Terremoto a Taiwan, crollano alcuni palazzi

La scossa, di magnitudo 6,7, ha colpito la parte sud di Taiwan, con epicentro nella zona di Yujing. Edifici crollati, si temono vittime

Una potente scossa di terremoto, di magnitudo 6.4, alle 3.57 del mattino di sabato (le 21.57 in Italia) ha colpito la parte meridionale di Taiwan, con epicentro a 22 km a nord-est della città meridionale di Pingtung. La notizia è stata confermata dall’Usgs, l’osservatorio statunitense, che ha escluso il rischio di uno tsunami distruttivo.

I media di Taiwan mostrano foto con palazzi crollati e inclinati (guarda). I soccorritori si muovono fra le macerie alla luce dei riflettori. Secondo la tv di Stato centinaia di persone sono rimaste intrappolate all'interno degli edifici. Si teme che possano esservi numerose vittime. Il sisma è stato avvertito quando a Taiwan era notte fonda: per questa ragione molte persone sono state sorprese nelle loro case mentre dormivano.

I palazzi crollati nella città di Tainan (due milioni di abitanti) sarebbero almeno 4. Uno di questi aveva 16 piani ed era abitato da dozzine di famiglie. Secondo Formosa Tv 37 persone sono state tratte in salvo da un edificio di 7 piani. Il terremoto è stato avvertito anche a Taipei, dalla parte opposta dell'isola.

Almeno 123 persone sono finora state tratte in salvo da un palazzo di 17 piani, abitato da circa 60 famiglie, parzialmente crollato a Tainan. Sul posto sono almeno 100 soccorritori. Il presidente di Taiwan, Ma Ying-Jeow, è in viaggio per recarsi a Tainan.

Nel settembre 1999 un terremoto di magnitudo 7.6 causò 2.400 morti.

Mappa

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 05/02/2016 - 22:56

Solidarietà agli amici cinesi

paolonardi

Sab, 06/02/2016 - 07:36

Al posto di tsunami il termine maremoto, oltre che italiano, e' piu' corretto perche' il primo indica un'onda anomala della quale non si conosce l'origine verosimilmente un sisma nelle profondita' oceaniche non avvertito sulla terra ferma.