Tensione tra Russia e Turchia: il mistero sull'avviso al jet

Ankara diffonde un audio in cui i piloti russi vengono avvisati dell'avvicinamento al confine turco. Ma il copilota del Sukhoi smentisce: "Non c'è stato nulla di tutto ciò"

Mentre Ankara diffonde un audio in cui si sente il pilota dell'F16 avvisare (una sola volta) i piloti russi, ecco che arriva una versione - del tutto contrastante - da parte del capitano Konstantin Murahtin, co-pilota del Sukhoi russo abbattuto ieri al confine tra Siria e Turchia: "Non ci sono stati avvertimenti. Non tramite la radio, non visivamente. Non c'è stato alcun contatto. Ecco perché abbiamo mantenuto la nostra solita traiettoria di combattimento. Dovete capire qual è la velocità di crociera di un bombardiere paragonata a quella di un F16. Se avessero voluto avvertirci, avrebbero potuto farsi vedere percorrendo una rotta parallela. Ma non c'è stato niente di tutto ciò. E il razzo ha colpito la nostra coda in maniera del tutto inaspettata. Non abbiamo nemmeno fatto in tempo ad attuare le manovre di espulsione". Il racconto del capitano è stato riportato da Sputnik.

Murahtin, inoltre, ha espresso il desiderio di continuare a combattere per la Russia: "Dovrò aspettare fino a quando non avrò il via libera dai medici. Ho intenzione di chiedere al nostro comando di mantermi operativo su questa base. Ho un debito nei confronti del mio comandante".

Commenti

paviglianitum

Mer, 25/11/2015 - 16:26

"Ecco perché abbiamo mantenuto la nostra solita traiettoria di combattimento", quindi, visto che lo sconfinamento anche solo per pochi secondi c'è stato, vuol dire che questi sconfinamenti erano una cosa effettuata sempre

Abassogliusa

Mer, 25/11/2015 - 16:51

maledetti turchi

Dordolio

Mer, 25/11/2015 - 16:52

paviglianitum, lì il discorso "confini" è pura speculazione filosofica. Sui cieli della SIria ad esempio va a spasso chiunque, a buon diritto o no. Nonostante sia un alto ufficiale NATO, un generale italiano intervistato oggi ha usato parole molto forti sull'accaduto: sostanzialmente, non si abbatte un aereo che non ha intenti bellicosi verso il proprio Paese. E questo era nella fattispecie di assoluta e cristallina chiarezza.

Abassogliusa

Mer, 25/11/2015 - 16:59

Ma bravo paviglianitum ti sei guadagantomil premio come miglior min....e della giornata dopo ottovolante ovviamente

Libertà75

Mer, 25/11/2015 - 17:10

che strano che i sinistrati sono a favore della Turchia perché è stato sovrastato il loro territorio e poi sono contrari a difendere i confini nazionali dall'immigrazione... a volte a cercare una persona intelligente di sinistra si rischia di finire nel vuoto assoluto

Ritratto di Winkelried

Winkelried

Mer, 25/11/2015 - 17:10

Ma tu guada un pò...! I Siriani / Russi sino all' altro giorno chiudevano due occhi agli sconfinamenti turchi in territorio siriano, per non parlare di quelli in Grecia. Quì si tratta semplicemente di una vigliaccata da parte dei turchi. D'altronde, la storia insegna. E quì mi fermo.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 25/11/2015 - 17:40

caro LIBERTA'75--da che mondo è mondo i "veri" comunisti sono stati-sono-e saranno sempre filorussi ed antiamericani. dai commenti che leggo negli ultimi giorni sulle vicende isis si scopre che i destrorsi sono diventati di colpo filorussi ed antiamericani- i "veri" comunisti se la ridono di gusto a vedere come la paura ha fatto rinnegare di colpo ai destrorsi tutta la loro storia- siete senza spina dorsale- auguri di buon natale

Anonimo (non verificato)

cangurino

Mer, 25/11/2015 - 19:00

@elkid: cerco sempre di essere una persona estremamente coerente. La mia coerenza funziona così. Per anni ho ammirato la Turchia. Era un paese islamico, fino all'avvento di Ataturk, anni venti - trenta del '900. Per quasi un secolo le sue leggi hanno reso tale paese un esempio di popolo islamico ma con politica democratica e grande progersso economico e sociale (ataturk ed i successori hanno sempre bastonato imam e moschee). Gli ultimi due capi di stato (dagli inizi del secolo attuale) hanno abbandonato il principio di stato laico, essendo rappresentanti di partiti musulmani. I principi fondamentali dell'uomo vengono progressivamente piegati alle ragioni dell'islam. Secondo lei, per essere coerente, devo continuare ad ammirare la Turchia, o prendere atto che la Turchia è cambiata e denunciarne comportamenti che danneggiano il nostro paese?

cangurino

Mer, 25/11/2015 - 19:06

@elkid SEGUE analogamente, sono coerente continuando a considerare l'URSS (che non c'è più) come un regime che puntava i missili contro l'Italia, o prendere atto che oggi sono il più efficace strumento di contenimento dell'espansione islamica? Devo continuare a considerare gli USA come i nostri salvatori (piano Marshall e liberatori dal nazi fascismo), o quelli che hanno scatenato le polveriere in IRAK, Siria, Libia e contribuito alle rivolte dei fratelli musulmani, con enormi danni all'Europa, il sovvertimento di governi democraticamente eletti?

jorge da burgos

Gio, 26/11/2015 - 00:23

@elkid - peccato che i veri comunisti di adesso sono i destrorsi, quindi tutto quadra. Di altri comunisti veri o tarocchi non se ne vedono più.