Tunisia: "Un muro da 160 km col confine libico"

Un muro lungo 160 chilometri, con torrette e centri di sorveglianza, sarà costruito al confine con la Libia entro fine anno

Un muro lungo 160 chilometri, con torrette e centri di sorveglianza, sarà costruito al confine con la Libia entro fine anno: lo ha annunciato il primo ministro della Tunisia, Habib Essid, pochi giorni dopo la strage di turisti europei nei pressi di Sousse. Secondo il capo di governo, il muro contribuirà a ridurre il rischio di infiltrazioni di gruppi e commando islamisti da oltreconfine.

Alcuni giorni fa - scrive l’agenzia Misna - Essid aveva sostenuto che l’attentatore di Sousse, Seifeddine Rezgui, sarebbe stato addestrato dalla formazione libica Ansar Al Sharia. Dopo l’attentato, nel quale hanno perso la vita 38 turisti, il governo tunisino ha dispiegato oltre mille soldati per garantire la sicurezza negli hotel e lungo le spiagge. Sabato scorso è entrato in vigore uno stato di emergenza

Commenti
Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 09/07/2015 - 00:32

Anche se può essere considerata una scelta positiva ha purtroppo poco valore contro gli assassini islamici. Ci sono centinaia di chilometri di deserto algerino a disposizione delle canaglie fondamentaliste.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 09/07/2015 - 04:40

Ottimo per fermare questa ondata di calore africano che sta massacrando gli equilibri delicati della civilizzata popolazione europea, poca quella autoctona e soppiantata da orde di migranti provenienti proprio dalle zone da cui si origina questa calura: sarà che anche il caldo sta scappando dall'Africa e viene a prendere il fresco verso il mitigato continente europeo?

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 09/07/2015 - 05:48

Che risate! 25 anni dal "crollo" del muro di Berlino nel mondo i muri spuntano come funghi: Texas, Melilla, Ungheria, Tunisia, Israele, mentre in Italia si spalancano porte e finestre all'invasione di criminali, terroristi e straccioni. Ma non era meglio, se restava in piedi l'originale? L'Europa e il mondo si sarebbero risparmiati un sacco di problemi... tra gli altri la Merkelona e un paio di guerre.

umberto nordio

Gio, 09/07/2015 - 08:00

Questi sono i risultati raggiunti dai" buonisti" imbecilli fautori dell'apertura delle frontiere.Muri si stanno ergendo dovunque e ai delinquenti non è rimasta che una meta:l'Italia.

linoalo1

Gio, 09/07/2015 - 09:23

Peccato che non si possa costruire anche sul mare!!!Si potrebbero,però,mettere di traverso tutte le Navi dei Paesi U.E. e bloccare,finalmente,l'Invasione Dell'Europa!!!Magari,solo inizialmente,usando la forza e le armi,solo per far capire che si sta facendo sul serio!!!!

magnum357

Gio, 09/07/2015 - 10:24

Un paese serio la Tunisia, la quale sta prendendo tempestivamente atto di potenziali ulteriori attacchi terroristici nel proprio territorio !!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 09/07/2015 - 10:32

Chi doveva entrare è già entrato.

beowulfagate

Gio, 09/07/2015 - 10:48

Dobbiamo costruire ponti non muri (Bergoglio-Grasso-Boldrini-Renzi...).Ah ah ah !

gneo58

Gio, 09/07/2015 - 11:18

io preferisco un muro ad una guerra civile.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 09/07/2015 - 11:40

I Paesi seri che vogliono salvaguardare il proprio Popolo ed il Turismo, prendono decisioni che agli occhi e orecchie dei FINTI BUONISTI o AFFARISTI MERCANTI DI UOMINI, appaiono "diaboliche". Intanto sembra che ci sia da IMPARARE!!!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 09/07/2015 - 12:23

Che bella la guerra fredda, si stava meglio, quando dicevano si stesse peggio. Tutti chiudono, il bidone itaglia apre........

Ritratto di Rames

Rames

Gio, 09/07/2015 - 12:40

Bisogna andare oltre quel "muro" e COMBATTERE!!!!!

marco.olt

Gio, 09/07/2015 - 13:46

BENE!! Queste sono le conseguenze dell'ennesima caz..ta Franco-USA la guerra alla Libia di Gheddafi, la cura peggio della malattia