Venti di guerra nel Mediterraneo: quei voli fantasma tra Pantelleria e Tunisi

L'isola è stata scelta dalle forze armate statunitensi per sperimentare un nuovo sistema aereo con scopi d’intelligence

L’isola di Pantelleria è stata scelta dalle forze armate statunitensi e da quelle della Tunisia per sperimentare un nuovo sistema aereo per operare con scopi d’intelligence, sorveglianza e riconoscimento nelle regioni di confine con l’Algeria dove sono in corso violenti combattimenti tra i militari tunisini e le milizie ribelle islamico-radicali.

Negli ultimi giorni, come racconta Globalist.it sono state tracciate misteriose evoluzioni aeree di aerei fantasma di piccole dimensioni sulla rotta Pantelleria-Tunisia nelle giornate del 21, 22, 23 e 26 marzo scorso. Lo Stato Maggiore dell’Aeronautica ha confermato l’uso dello scalo di Pantelleria per gli atterraggi e i decolli di un aereo bimotore leggero Super King Air Beech 300, di proprietà di un’azienda statunitense contractor del Pentagono.

“Per quanto ci è possibile sapere come Aeronautica militare italiana, quello rischierato a Pantelleria è un veicolo americano che Sta eseguendo voli sperimentali sulla Tunisia sulla base di accordi bilaterali che riguardano esclusivamente Stati Uniti e il governo di Tunisi“, ha dichiarato il Capo dell’Ufficio pubblica informazione dello Staro maggiore dell’Aeronautica, colonnello Urbano Floreani. “L’Aeronautica italiana non rientra in queste attività e non vengono rilasciate da noi autorizzazioni di sorta. Gli Stati Uniti ci hanno spiegato che le autorità tunisine sono interessate a questo nuovo sistema – non si tratta solo del velivolo e delle sue attrezzature – che può e potrà essere utilizzato per il monitoraggio e la raccolta di dati sensibili. L’interesse della Tunisia per questo assetto aereo e’ relativo alla possibilita’ di un suo eventuale acquisto”.

Sempre secondo l’Aeronautica militare, “la scelta di rischierare il velivolo a Pantelleria da parte degli Stati Uniti è scaturita dalla sua vicinanza con la base di Sigonella, dove è presente una stazione aeronavale della Us Navy che consente il supporto logistico al velivolo e il ricoveraggio al suo equipaggio, alla contestuale vicinanza dell’isola alla Tunisia che consente di accorciare i tragitti e alle caratteristiche specifiche dello scalo aereo (le piste di Pantelleria sono di dimensioni ridotte), con la possibilità cioè di eseguire atterraggi e decolli in più simili a quelli che eventualmente potrebbero essere fatti in Tunisia”.

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Mar, 31/03/2015 - 09:23

PANTELLERIA E' ITALIANA!! E SI E' ESCLUSI DA MANOVRE MILITARI USA\ TUNISIAA????? PROPRIO DEI SERVI IDIOTI!!!!

buri

Mar, 31/03/2015 - 09:30

Ma Pantelleria è ancora in Italia o l'abbiamo ceduta agli Americani ed au Tunisini? è mai possibile che tutti vengono in casa nostra a fare i cavoli loro senza neanche informarci, non c'entriamo, eh NO! c'entriamo, eccome! siamop i padroni di casa

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mar, 31/03/2015 - 09:50

Chi glielo ha dato il permesso?

Ritratto di franco.trier@gmail.com

franco.trier@gm...

Mar, 31/03/2015 - 10:45

rapax come italiana di italiano non c'è niente solo i comunisti al governo sono italiani, ci sono o c'erano basi atomiche in Sardegna e in Liguria tu dici che è italiana , ma la vedi dove è situata questa isola? non la è la Sicilia figurati Pantelleria, non ci credi ? prova a chiedere di dove o cosa è un siciliano , micati dice sono italiano giustamente lui ti dirà sono siciliano per fortuna lo dice..

Fradi

Mar, 31/03/2015 - 10:56

Ve le immaginate le reazioni se Malta o Gibilterra o la Corsica venissero usate per scopi analoghi dagli USA senza "alcuna autorizzazione di sorta" da parte di quei governi?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 31/03/2015 - 11:29

Questi esperimenti non hanno nulla a che fare con l'abbattimento dell'aereo della Germanwings??? Si sa che quando si fanno esperimenti nulla è sicuro.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 31/03/2015 - 11:46

la cosa strana e sinceramente insopportabile, è che l'Italia(nato) che è comunque in prima fila nell'area..e in Tunisia(che è comunque nella sua orbita..) sia fuori da questa cosa in cui centra la Tunisia...l'Italia come stato e governo è comunque uno zerbino( e coi sinistri lo è ancor di più) franco trier lei da "tetesco"..sic dovrebbe sapere che neanche i "suoi" cd "connazionali" non hanno nulla di "tedesco" dopo il disastroso annientamento della seconda guerra mondiale..e l'occupazione degli alleati, i quali stia tranquillo non se ne sono "andati" per nulla..

Zizzigo

Mar, 31/03/2015 - 11:48

Un'altra "fabbrica delle palle"...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 31/03/2015 - 13:35

Italia coloniale trattata come sguattera dai "liberatori"

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 31/03/2015 - 13:49

Fuori dalla maledetta NATO. Un sussulto di dignità.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mar, 31/03/2015 - 13:57

ormai siamo una colonia dei nordamericani farisei, insieme al resto d europa e del mondo. Mal comune mezzo gaudio,poi ci rattristiamo quando succede ustica,germanwings, l aereo malese, i giornali ci fanno il lavaggio del cervello con false notizie, e noi lo sappiamo, ma intanto ci rassegnamo perche dentro ognuno di noi una vocina dice: cosa possiamo fare il mondo va cosi non possiamo cambiarlo, siamo topi di laboratorio.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 31/03/2015 - 14:16

SAXO - questo sistema è destinato ad autodistruggersi. Le consiglio un bel documentario francese "Il mondo secondo Monsanto"

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 31/03/2015 - 14:19

SAXO - ogni grande cambiamento, rivoluzionario o meno, nasce decenni prima... dalla laboriosa e fiduciosa opera di chi lo prepara... anzitutto diffondendo la verità

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 31/03/2015 - 15:03

mi spiace cari ex-concittadini ma l'Italia non è più nostra ma è terra di nessuno , terra di conquista ormai da qualche anno.

Ritratto di malamente

malamente

Mar, 31/03/2015 - 15:48

bavo bavo govevno ! pensa al giobgiàt e gli altri fanno ciò che vogliono !!! continuate .

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 31/03/2015 - 18:24

Ecco cos'erano,i capperi di Pantelleria.E con la caponata alla tunisina o la grigliata di verdure alla siriana,sono la morte loro.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 31/03/2015 - 18:30

rapax secondo lei a cosa è servito il piano Marshal,se non a mantenere l'Italia nel blocco occidentale,quindi NATO.Quindi c'è un trattato.Adessi provi a sviluppare il tema,ma si attenga all'argomento altrimenti il maestro abbronzato manda il mastino Merk-el che la morde le chiappette .

tuttoilmondo

Mar, 31/03/2015 - 18:57

Ahi serva Italia, di dolore ostello, non donna di province ma bordello

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 01/04/2015 - 11:28

rispondo ad ausonio, la verita sempre viene fuori a lunga distanza di tempo, dopo che gli eventi tragici e le conseguenze che ne derivano si sono compiute,questa e una inesorabile legge di vita,questo fa rabbia e impotenza a rispondere ,nasce pertanto un sentimento di rassegnazione comune,a meno che unirsi fa la forza e il contrasto si fara piu acceso, riducendo i tempi del cambiamento politico e sociale in un mondo alla deriva.