Usa-Russia, alta tensione

I caccia russi continuano a "stuzzicare" i jet statunitensi nei cieli del Mar Baltico. Gli Usa attaccano: "Si rischia escalation di tensioni". Ma il Cremlino: "Tutti i voli dei jet militari russi sono effettuati nel rispetto delle regole internazionali"

I caccia russi continuano a "stuzzicare" i jet statunitensi nei cieli del Mar Baltico. A 16 giorni dalla precedente "provocazione" russa, un caccia Sukhoi SU-27 Flanker ha effettuato una manovra acrobatica quanto rischiosa, un tonneau (un giro completo sul suo asse), intorno ad un grosso aereo spia Usa, Rc-135 avvicinandosi fino a 7,6 metri dal grande quadrigetto americano. Il Flanker ha effettuato la manovra iniziando dal lato sinistro dell'aereo, passando sopra l'aereo in volo rovesciato e concludendo la manovra sul lato destro riportandosi in volo orizzontale. Il tutto mentre l'aereo Usa si trovava nello spazio aereo internazionale. Lo riferisce la Bbc citando Daniel Hernandez, uno dei portavoce del Pentagono. Lo stesso evento si era verificato il 14 aprile, sempre nei cieli del Mar Baltico. In quel caso sempre il Flanker arrivò fino a 15 metri dall'estremità dell'ala dell'RC-135 (basato sulla cellula del Boeing 707, ndr). Il 13 aprile, invece, due caccia-bombardieri russi SU-24 erano passati ripetutamente in configurazione d'attacco a 9 metri dal cacciatorpediniere Uss Donald Cook.

Il dipartimento della Difesa statunitense ha comunicato che le manovre di un Su-27 russo sul Mar Baltico potrebbero portare a un'escalation di tensioni tra Mosca e Washington. Lo ha dichiarato il portavoce del Pentagono, Bill Urban, che ha sottolineato che le manovre potrebbero provocare anche "gravi danni ai membri dell'equipaggio". "Ancora più importante è il fatto che queste azioni pericolose e non professionali di un solo pilota possono accendere inutili tensioni tra i due paesi", ha detto Urban all'agenzia di stampa russa "Interfax", ricordando che poche settimane fa c'è stato "un rischio di collisione" tra il velivolo russo e il cacciatorpediniere statunitense Donald Cook. Il 29 Aprile un caccia russo Su-27 ha infatti rischiato un incidente con un aereo militare statunitense RC-135 in volo di ricognizione nello spazio aereo internazionale sul Mar Baltico. Inizialmente l'aereo russo si è avvicinato a trenta metri da quello degli Stati Uniti e ha poi eseguito delle manovre "tonneau" (manovra acrobatica che porta a effettuare un giro completo rispetto all'asse orizzontale del volo). Il giorno precedente, il capo degli Stati maggiori riuniti Usa, generale Joseph Dunford, aveva dichiarato che il sorvolo di aerei russi sopra le navi statunitensi prima o poi avrebbe potuto provocare uno scontro militare accidentale.

La Russia però respinge le accuse al mittente. "Tutti i voli dei jet militari russi sono effettuati nel rispetto delle regole internazionali", e sono semmai gli aerei americani ad avvicinarsi regolarmente ai confini russi "con il transponder spento" costringendo i velivoli russi a decollare per "identificarli visivamente".

Commenti

agosvac

Sab, 30/04/2016 - 13:55

Se le mie cognizioni di geografia sono ancora valide, gli aerei Usa, sul mar Baltico, si trovano a diverse migliaia di chilometri dalle loro basi naturali in America mentre gli aerei russi si trovano a pochi chilometri dalle loro basi in Russia. Chi stuzzica chi????? Se ne tornino in America e, sicuramente, i russi non li disturberanno!!!

istroveneto

Sab, 30/04/2016 - 14:29

Vorrei vedere se un aereo militare russo si spingesse in vicinanza delle acque territoriali USA a poche miglia fuori da New York.

dijon

Sab, 30/04/2016 - 15:31

Tutti i voli dei jet militari russi sono effettuati nel rispetto delle regole internazionali", e sono semmai gli aerei americani ad avvicinarsi regolarmente ai confini russi "con il transponder spento" costringendo i velivoli russi a decollare per "identificarli visivamente Penso che con questa frase si sia detto tutto.

pc1966

Sab, 30/04/2016 - 15:57

Poveri Americani Obamizzati, io credo che Trump farà accordi validi e rispetterà la RUSSIA

cgf

Sab, 30/04/2016 - 17:27

se gli US tentassero solo di reagire i russi sicuramente non accetteranno passivamente, non sono in turchia, pardon, SIRIA, reagirebbero sicuramente!! p.s. ma non erano SEMPRE loro a lamentarsi quando cacciabombardieri e sommergibili si sono avvicinati, sempre in acque internazionali, ai confini di Florida e California? LORO erano in DIRITTO di fare manovre, i russi perché no?

FCer57

Sab, 30/04/2016 - 17:27

Fare ricognizioni rimanendo fuori dallo spazio aereo nazionale e dalle zone controllate del traffico aereo è lecito e lo fanno sia gli USA che la Russia. Intercettare un ricognitore con i propri velivoli è pure lecito. Fare manovre azzardate e non concordate/coordinate vicino ad un aereo altrui o commerciale (magari nello spazio aereo controllato, come è successo altre volte) è pericoloso e inutile/provocatorio.

Ritratto di SAXO

SAXO

Sab, 30/04/2016 - 17:33

La prossima volta non faranno piu manovre azzardate ,ma li tireranno giu uno per uno questi arroganti criminali a stelle e striscie che si credono i padroni del mondo. Poi vadano a lamentarsi da chichessia a WASHINGTON o a GERUSALEMME!

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Sab, 30/04/2016 - 18:15

E se si provasse a parti invertite? I russi portino una grossa squadra navale nel pacifico di fronte a S. Francisco o a Seattle facendo manovre nelle acque internazionali. Vediamo come si comporterebbero gli americani!!!!

levy

Sab, 30/04/2016 - 18:35

Non è chiaro chi provoca e chi subisce la provocazione, ma una cosa è certa: se la stanno cercando, probabilmente l'incombente collasso finanziario ha bisogno di una grande guerra.

levy

Sab, 30/04/2016 - 18:41

Prima della fine del suo mandato, Obama ne combinerà un'altra delle sue. Posso suggerigli di creare un emergenza con una guerra, sospendere le elezioni, instaurare la legge marziale, fregare Trump e rimanere alla casa bianca.

atlante

Sab, 30/04/2016 - 18:46

Certo che gli americani hanno davvero una faccia di bronzo unica. Se ne vanno a spasso nei mari e nei cieli a pochi passi dalla Russia e poi si lamentano di essere ...."provocati"... Vorrei vedere a loro se gli incrociatori ed i caccia russi se ne andassero in giro nei pressi di Boston o Filadelfia cosa farebbero. Gli amerikani se ne andassero a cagare che è meglio...

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 30/04/2016 - 20:03

NEGLI ANNI '60 E '70 GLI AEREI RUSSI INVADEVANO LO SPAZIO AEREO DELLA GERMANIA OCCIDENTALE E VENIVANO INTERCETTATI DAGLI AEREI INGLESI LIGHTING F 104 F-15 E ALTRI ANCORA CON COMBATTIMENTI QUALCUNO E' CADUTO. DITE LA VERITA'

Keplero17

Sab, 30/04/2016 - 20:31

Non si riesce a capire perchè gli americani abbiano aerei così lontani dai loro confini Il problema è la nato una associazione a scopi esclusivamente legati agli interessi americani nel mondo. Purtroppo questo problema della occupazione militare americana in Italia che continua dalla fine del conflitto sul nostro territorio non è sentita dalla popolazione e non forma oggetto delle campagne elettorali. Qualunque governo eletto non modifica la propria dipendenza militare dagli usa.

puntopresa10

Sab, 30/04/2016 - 21:03

Giornalisti,ma quante cxxxxxe scrivete,voi pensate che le persone siano ignoranti (che ignorano),ma sono più intelligenti di quanto voi crediate.sanno come va il mondo,sanno di massoneria,delle cinque famiglie che comandano la finanza e l'economia mondiale,delle sxxxxxxxe che ci racconta la chiesa (gli islamici sono messi peggio di noi,con il loro profeta,uno psicopatico epilettico e strupatore).Per finire l'informazione che ci mantiene depressi e con la paura (basta vedere che tipo di programmi fanno in televisione).

mou

Sab, 30/04/2016 - 22:08

Ci descrive meglio l'evoluzione del sukoi russo? Allora: prima gli e' passato a sinistra,poi a destra, poi sopra ,infine si e' smaterializzato entrando dentro l'aereo americano per riuscirne fuori intatto .Questo per chi ironizza sugli aerei russi che cadono come pere marce in Siria ,al primo colpo di fucile.

mou

Sab, 30/04/2016 - 22:13

Ci descrive meglio l'evoluzione del jet russo? Allora: prima gli e' passato a destra, poi a sinistra, poi sopra e sotto, infine si e' smaterializzata entrando dentro l'aereo americano per uscirne fuori, pochi secondi dopo, perfettamente intatto.Voglio vedere se , dopo questa geometrica dimostrazione di potenza, c'è ancora qulcuno che ironizza sugli aerei russi che cadono giù come pere mature in Siria e dintorni....

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 30/04/2016 - 22:39

Sono gli Americano che stanno provocando di brutto. Loro vogliono scatenare la Terza Guerra Mondiale. Le studiano tutte: Siria, Ucraina, Turchia,ecc.ecc.