Uk, parlamento vota contro l'introduzione del reato di islamofobia

La decisione dei Tory di non appoggiare la riforma voluta dalle opposizioni ha subito scatenato la dura reazione della comunità islamica britannica

Il parlamento inglese ha di recente rigettato la proposta, avanzata dai partiti di opposizione, relativa all’introduzione del reato di islamofobia.

Lo schieramento che sostiene la premier Theresa May, formato dal Partito conservatore e dagli unionisti nordirlandesi del Dup, si è infatti ricompattato al fine di respingere la riforma della normativa penale britannica propugnata dai deputati di minoranza. La controversa proposta di legge, sollecitata dalla comunità islamica del Regno Unito, godeva a Westminster del sostegno dei laburisti, dei liberaldemocratici e dei nazionalisti scozzesi e gallesi.

La bozza rigettata dalla maggioranza tory-Dup definiva l’islamofobia come un crimine a sfondo razziale e prescriveva, a carico dei soggetti che sarebbero stati condannati per il reato in questione, minimo un anno di carcere, oltre a una multa salata. Liz Saville Roberts, leader parlamentare dei nazionalisti gallesi del Plaid Cymru nonché relatrice del testo appoggiato da tutta l’opposizione al governo May, aveva ripetutamente presentato il controverso provvedimento come necessario a contrastare il “razzismo del terzo millennio, quello contro i musulmani”.

L’iniziativa pro-islam della minoranza parlamentare è stata però alla fine bloccata dal voto compatto dei deputati che sostengono l’esecutivo di Londra, i quali hanno giustificato la loro contrarietà all’introduzione del nuovo reato bollando l’iniziativa dell’opposizione come avventata.

Ad avviso della capogruppo tory ai Comuni, Andrea Leadsom, la modifica normativa elaborata dalle forze di minoranza avrebbe infatti reso punibile per islamofobia persino chiunque avesse semplicemente impiegato parole di condanna contro il terrorismo jihadista. La deputata ha quindi esortato tutti i gruppi parlamentari a collaborare nella stesura di un testo normativo “equilibrato”, mirante a salvaguardare i musulmani britannici da ogni discriminazione e che però, al tempo stesso, non pregiudichi la libertà dei singoli di criticare il fondamentalismo maomettano.

Il voto contrario del partito della May all’introduzione del reato in questione è stato immediatamente biasimato dai vertici islamici del Regno Unito. Il Muslim Council of Britain (Mcb) ha infatti affermato che i tory, rigettando la proposta delle opposizioni, avrebbero scelto di posizionarsi “dalla parte sbagliata della storia” e ha poi accusato gli esponenti conservatori di essere dominati da “istinti bigotti”. Alle accuse della comunità musulmana ha prontamente replicato Steve Baker, esponente dell’ala nazionalista del partito della premier, il quale ha esortato l’Mcb a “smetterla con il vittimismo” e a concentrarsi di più sul contrasto al fondamentalismo dilagante negli ambienti maomettani britannici.

Commenti

Marguerite

Gio, 28/03/2019 - 13:46

E troppo tardi la Gran Bretagna è già tutta ISLAMICA...anche il si davo di Londra !!!!!

Marguerite

Gio, 28/03/2019 - 13:47

.....troppo tardi la Gran Bretagna è già....tutta ISLAMICA....anche il Sindaco di Londra!!!!!

Divoll

Gio, 28/03/2019 - 18:41

Meno male! Agli MP britannici e' rimasto ancora un barlume di razionalita'.

ohibò44

Gio, 28/03/2019 - 18:56

Prima o poi la sottomissione si compirà varando una legge razzista che porrà la religione islamica al di sopra delle altre. Si potrà bestemmiare Cristo e ridicolizzare Buddha ma non si potrà neppure disquisire su Maometto.

cgf

Gio, 28/03/2019 - 19:49

finora, anche in U.K., sono i seguaci dell'islam che per proprio credo hanno ucciso/ferito persone, hanno fatto tutto loro, affari loro, no? Prendano CHIARE posizioni contro attentati ed estremisti, poi non vi sarà bisogno di stabilire il reato richiesto

Andrea_Berna

Gio, 28/03/2019 - 22:01

Esiste il reato di sinistro fobia? Non ancora. Allora davanti a questo spettacolo indecente delle sinistre sorosiane europee che vogliono islamizzare l'Europa per legge, mi permetto di dire "maledetta sinistra"