Venti di guerra nel Mediterraneo. Usa: "Pronti a inviare una flotta"

Un funzionario americano a Sputnik: "Si potrebbe dire che a causa del problema dei migranti e della maggiore presenza e capacità navale russa, si sta valutando una presenza navale permanente nel Mediterraneo"

Sale la tensione nelle acque del Mediterraneo. Secondo quanto riporta Franco Iacch su Difesa Online, "il Pentagono starebbe valutando il rischieramento permanente di una forza navale (...) per far fronte alla crisi dei migranti ed in risposta alle maggiori capacità navali russe. È quanto trapela da Mosca, secondo indiscrezioni ottenute da fonti ufficiali della US Navy".

Il motivo di questa iniziativa è da ricercare nel fatto che i quattro cacciatorpediniere lanciamissili di stanza a Rota, in Spagna, vengono utilizzati molto spesso: "Il nuovo contesto nella Regione, impone, rischieramenti a lungo termine in missione specifiche". Come ha spiegato un funzionario americano a Sputnik: "Si potrebbe dire che a causa del problema dei migranti e della maggiore presenza e capacità navale russa, si sta valutando una presenza navale permanente nel Mediterraneo".

È proprio la potenza russa a intimorire maggiormente gli americani. Come riporta Iacch, "prima dell'annessione della Crimea, la Flotta da guerra del Mediterraneo era composta da undici navi. L’ammiraglia della Flotta (parliamo del rischieramento ufficiale che non tiene conto delle turnazioni ne delle unità che partecipano alla campagna in Siria) è l’incrociatore lanciamissili classe 'Slava', la carrier-killer 'Moskva'. Il gruppo da battaglia è formato dal cacciatorpediniere classe 'Udaloy', la 'Admiral Panteleyev', e dalle cacciatorpediniere lanciamissili classe 'Kashin-Mod', la 'Neustrashimy' e la 'Smetlivy'".

Commenti
Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mar, 12/01/2016 - 11:20

Appena il demente colorato sloggerá, putler ritornerá a fare l'agentucolo del kgb che é sempre stato...

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 12/01/2016 - 11:20

Gli yankee decideranno di ritirare in breve navi, aerei e uomini dall'europa ed altri paesi. Nun ce piu sordi!!!!! Questo è un argomento che stanno discutendo molto negli ultimi tempi indipendentemente da chi sarà il prossimo presidente, il costo è troppo elevato ed i ritorno è irrisorio!!! Questo e la causa maggiore di questa schizofrenia strategica che si è notato negli ultimi tempi.

scarface

Mar, 12/01/2016 - 11:31

Aumentano i servizi traghetto per migranti. La linea nord-africa italia, gratuita, non è mai stata così ben servita.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 12/01/2016 - 11:35

L'abbronzato stia alla larga, di danni in Mediterraneo ne ha fatti a sufficienza, vedi Tunisia, Libia, Egitto, Siria.... Basta, basta, basta, basta.....

Ritratto di vraie55

vraie55

Mar, 12/01/2016 - 11:36

Gli Usa difendono i propri confini occidenali dalle esportazioni russe

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 12/01/2016 - 12:05

Una domanda me la pongo. Gli Stati Uniti intervengono in aiuto dell'Europa e per la salvaguardia "dell'Occidente" o tutelano solo i LORO interessi economici che non necessariamente sono anche i nostri, anzi, in questi ultimi anni credo sia l'esatto contrario.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 12/01/2016 - 12:11

Forse è la soluzione per prevenire gli sbarchi...coraggio, Alfano, ti levano la patata dalle mani.

giusemau

Mar, 12/01/2016 - 12:38

ancora con queste infantili manifestazioni di forza,con tutte le nazioni mediterranee pronte a genuflettersi..ai cowboys..Statevene a casa vostra per non fare altri danni alla martoriata Europa.

gattogrigio

Mar, 12/01/2016 - 12:56

Ai miei tempi c'era il gruppo d'attacco della portaerei Enterprise (era la VI flotta mi pare). Il mare è grande e non sta mai fermo. Buon vento a tutti.

alox

Mar, 12/01/2016 - 13:30

Putin fara' la cazz.ta molto presto, ha l'imbarazzo della scelta in quanto ad obbiettivi ...dei migranti non gli puo' fregar di meno! Prorio l'ambiguita' dell'Italia e la richiesta di favori a RENZI ci rendera' un obbiettivo primario!

Iacobellig

Mar, 12/01/2016 - 13:32

L'AMERICA NON DEVE AVERE PAURA DELLA RUSSIA MA PRENDERNE ESEMPIO DA PUTIN, COSÌ COME DEVE FARE L'EUROPA. NON CREDO CHE NELLA MENTE DI PUTIN OGGI CI SIA IL PENSIERO DI ATTACCARE GLI STATI UNITI, MA QUELLO DI NON FARSI EMARGINARE SPECIE DA OBAMA, IL RENZI AMERICANO: INUTILE!

idleproc

Mar, 12/01/2016 - 14:04

Flex. In US hanno il gruppo del "secolo americano", le lobby delle multinazionali locali, le lobby globali che usano gli US scaricando i costi e i crimini della loro geopolitica, un mare di finti politici che sono in via esclusiva dei lobbysti, qualche politico vero sparso. Al di sotto ci sta il popolo US che si sorbisce la propaganda. Il meccanismo, nel complesso non è molto affidabile sia per fare accordi che per un quadro complessivo di respiro storico che regga perché sempre contemporaneamente ogni gruppo va per i c.suoi. Come da noi, solo che da noi è più divertente e paesano.

orso bruno

Mar, 12/01/2016 - 14:24

Gli americani hanno causato già molti guai con le loro intromissioni e l'amicizia con l'Arabia Saudita.Stiano a casa loro!

Libero1

Mar, 12/01/2016 - 15:04

Dopo aver fatto pilotare dalla CIA la rivoluzione contro Mubarak, fatto bombardare la Libia per far uccidere Ghaddafy e pilotato la guerra fraticida in Ucraina ecco l'ultimo colpo di ali dello spennacchiato abbronzato corvo americano prima che se ne vada dalle.....La buona notizia e' che ancora una volta a avra' a che fare con l'orso Putin.

VESPA50

Mar, 12/01/2016 - 15:54

@ alox ti avevo consigliato di non bere ma tu non dai ascolto a nessuno e poi finisci per fare discorsi che tu stesso quando li rileggi difficilmente riesci a capirli. Bevi di meno..ah obbiettivi si scrive con una b sola..se poi sono OBBIETTIVI importanti va bene anche due b

gianrico45

Mar, 12/01/2016 - 17:26

Gli Usa cercano la scintilla ad ogni costo e l'Europa sta a guardare.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 12/01/2016 - 17:41

@vraie55 Di quali esportazioni parli? Non dire gas e petrolio perché gli USA sono autosuffcienti da alcuni anni. Forse vodka e caviale?

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

Anonimo (non verificato)

Keplero17

Mar, 12/01/2016 - 18:49

Non fa piacere essere considerati una colonia americana. Si sta ripetendo la situazione che già nel '300 era stata denunciata da Dante e poi nel '500 da Macchiavelli, quando l'Italia era una frammentazione di stati che solo attraverso l'unificazione avrebbe avuto un ruolo attivo,ma ormai anche questo è diventato inutile, solo stati di grandi dimensioni unificati linguisticamente possono decidere la politica estera e di difesa. L'Italia può solo rientrare nell'ambito di alleanze che la vedono come vassallo dello stato più forte che decide. Oggi sono gli usa che non vogliono che la Russia sia autonima militarmente,e quindi hanno spostato la nato fino alle sue frontiere. Avere la superiorità militare significa avere anche quella economica e imporre le proprie decisioni in ambito commerciale ed energetico. Su questo fronte provò Mattei a creare una situazione di indipendenza energetica, ma sappiamo tutti come è andata a finire.

Massimo Bocci

Mar, 12/01/2016 - 19:16

Ultimi colpi CRIMINALI del Nobel,colorato....LA TERZA GUERRA MONDIALE.....YES WE CAN !!!!

RawPower75

Mar, 12/01/2016 - 19:47

Venti di guerra...

roberto zanella

Mar, 12/01/2016 - 20:19

ma va bene le due marine nel Mediterraneo ,fossero capitate li prima forse meno barconi sarebbero arrivati sulle nostre coste...e comunque ormai la Russia è in Grecia per cui l'abbronzato piagnucolone potrà solo stare a guardare ...aspettando Trump Putin pensa a una nuova Yalta per ridiscutere il mondo e le cose che non vanno ..una nuova Yalta con Trump , Putin e Xi Jinping.....la ricreazione è finita cari signori...

disturbatore

Mar, 12/01/2016 - 21:04

La Nato non ha forza perche´non ha nulla da difendere . NOn e´uno Stato , non ha un suo territorio , e´solo un´organizzazione a pagamento incaricata di proteggere le sovranita´nazionali. Da dove dovrebbe venire la motivazione a combattere per un´organizzazione a pagamento ? I soldi da solo non bastano .

Nano Ghiacciato

Mar, 12/01/2016 - 21:41

torna la sesta flotta permanente, come ai tempi della guerra fredda? Comunque non credo che la presenza navale russa nel mediterraneo sia paragonabile a quella di quel periodo storico: Sovmedron, la flotta sovietica tra i mar nero e il med. Certo comunque oggi ci sono poste in gioco molto alte sepcifiche in situazioni molto fluide e potenzialmente "cangiant". Il contrario della guerra fredda

Nonlisopporto

Mar, 12/01/2016 - 21:46

obiettivo Obama raggiunto: creare una guerra in Europa per muovere l'economia americana.

alox

Mar, 12/01/2016 - 22:44

@VESPONE 75 el professsur! Vai a dare consigli a tua sorella ixxxxxxxe! Vedo che i miei commenti ti rodono dentro: Se non li capisci perche' rispondi SECCATO?! Li capisci ma non li condividi. Classico di chi sostiene le Dittature!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 13/01/2016 - 01:04

Speriamo non ci si metta anche la marina USA a portarci in casa ulteriori masse di fannulloni africani da mantenere coi nostri soldi elargiti dai buffoni al governo alle loro cooperative rosse. QUANDO FINIRÀ QUESTA TRAGICA FARSA SCENEGGIATA DAL REGISTA COMUNISTA NAPOLITANO?

mila

Mer, 13/01/2016 - 05:57

Non ho capito se gli USA, con la loro potente flotta, dato che sono preoccupati per il problema dei "migranti", li riporteranno in Africa o li trasborderanno tutti in Italia.