Ucraina, ucciso davanti a casa un ex ministro di Ianukovich: continuano le morti misteriose

La guerra civile in Ucraina prosegue. Si rastrella porta a porta. Ci si vendica degli ex funzionari legati a Ianukovich

Viktor Ianukovich fotogrado durante la conferenza a Rostov sul Don

Continuano a morire gli uomini legati all'ex presidente ucraino Viktor Ianukovich. Dallo scorso gennaio sarebbero almeno 7 politici ucraini filorussi. Tutti morti in presunti suicidi: Oleksandr Peklushenko, ucciso con un colpo di pistola alla gola; Stanislav Melnyk, 53 anni, anche lui ucciso da un colpo di pistola e ritrovato morto nel bagno di casa; Mykhaylo Chechetov, suicidatosi lanciandosi da una finestra del diciassettesimo piano; Serhiy Valter, impiccato; Oleksandr Bordyuh è stato trovato morto in casa; Oleksiy Kolesnyk, impiccato.

Ieri è venuto il turno del settimo, Oleg Kalashnikov, ucciso ieri sera con un’arma da fuoco sul pianerottolo della sua abitazione a Kiev mentre stava rincasando. Gli inquirenti stanno indagando, ma sembra ormai cosa certa che Kalashnikov sia stato ucciso per motivi politici. Negli ultimi tempi, proprio mentre si avvicina la cerimonia per festeggiare il 70esimo anniversario della vittoria sovietica sulla Germania nazista, Kalshnikov ha ricevuto numerose minacce: "Ricevo continue minacce di morte per il mio appello aperto a festeggiare il 70esimo anniversario della vittoria nella Grande Guerra Patriottica. Queste minacce e questi sporchi insulti sono diventati una norma nell’Ucraina di oggi occupata dai nazisti".

Continua la guerra civile in Ucraina. Non a colpi di mortai e mitra. È una guerra civile silenziosa, che si combatte porta a porta. Fatta di vendetta e di odio.

Commenti
Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 16/04/2015 - 10:47

ed Hillary, il "campione" di ogni americano prende i soldi da 'sta gente...

Massimo25

Gio, 16/04/2015 - 10:56

Dove é la sopresa???La CIA e i criminali Nazisti Ucraini e quelli di alcuni paesi Europei come la Polonia e Baltici fanno ora quello che i criminali in genere usano fare:uccidono gli avversari politici.Di cosa vi sorprendete. I paesi Europei hanno creato questo insieme agli USa..tutto rientra nella norma e smettete di belare..

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Gio, 16/04/2015 - 10:57

Che strano... Quando ammazzarono Nemtsov, "ilgiornale" fece di tutto per dire che bisognava aspettare la conclusione delle indagini... Ora che il morto, é ancora caldo, giá sanno tutto! E cmq anche Oleg Kalashnikov (giá dal cognome...) era in contatto con le forze dell'ordine per essere sentito come testimone proprio in queste settimane. Misteri...

Massimo25

Gio, 16/04/2015 - 11:20

La Signora Clinton non é certo meglio di questi...in più lei é americana..

swiller

Gio, 16/04/2015 - 11:59

I nazzisti ucraini di kiev.

manente

Gio, 16/04/2015 - 12:40

La "democrazia" esportata in Ucraina da Soros e Provy Sector è questa, l'assassinio sistematico di ogni oppositore politico. I media main-stream italiani ed europei che straparlavano di "diritti umani" violati per la prigione dorata della “pasionaria” Timoschenko, ora che il regime golpista di Kiev ha fatto assassinare ben otto esponenti politici della opposizione, tacciono vigliaccamente dimostrando al mondo che le “rivoluzioni colorate”, con i diritti umani e la democrazia c’entrano come i cavoli a merenda.

Moscovita

Gio, 16/04/2015 - 12:57

Se qualcuno mi chiedesse di esprimere in due parole quello che penso dell'Europa di oggi, io dire solo: delusione e vergogna. Non e' certo l'Europa nella quale speravo 25 anni fa.

agosvac

Gio, 16/04/2015 - 13:01

Ma guarda un po'!!! Chi sarà il colpevole??? Di sicuro non potranno dare la colpa a Putin!!! Ed allora? O è la CIA oppure è il Governo ukraino che vuole fare pixxxa pulita contro gli oppositori al regime. A me questi dell'ukraina non sono mai piaciuti: tutto è partito perché non volevano pagare i debiti che avevano nei confronti della Russia che aveva loro fornito il gas, sia pure a prezzi di favore. Allora si sono inventati la storiella dell'invasione russa, che non c'è mai stata. Purtroppo hanno trovato dei cxxxxxi, come Obama e la merkel, che hanno trovato una scusa per mettere in difficoltà la Federazione Russa. Il vero problema per l'UE e gli USA è che la storiella non è ancora finita. Putin non è un cxxxxxo come Obama, messo alle strette quasi sicuramente si alleerà con la Cina ed allora saranno cxxxi amari per gli USA!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 16/04/2015 - 13:15

I gulag e i campi di concentramento non sono bastati a calmierare i bollenti spiriti di chi crede di essere il "super partes".

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Gio, 16/04/2015 - 19:27

Sarebbe meglio dire che i due ultimi ammazzati, NON erano "filo-russi"... Ma bensì ULTRA-NAZIONALISTI CHE SI OPPENEVANO SIA AL CIOCCOLATAIO, SIA A PUTLER E CHE RIVENDICAVANO LE PARTI DI UCRAINA CRIMINALMENTE OCCUPATE, COME PARTENZA DI UN NUOVO RADICALISMO BIANCO, LEGATO COME SEMPRE A ALEXANDER DUGIN, DELLA NOTA RIVISTA NEO-NAZI "ZAVTRA"... Evidentemente putler si è accorto che stavano diventando troppo "ingombranti"... Oltretutto i due, erano legati tramite i CETNICI che combattono in Ucraina, A KADYROV - CAPO DEI CECENI e mandante dell'omicidio Nemtsov!!!