Turchia, la lunga scia di attentati

Negli ultimi anni, la Turchia è stata afflitta da numerosi attacchi terroristici

Il terrorismo ha di nuovo colpito la Turchia, questa volta durante i festeggiamenti per il Capodanno in una delle discoteche più famose e frequentate di Istanbul. Trentanove le vittime, di cui 16 stranieri. Negli ultimi anni, la Turchia è stata afflitta da numerosi attacchi terroristici. Ecco gli attentati più importanti dell'ultimo anno e mezzo.

- 20 luglio 2015: 32 persone muoiono e più di 70 restano ferite per un attentato suicida condotto da una giovane simpatizzante dello Stato islamico a Suruc, a 10 chilometri dalla frontiera siriana.

- 10 ottobre 2015: 102 morti e 246 feriti secondo i dati ufficiali nel doppio attacco kamikaze commesso dallo Stato islamico ad Ankara contro una marcia per la pace, indetta dai sindacati. È stato il peggior attentato della storia del Paese.

- 12 gennaio 2016: un kamikaze dell'Isis uccide almeno 12 turisti e ne ferisce altri cinque in un attacco vicino alla moschea Blu di Istanbul, nella zona turistica di Sultanahmet.

- 17 febbraio 2016: 28 persone muoiono e 61 rimangono ferite per l'esplosione di una bomba al passaggio di un convoglio militare in una zona residenziale ad Ankara.

-13 marzo 2016: 37 morti e 127 feriti è il bilancio di un attacco suicida con autobomba nel centro di Ankara. Il gruppo curdo Tak ne rivendica la responsabilità.

- 19 marzo 2016: cinque morti, tra cui due americani, in un attentato nella Istiklal Caddesi, in centro a Istanbul.

- 7 giugno 2016: almeno 11 morti per l'esplosione di un'autobomba al passaggio di un pullman della polizia nel centro storico di Istanbul.

- 8 giugno 2016: cinque morti in un attentato vicino alla direzione locale della sicurezza di Midyat, nel sudest, attribuito al Pkk.

- 28 giugno 2016: 45 morti dopo che tre terroristi armati con fucili d'assalto ed esplosivi legati al corpo sparano in modo indiscriminato all'aeroporto Ataturk di Istanbul, prima di suicidarsi.

- 10 agosto 2016: otto persone muoiono e altre 38 sono ferite in due attacchi in province del sud della Turchia, la cui responsabilità è attribuita dai media turchi al Pkk.

- 20 agosto 2016: almeno 54 morti in un attentato suicida contro una festa curda a Gaziantep, che le autorità attribuiscono a un minorenne e allo Stato islamico.

- 4 novembre 2016: almeno nove morti e cento feriti in un attentato suicida con autobomba a Diyarbakir, condotto da un presunto membro del Pkk.

- 24 novembre 2016: due persone muoiono e altre 30 sono ferite in un attentato con autobomba vicino alla sede del governo regionale di Adana, nel sud.

- 9 dicembre 2016: 44 persone muoiono, in gran parte poliziotti, e oltre 150 rimangono ferite in un doppio attentato a Istanbul, rivendicato dal gruppo turco Tak.

- 17 dicembre 2016: 14 militari sono uccisi e altri 56 feriti in un attentato a Kayseri, che ha colpito il pullman civile su cui viaggiavano.

- 19 dicembre 2016: un poliziotto turco di 22 anni uccide l'ambasciatore russo ad Ankara, Andrei Karlov, mentre inaugura una mostra fotografica. L'attentatore grida frasi su Aleppo e viene ucciso da altri agenti.