Ucraina, espulsa giornalista russa e il Cremlino replica: "Inaccettabile"

Alexandra Tcherepnina, della tv russa Pervy Kanal, ha realizzato un documentario per provare la presenza nazista in Ucraina ed è stata accusata di "attività distruttive" dal governo di Kiev

Se sei un giornalista e spieghi, con documenti alla mano, che il governo ucraino va a braccetto con i neonazisti, allora rischi di essere espulso dal Paese. È questo il senso della storia che la giornalista russa Alexandra Tcherepnina, di Pervy Kanal, è stata costretta a vivere. Il governo ucraino, infatti, l'ha accusata di "attività distruttive". In parole povere: la giornalista aveva realizzato un servizio in cui mostrava una ragazza ucraina che faceva il saluto nazista in mezzo alle svastiche e prometteva di uccidere i russi.

Il 19 giugno, la Tcherepnina si trovava in Ucraina. Prima è stata raggiunta dalle forze dell'ordine e poi dai servizi di sicurezza ucraini (Sbu), che le hanno vietato di ritornare nel Paese per tre anni, assicurando così di aver "fermato una campagna di propaganda dei servizi speciali russi".

Nel reportage della Tcherepnina, mandato in onda il 24 giugno, si accusano le autorità pro-occidentali di Kiev di favorire il nazionalismo "antirusso", che incita l’odio verso la Russia da parte dei giovani ucraini. Oltre alle immagini di svastiche, vengono mostrate le fiaccolate in memoria di un controverso eroe nazionalista ucraino. La stessa Tcherepnina in una intervista ha affermato di essere stata fermata e interrogata dai servizi Sbu e poi espulsa.

Il Cremlino, attraverso il suo portavoce Dmitri Peskov, ha definito l’espulsione "inaccettabile". "Constatiamo - ha detto Peskov - una intolleranza assoluta alla libertà di stampa" ed è stata aperta una inchiesta da parte del comitato di inchiesta russo per "detenzione illegale" e "ostacolo alle attivitàprofessionali di un giornalista" denunciando i "numerosi crimini commessi dalle autorità ucraine contro i giornalisti".

L’Ucraina ha vietato l’entrata in Paese di numerosi media russi e ha espulso decine di giornalisti, accusati di propaganda e disinformazione. Queste decisioni di Kiev hanno provocato le critiche di Ong che difendono l’operato dei media. Intanto il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione che chiede ai governi dell’Ue azioni e aiuti finanziari per "contrastare la propaganda e la disinformazione russa dentro e fuori l’Unione europea".

Commenti

frabelli1

Gio, 02/07/2015 - 15:31

Gli americani vogliono proteggere questa minoranza nazista andando contro la Russia e non si accorgono del disastro che stanno combinando. In più il colorito Obama rinnega Kennedy. Complimenti statunitensi.

frabelli1

Gio, 02/07/2015 - 15:36

Gli americani tramite il colorito presidente statunitense, vogliono proteggere questa minoranza nazista andando contro la Russia e non si accorgono dei disastri che sta combinando questa amministrazione. In più il cioccolataio sta andando contro ciò che decisi il Presidente Kennedy, dimenticando parecchie cose dell'epoca. Ma la storia moderna, almeno quella statunitense la conosce?

Ritratto di giordano

giordano

Gio, 02/07/2015 - 15:39

che idiozia, basta andare su you tube e cliccare donbass e vedi tutte le porcherie dei nazi ucraini che ammazzano i civili. Guardate anche gli scambi di prigionieri, come sono ridotti gli uni e gli altri. Io sto' con il Donbass ! e l'abbronzato che vada a mettere i suoi missili nel giardino di qualcun'altro

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Gio, 02/07/2015 - 15:45

Vorrebbe dire che l'Europa di sinistra sta dalla parte dell'Ucraina nazifascista?

Massimo25

Gio, 02/07/2015 - 15:54

Di Nazisti in europa non ce ne sono solo in UCraina ,ma uno con i fiocchi stà seduto a berlino,uno a Strasburgo(Tusk)e i 3 nani di Blatici...dove c'é da stupirsi..loro hanno fatto il colpo di stato e loro con i soldi dei contribuenti stanno finanziando la nascita del nuovo partito NAZIFASCISTA europeo..Grandi!!!

gcf48

Gio, 02/07/2015 - 16:20

Intanto il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione che chiede ai governi dell’Ue azioni e aiuti finanziari per "contrastare la propaganda e la disinformazione russa dentro e fuori l’Unione europea". PAZZESCO

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Gio, 02/07/2015 - 16:42

Cosa ne dice il Presidente Abbronzato??

BlackMen

Gio, 02/07/2015 - 17:06

Cosa? Inaccettabile che non l'abbiano uccisa come fa il governo di Putin coi giornalisti scomodi?

andri75

Gio, 02/07/2015 - 18:41

L'Ucraina avrebbe potuto copiare dalla Russia negandole le credenziali (come a tutti i giornalisti Ucraini che devono lavorare in Russia come turisti) o il visto (come ai giornalisti USA e UK in Russia) o la vita (come ai giornalisti oppositori di Putin). Invece decine di giornalisti Russi tutti i giorni trasmettono indisturbati e le TV Russe trasmettono tranquillamente via cavo e satellite in Ucraina (mentre le Ucraine in Russia sono vietate). Nel caso specifico, strano che l'articolo non lo menzioni, la giornalista ha compiuto diversi reati : effrazione, corruzione di pubblico ufficiale, minacce. Mi pare saggia la scelta dell'espulsione invece dell'arresto.

Mr Blonde

Gio, 02/07/2015 - 22:19

In russia i giornalisti scomodi li ammazzano quindi stiano sereni

andri75

Gio, 02/07/2015 - 22:53

@giordano : Internet non è proprio la fonte di informazione più attendibile, chieda a chi nel Donbass ci abita cosa vuole e come vive. Si legga il rapporto dell'ONU o dell'OSCE su chi compie atti feroci sulla la popolazione o si guardi i video di come sono trattati i prigionieri di guerra Russi e come quelli Ucraini... se quasi 7000 civili sono morti nel Donbass occupato dalla Russia e 0 nel Donbass Ucraino, forse la verità è un pò diversa.

mila

Ven, 03/07/2015 - 06:37

@ andri e Blonde -Da chi vengono ammazzati i giornalisti scomodi in Russia? Cmq si sa che i cattivi sono i Russi; sono nemici degli Americani, quindi sono cattivi, e' cosi' anche in tutti i film.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 03/07/2015 - 23:04

Veniamo a sapere che Obama, Merkel, l'Europa e i trinariciuti italiani se la fanno con i nazisti ucraini. LA TRAGEDIA DI HITLER NON È SERVITA A NULLA?