Turisti sotto attacco in Giordania: "Assalitore aveva divisa dell'Isis"

L'attacco è stato compiuto da un assalitore armato di coltello a Jerash, sito archeologico nel nord del Paese. Almeno 5 feriti, fermato l'aggressore

Paura in Giordania, dove un uomo ha accoltellato 5 persone in un sito turistico. Il bilancio è di cinque feriti, fra cui tre turisti stranieri. L'attacco è stato compiuto da un assalitore armato di coltello a Jerash, sito archeologico nel nord del Paese. Lo riferisce una fonte della sicurezza, aggiungendo che l'aggressore è stato arrestato. "Un uomo ha attaccato con un coltello dei turisti e una guida, come pure un agente della sicurezza che provava a fermarlo" a Jerash, sito turistico circa 50 chilometri a nord della capitale Amman. Lo ha riferito il portavoce, aggiungendo che "i feriti sono stati portati in ospedale" e "l'assalitore è stato immediatamente arrestato".

Un testimone ha raccontato su Twitter quanto accaduto: "Just witnessed a knife attacker at Jerash. He may have killed 2-3 people and stick 4 more. I’m in shock", ha scritto in inglese sul suo profilo. "Ho appena visto un attacco al coltelle a Jerash. L'assalitore potrebbe aver ucciso 2-3 persone e ferito altre 4. Sono sotto choc", questa la traduzione in italiano. L'uomo ha poi raccontato altri dettagli della vicenda, sempre secondo il suo punto di vista, in una serie di tweet. "2-3 tourists badly hurt. One park employee or tour guide. A young French girl 25ish stabbed in side by single attacker dressed in black isis style militant gear including head covering.Appeared to not be apprehended", scrive. "2-3 turisti feriti gravemente. Un dipendente del sito o una guida turistica, una giovane ragazza francese di 25 anni pugnalata al fianco dall' aggressore vestito con una divisa militare in stile Isis nero con anche il volto coperto sembra sia riuscito a scappare", questa la traduzione in italiano. Secondo il testimone, quindi, l'uomo aveva una divisa simile a quella usata dai militanti dell'Isis. Un dettaglio che non è ancora stato confermato dalle forze dell'ordine locali, ma che potrebbe essere molto significativo circa la connotazione dell'attacco.

I video pubblicati sui social media mostrano una donna sanguinante sdraiata sul pavimento e un'altra donna sotto choc con la maglietta macchiata di sangue. A Madrid, nessuno al ministero degli Esteri spagnolo è stato immediatamente disponibile a commentare, spiega la Reuters.

L'antica città di Jerash e le sue rovine romane sono popolari tra i turisti e gli attacchi terroristici sono rari nel paese. Nel 2016, i combattenti dell'Isis hanno attaccato la città di al-Karak, nel sud della Giordania, un'altra popolare destinazione turistica, uccidendo dieci persone. La violenza è iniziata quando i militanti hanno iniziato a sparare agli ufficiali che pattugliano la città, prima di entrare nel castello e prendere in ostaggio numerosi turisti.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 06/11/2019 - 14:54

Basta non frequentare più i paesi arabi. Sono tutti a rischio.

routier

Mer, 06/11/2019 - 16:39

L'unico deterrente che fa male davvero è toccarli nel portafoglio: Depennare certi luoghi come mete turistiche!

ziobeppe1951

Mer, 06/11/2019 - 16:51

Strano..dicono essere “religione “ di pace e amore