Trentino, maxi operazione della polizia contro la mafia nigeriana

È in corso in Trentino un’operazione della polizia di stato coordinata dalla procura della Repubblica di Trento diretta a disarticolare un’organizzazione criminale di matrice nigeriana dedita al traffico di sostanze stupefacenti: 37 arresti

Anche la Provincia di Trento fa i conti con l'incubo della mafia nigeriana. Come riporta il quotidiano locale L'Adige, è in corso un’operazione della Polizia di stato coordinata dalla Procura della Repubblica di Trento - Direzione Distrettuale Antimafia - diretta a disarticolare un’organizzazione criminale di matrice nigeriana dedita al traffico di sostanze stupefacenti nella città di Trento con ramificazioni anche a Verona e Vicenza. 37 le persone arrestate, in una maxi-operazione denominata "Sommo Poeta" iniziata questa mattina all'alba. Nella notte, le forze dell'ordine hanno effettuato numerose perquisizioni e arresti a Trento e nelle frazioni circostanti fra cui Povo, Sopramonte, Montevaccino. È la conferma della presenza della mafia nigeriana in Trentino che gestisce, oltre al traffico di stupefacenti, anche la tratta delle prostitute.

L'assessore provinciale della Lega Mirko Bisesti esprime sui social tutta la sua soddisfazione per la riuscita operazione condotta dalla Polizia di stato: "Grazie al personale della Polizia di stato che dall’alba sta conducendo un’importante operazione diretta a disarticolare una vera e propria organizzazione mafiosa dedita al business della droga nel triveneto. La mafia nigeriana va sconfitta e combattuta con il massimo rigore e l’operazione di oggi della Polizia di Stato è riuscita a dare un duro colpo a tutti quei soggetti che sono capaci persino di vendere eroina a dei bambini. Grazie per quest’operazione e alle forze dell’ordine per il lavoro quotidiano".

Il presidente del consiglio regionale, Roberto Paccher, osserva: "Desidero complimentarmi con la Polizia di stato per quanto sta facendo in queste ore. Ringrazio la Direzione distrettuale antimafia della Procura di Trento, e in particolare ciascuno degli agenti che stanno operando in queste ore e coloro che hanno monitorato e controllato la situazione nei passati mesi". Come scrive Il Secolo Trentino, le indagini dei poliziotti della Squadra Mobile di Trento hanno svelato l'attività di un’organizzazione criminale senza scrupoli che aveva messo in piedi un sistema estremamente remunerativo di vendita al dettaglio di droga - in grado d’incassare quotidianamente considerevoli somme di denaro - e conseguentemente di procedere a molteplici arresti in flagranza e ad importanti sequestri di sostanze stupefacenti, principalmente marijuana ed eroina. I dettagli della maxi-operazione della polizia verranno forniti in queste ore durante una conferenza stampa.

Quella di oggi è una giornata particolarmente difficile per la mafia nigeriana in tutta Europa. Come riportano le agenzie, sono in corso operazioni contro la criminalità organizzata in diversi Paesi europei: le organizzazioni riconducibili alla mafia nigeriana sono accusate di associazione a delinquere, tratta, riduzione in schiavitù, estorsione, rapina, lesioni, violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione. Decine di arresti e perquisizioni, eseguite su ordine della Dda di Bari, sono in corso in Puglia, Sicilia, Campania, Calabria, Lazio, Abruzzo, Marche, Emilia Romagna e Veneto olte che in Trentino.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 03/12/2019 - 16:27

fassisti,rassisti la mafia niggeriana non esiste!!adesso lo vado a dire alla ex presidenta!!

Divoll

Mar, 03/12/2019 - 21:36

Ci mancava solo la mafia nigeriana...