Le ultime parole dell'Eroe di Palmira

"Sono ovunque, non voglio che mi prendano, faranno di me ogni cosa. Vi prego fatemi morire con dignità"

Stanno commuovendo il mondo, con attestati di stima provenienti da tutte le forze armate del pianeta, le ultime parole di Alexander Prokhorenko, 25 anni, lo specnaz che ha diretto su di sé gli aerei russi per evitare di farsi catturare dalle forze nemiche dello Stato islamico che lo avevano ormai circondato.

Il soldato delle forze speciali, in una missione segreta nell'antica città siriana di Palmyra, è stato definito un eroe in Russia. La moglie Ekaterina, incinta del loro primo figlio, ha rivelato di non sapere che suo marito combattesse in Siria e che fosse uno specnaz. Il 25enne si congedò dalla moglie due mesi fa, dicendo che sarebbe andato in addestramento nel Caucaso russo. Prokhorenko era in realtà un elemento del Vympel, unità delle forze speciali agli ordini diretti dei servizi segreti russi, specializzata nello spionaggio e nella raccolta di informazioni in territorio nemico.

Arruolatosi subito dopo aver conclusi gli studi, è accettato nell'Accademia Militare di difesa aerea delle Forze Armate della Federazione Russa. Prokhorenko proviene da una famiglia di militari: anche i suoi due fratelli appartengono ai reparti speciali russi.

La missione del giovane "lupo" era quella di identificare le postazioni nemiche del califfato in vista dell’offensiva dell’esercito siriano. Per cause non divulgate dal Cremlino, l’uomo è identificato dagli estremisti: inizia un feroce scontro a fuoco. Lo specnaz è circondato da numerosi terroristi che giungono dalla roccaforte e che continuano a stringere il cerchio verso la sua posizione. I russi non dispongono di squadre di estrazione rapida in zona. Considerando la superiorità numerica delle forze ostili, la prossimità di queste ultime così come la consapevolezza dei sistemi terra-aria presenti a difesa di Palmira, una missione di salvataggio si sarebbe potuta trasformare in un bagno di sangue per i russi. Ne è ben consapevole lo specnaz che esaurite le munizioni, comunica ai caccia amici in volo di non avere scelta.

Ecco la trascrizione degli ultimi istanti di vita di Alexander Prokhorenko diramate dal Ministero della Difesa russo.

Prokhorenko: “Non posso lasciare la mia posizione. Mi hanno circondato e si avvicinano. Vi prego sbrigatevi”.

Comandante: “Procedi verso la linea di estrazione, ripeto linea verde, linea verde. Vai nella zona sicura”.

Prokhorenko: “Negativo, non posso. Sono ovunque, è la fine. E' la fine. E' la fine...richiedo attacco aereo sulla mia posizione. Dite alla mia famiglia che li amo e che sono morto combattendo per la mia patria. Eseguite l’attacco, vi prego”.

Comandante: “Negativo, ripiega sulla linea verde, questo è un ordine”.

Prokhorenko: “Non posso. Comandante, sono circondato. Sono ovunque, non voglio che mi prendano, faranno di me ogni cosa. Vi prego fatemi morire con dignità e che possa portarmi dietro tutti questi bastardi. Vi prego è la mia ultima volontà, io sono già morto. Vi prego, non posso resistere a lungo”.

Comandante: ”… Alexander …conferma la tua richiesta”.

Ufficiale: “Mi hanno ormai raggiunto, non ho più munizioni. Grazie comandante, dite alla mia famiglia che li amo, che ho lottato fino alla fine. Vi prego, prendetevi cura della mia famiglia, vendicate la mia morte, vendicatemi. Addio comandante, dite alla mia famiglia che li ho sempre amati.”

Comandante: “….”

Le forze speciali russe non sono autorizzate a farsi catturare vive dal nemico. Il presidente Vladimir Putin presenzierà personalmente sia ai funerali di Stato, consegnando all’eroe la più alta onorificenza del Paese che alla solenne cerimonia privata riservata esclusivamente agli specnaz in un luogo segreto.

Annunci

Commenti

ziobeppe1951

Mer, 30/03/2016 - 13:10

Meledetti PiDioti e zecche rosse guardate in faccia un vero eroe e sputatevi in faccia

Aleramo

Mer, 30/03/2016 - 13:24

Ogni parola è superflua.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 30/03/2016 - 13:31

un brivido alla pelle ho avuto nel leggere l'ultima comunicazione. ONORE ad ALEXANDER. ONORE AD UN GRANDE EROE. ONORE, ONORE, ONORE!!

Sentry

Mer, 30/03/2016 - 13:34

c'e ancora gente che sa cosa siano l'onore la patria ed il coraggio! Un saluto e il mio rispetto per te eroe!

scarface

Mer, 30/03/2016 - 13:48

Dedicato a tutti i debosciati al governo, le zecche dei centri sociali, i catto-buonisti, i pdioti, i parassiti delle coop bianco-rosse: Questo è un uomo, vergognatevi della vostra imbelle schifosa misera ipocrita vita.

gbc

Mer, 30/03/2016 - 13:52

per sempre nei nostri cuori R.I.P eroe

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/03/2016 - 13:52

@ziobeppe51.....10 e lode!!!!!

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Mer, 30/03/2016 - 13:52

Un vero grande Eroe dei nostri tempi... Onore a Lui ed alla sua famiglia.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 30/03/2016 - 14:12

Onore a chi ha ancora degli ideali. Propongo al comune di genova di sostituire il cippo blasfemo al "martire" Carlo Giuliani con uno ad Alexander Prokhorenko, che si è immolato pensando alla sua nazione ed alla sua famiglia dando lustro alla nostra civiltà... senza bisogno di estintori.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 30/03/2016 - 14:14

@Aleramo - Perfettamente daccodo.Saluti.

Ritratto di marmolada

marmolada

Mer, 30/03/2016 - 14:28

Questo ragazzo si è meritato tutto l'onore riservato ai veri eroi! Non ho dubbi che la Russia aiuti la sua famiglia, e riservi a lui la memoria dei martiri della Patria! Che la sua anima riposi in pace!

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mer, 30/03/2016 - 14:31

Questo un vero militare e non i nostri cialtroni, servi e carrieristi, che vanno a prendere, ripeto a prendere e non a salvare in mare, gli invasori.

Ritratto di marapontello

marapontello

Mer, 30/03/2016 - 14:37

Noi abbiamo i narcisisti della selfie-generation, con lo zainetto e la banderuola multicolor. E in Russia hanno gli uomini di valore.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 30/03/2016 - 14:41

R.I.P. Eroe Russo ...Alla faccia dei Snistrati Italiani compresi Srenzi Sboldrini Questo è un Presidente... Vladimr Putin presenzierà personalmente sia ai funerali di Stato, consegnando all’eroe la più alta onorificenza del Paese che alla solenne cerimonia privata riservata esclusivamente agli specnaz in un luogo segreto.Non quegli ometti di sinistra da Scalfarotto a Snapolitano....E Renzi x i Ns. Marò che fa ??? ...Niente Pagliaccio...Onore & Rispetto x Lui e x i Ns. Marò...

roniks69

Mer, 30/03/2016 - 14:41

E proprio per gli UOMINI,come lui,l'URSS ha vinto la 2-a guerra mondiale.l'uomo deve rimanere uomo sempre,specialmente se e un militare.Sono fiero di essere un RUSSO.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/03/2016 - 14:46

Sicuramente Putin si prenderà cura della sua famiglia,mentre in Italia sappiamo benissimo gli eroi che considerazione hanno nelle istituzioni. Renzi ce lo dimostra tutti i giorni......

Ritratto di Gelsyred

Gelsyred

Mer, 30/03/2016 - 14:49

Povero ragazzo. Onore all'eroe a Putin e alla Russia. Noi, al confronto, possiamo andare a nasconderci.

polonio210

Mer, 30/03/2016 - 15:02

Questo ragazzo è un EROE.Le sue parole dovrebbero essere lette, nelle scuole di ogni ordine e grado,e scolpite nel marmo a sua imperitura memoria non solo in Russia ma ovunque.

Ritratto di marapontello

marapontello

Mer, 30/03/2016 - 15:05

I cacciatori travestiti da Rambo, che si sentono uomini facendosi il selfie con il cadavere di un agnellino scannato o mangiando il salame, non reggono il confronto con tale eroe.

Ritratto di marapontello

marapontello

Mer, 30/03/2016 - 15:14

"solenne cerimonia privata riservata esclusivamente agli specnaz in un luogo segreto", non danno neppure spettacolo. Si capisce tutto dei russi.

tuttoilmondo

Mer, 30/03/2016 - 15:21

"Vi faccio vedere come sa morire un italiano". Saper sputare in faccia alla morte non è da tutti, ma ce ne sono.

Dordolio

Mer, 30/03/2016 - 15:37

Mbferno avrebbe dovuto dire di più. In Italia una eventuale celebrazione avrebbe visto estremisti di sinistra manifestare contro. Impunemente. La stessa cerimonia avrebbe avuto come protagonisti soggetti indegni, quando anche non ridanciani e/o sbadiglianti (è successo e Il Giornale ne pubblicò le foto). La vedova e il figlio sarebbero stati presto dimenticati e remunerati con quattro soldi. Nessuna onorificenza militare (il caduto sarebbe stato lì "in missione di pace"...) e con ogni probabilità a bocce ferme avrebbero anche tolto loro l'eventuale alloggio di servizio.

Rainulfo

Mer, 30/03/2016 - 16:07

nessuna polemica per favore su questa notizia. Onore al militare, onore all'uomo e al padre e al marito.... qui c'è solo da imparare!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 30/03/2016 - 16:09

@roniks69 Mer, 30/03/2016 - 14:41: faccia in modo che i NOSTRI ONORI ad ALEXANDER arrivino nella Sua RUSSIA. In ITALIA c'è gente che sa cos'è L'ONORE. Grazie!

Rainulfo

Mer, 30/03/2016 - 16:11

@tuttoil ondo... ti apprezzo! grazie per averlo ricordato.

fecb

Mer, 30/03/2016 - 16:23

E' triste ricordare: la formazione degli specnatz -anche sotto il profilo ideale- deriva dallo studio e dalla elaborazione di quella dei nostri Arditi e della Folgore. Eccellenze militari che hanno prodotto altrettanto eroismo (ma di stampo italico), ma dimenticati e nascosti, perchè si arrivasse alla attuale generazione di smidollati senza ideali, tanto comodi alla sinistra. Un'altra osservazione: l'articolo non spiega (sbagliando) che i sistemi terra-aria che impediscono l'avvicinamento dei gruppi di estrazione sono quelli forniti pochi mesi fa dagli americani e dai sauditi. A ciascuno le sue responsabilità!

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 30/03/2016 - 16:41

Cordoglio per questo Eroe che combatte anche per noi e la sopravvivenza dell' occidende. I Catto-Komunisti nostrani non capiscono.

lorenzovan

Mer, 30/03/2016 - 16:43

zio beppe...sei sempre molto agitato...ma non e' che votavi PCI e andavi con la bandiera rossa sulle spalle ??? allora si spiegherebbe il tuo odio amore...lolololololol

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 30/03/2016 - 17:00

Non abbiamo politici con questi attributi.

Ritratto di Antero

Antero

Mer, 30/03/2016 - 17:59

Sarai vendicato ! R.i.p.

Ritratto di trinity

trinity

Mer, 30/03/2016 - 18:15

Grandissimo eroe! Un esempio per tutti!

Ritratto di alex274

alex274

Mer, 30/03/2016 - 18:17

In piedi.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 30/03/2016 - 18:30

Mi inchino di fronte a questo grande eroe !!!! Pensavo che oramai non ne nascessero piú persone cosí. Pensavo che avessero buttato via lo stampo. Mi sono sbagliato.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 30/03/2016 - 18:58

Come mai, RP da Trento non ha postato che è una bufala? Il suo silenzio mi preoccupa...

ziobeppe1951

Mer, 30/03/2016 - 19:01

Ioioioio...ho sempre votato AlmirantE....PIRLA

Giampaolo Ferrari

Mer, 30/03/2016 - 19:05

Questi anno le palle,noi abbiamo le checche.

CALISESI MAURO

Mer, 30/03/2016 - 19:22

Quando una Nazione ha gente cosi' avra futuro. Felicissimo nell'aver comprato casa li. La vergogna la provo quando torno in Italia e vedo quelle bru..e facce com..te piene di mer..a e senza futuro. si sono venduti per niente e adesso arrivera' il falcione.....

persio

Mer, 30/03/2016 - 19:26

Questo eroico ragazzo ha reso onore alla sua Patria, al suo reparto, alla sua famiglia, morendo da vero militare per una giusta causa. R.I.P.

il nazionalista

Mer, 30/03/2016 - 21:33

Attaccata dal più forte esercito del mondo(quello tedesco), la Russia, dopo aver subito delle perdite terribili, senza arrendersi mai, combattendo con forza sempre maggiore dopo ogni disfatta, per 3 anni sopportò da sola lo sforzo bellico terrestre della Germania e rovesciato, dopo Stalingrado, andamento della guerra sul fronte orientale, espugnò Berlino e fu prima per merito nel crollo del 3° Reich. Il motivo della vittoria?? Aver potuto contare su milioni di Prokhorenko!! Adesso i Russi combattono contro un nemico ANCOR PEGGIORE del nazismo e se questo è sconfitto il merito è loro non di ' hussein l' abbronzato '!! Слава тебе Aлександр Прохоренко!!!

Luigi Farinelli

Gio, 31/03/2016 - 00:32

Dovrebbe essere considerato un eroe dell'Occidente, ovvero di ciò che è rimasto dell'Occidente, confinato nella "ridotta" russa, dopo il rinnegamento compiuto dall'Europa e dagli USA delle proprie radici culturali greco-romane che, permeate dallo spirito cristiano, hanno portato la civiltà all'intero pianeta (altro che illuminismo). Le sanzioni dovrebbero essere affibbiate all'Occidente per imbecillità congenita dei suoi governanti, da Obama e Clinton alla Merkel e Cameron, per l'evidenza di disastri geopolitici che sembrano creati da autentici deficienti. Persino troppo deficienti per non creare il sospetto che tutto ciò non sia voluto per seguire il principio dell' Ordo ab Chaos (l'Ordine da loro voluto, dopo il Caos appositamente creato).

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 31/03/2016 - 01:01

ONORE ONORE ONORE a questo magnifico soldato e UOMO R.I.P.

Ritratto di SAXO

SAXO

Gio, 31/03/2016 - 01:08

onore a questo eroe russo,immolatosi per la liberta universale,che Dio lo abbia in gloria!Grande madre Russia,grande il suo popolo fiero e vicino agli ideali sacro-cristiani,ultimo baluardo occidentale che combatte contro il regime anglosionista satanista mondialista e le sue creature demoniache filoterroriste islamiste, usate come espediente occulto per dominare il Mondo.

Ritratto di johnsmith

johnsmith

Gio, 31/03/2016 - 04:08

tuttoilmondo Mer, 30/03/2016 - 15:21 "Vi faccio vedere come sa morire un italiano". Saper sputare in faccia alla morte non è da tutti, ma ce ne sono. Fabrizio Quattrocchi Data di nascita: 9 maggio 1968, Catania, Italia Data di morte: 14 aprile 2004, Iraq

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Gio, 31/03/2016 - 08:07

A leggere queste cose viene la pelle d'oca. E' veramente un grande !

fabioerre64

Gio, 31/03/2016 - 08:55

Mi avessero detto 30 anni fa che sarebbe arrivato un momento in cui avrei rispettato e preferito i russi agli americani non ci avrei creduto, questo momento è arrivato già da un pò... questa notizia che ho letto con immensa commozione e questo eroe di altri tempi mi fanno ammirare ancor di più il popolo russo.