacità..pertanto limitazione quasi nulla!!!