Le vignette choc di Charlie Hebdo sulle vittime dell'airbus russo

Il settimanale satirico francese ironizza sulle 224 vittime della tragedia del Sinai con due vignette. Dura la reazione del Cremlino: "È un sacrilegio che non ha niente a che vedere con la democrazia o la libertà di espressione"

Charlie Hebdo ha colpito ancora. Ma stavolta non se l’è presa né con Maometto, né con la Trinità, e nemmeno con i terroristi dell’Isis. La satira macabra - è proprio il caso di dirlo - del settimanale parigino si è scagliata infatti, sui 224 passeggeri rimasti vittime dell’esplosione in volo sul Sinai del Metrojet Airbus A321 russo, partito da Sharm el-Sheik e diretto a San Pietroburgo.

Le vignette incriminate, che hanno fatto correre lo sdegno dei russi sui social network e non solo, sono due. Pubblicate entrambe nell'ultima pagina dell’edizione di giovedì, tra le vignette scelte come possibili copertine ma respinte in riunione di redazione, la prima ritrae una serie di rottami, e addirittura un corpo, che cadono dall’alto su di un jihadista dell’Isis, con su scritto: “Daesh: l’aviazione russa ha intensificato i suoi bombardamenti”. Mentre la seconda, che nelle intenzioni dei disegnatori doveva essere riferita all’affare “Air Cocaïne” – la vicenda dei due piloti francesi accusati di aver trasportato in aereo circa 680Kg di cocaina in Francia dalla Repubblica Domenicana – raffigura un teschio con gli occhiali da sole, per metà fusi dall’incendio dell’airbus che si vede bruciare sullo sfondo, circondato da brandelli di resti umani, che pensa, appunto, “avrei dovuto prendere l’Air Cocaïne”. Sopra al disegno campeggia la frase: “la pericolosità delle low cost russe”.

Di nuovo quindi, lo stile controverso e scioccante che abbiamo imparato ad apprezzare o disprezzare, a seconda dei casi, sulle pagine del settimanale satirico francese, riapre il dibattito sulla libertà di espressione. “A nessun mass media dovrebbe essere consentito di fare una cosa del genere, a prescindere dal settore in cui opera”, è stato infatti il duro commento di Igor Marozov, parlamentare russo e membro della commissione Affari Esteri della Duma, che ha definito “blasfema e irrispettosa delle vittime della tragedia” la vignetta.

Anche Maria Zakharova, la portavoce del Ministero degli Affari Esteri di Mosca, è intervenuta sulla vicenda commentando sul suo profilo Facebook: “qualcuno è ancora Charlie?”, riferendosi, chiaramente alla campagna promossa in seguito all’attentato che colpì, lo scorso 7 gennaio, la redazione del giornale satirico a rue Nicolas-Appert, nell’undicesimo arrondissement parigino, dove un commando di due uomini legati all’Islam radicale uccisero dodici vignettisti. “Mosca è in attesa di una spiegazione”, “perché non hanno fatto vignette sulle loro vittime”, sono solo alcune delle frasi di sdegno che stanno circolando in queste ore sui profili Twitter degli utenti russi.

Sulla vicenda è intervenuto pochi minuti fa anche il portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov. "Nel nostro Paese”, ha detto Peskov, “questo si chiama sacrilegio, e non ha niente a che vedere con la democrazia o la libertà di espressione”.

Commenti

rokko

Ven, 06/11/2015 - 12:00

Carissimi, è la libertà di espressione !! O vale sempre, o non vale mai, non c'è via di mezzo; dunque, vale sempre, anche se non ci piace quello che viene scritto o detto o disegnato.

ziobeppe1951

Ven, 06/11/2015 - 12:05

Questi di hebdo hanno imparato la lezione e si sono allineati con il pensiero degli inferiori

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/11/2015 - 12:09

Non siamo stupiti. E' un giornale in mano al "popolo eletto" (che ha ben profittato dell'aumento di tirature).... sappiamo quanto valga per loro la vita dei non "eletti"

Dordolio

Ven, 06/11/2015 - 12:15

Ridere (si fa per dire) sulla morte... degli altri però... Al disgusto evidentemente non c'è mai fine.

Ritratto di marystip

marystip

Ven, 06/11/2015 - 12:28

Queste vignette con la libertà d'espressione non hanno nulla da vedere; quel giornale francese è solo un covo di comunisti pseudo intellettuali di mxxxa cui la lezione impartita ha sicuramente lasciato il segno. Chissà se un domani....

roseg

Ven, 06/11/2015 - 12:29

Evviva la libertà d'espressione:CHE IDIOTI QUESTI DI charlie Hebdo.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 06/11/2015 - 12:38

rokko. Non confondiamo la libertà di espressione con la libertà di insulto. E charlie hebdo non ha nulla da spartire con la libertà di espressione, é solo un fogliaccio pieno di insulti gratuiti che stava per fallire e ha beneficiato di un rilancio insperato grazie all'attentato!

nerinaneri

Ven, 06/11/2015 - 13:01

...quello che dico io: il komunismo è transnazionale...anzi, globale...universale?...

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Ven, 06/11/2015 - 13:06

Il problema é che questi buffoni hanno detto che non faranno piú vignette su maometto per non avere problemi. Ora rompono solo i cogxxxni ai cristiani offendento solo Gesú la nostra Maria, e naturalmente tutto quello che non é islam. Quindi dovremmo mitragliarli per farli finine di rompere i cogxxni. Saluti

27Adriano

Ven, 06/11/2015 - 13:14

Sono d'accordo con il Popolo russo: il giornalino francese dimostra tutta la sua bassezza culturale e morale!

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Ven, 06/11/2015 - 13:19

per tenersi buoni i terroristi che già una volta gli hanno fatto la festa, adesso questo giornale sfotte e attacca l'aereo russo con tutti i suoi morti. speriamo che vengano a festeggiarvi nuovamente nonostante il vostro appoggio.

paviglianitum

Ven, 06/11/2015 - 13:20

gli americani hanno subito decine di attentati, spesso da parte di gruppi terroristici (siriani e iraniani) finanziati dall'allora unione sovietica. questo è uno dei rarissimi attentati subiti darussia/unione sovietica. la russia ha deciso di intervenire in siria aiutando una delle parti in conflitto (non certo perchè fosse minacciata direttamente). doveva mettere in conto che la reazione sarebbe stata questa. non capisco però i lettori del giornale (specie ausonio & c) che quando vengono colpiti gli americani allora è giusto perchè vogliono dominare il mondo, e invece quando tocca alla russia (che ha le stesse finalità) fanno tutt'altre considerazioni

Mechwarrior

Ven, 06/11/2015 - 13:23

Le vignette di questo giornale sono davvero TUTTE di pessimo gusto.

Un idealista

Ven, 06/11/2015 - 13:23

Charlie Hebdo è in mano a degli imbecillì. Non si fermano neanche davanti alle tragedie e le considerano argomenti per ridere.

alox

Ven, 06/11/2015 - 13:30

Censurare e distruggere l'"estremo" (che e' tutto cio' non favorevole a Putin) e' esattamente quello che sta' facendo il regime in Russia!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 06/11/2015 - 13:51

Egregio paviglianitum, non le viene il dubbio che in tal caso gli attacchi dovrebbero essere diretti contro strutture e personale militare e non civile?

pgbassan

Ven, 06/11/2015 - 13:53

Se per un attimo ho plaudito ai vignettisti transalpini in occasione dell'eccidio per la loro coraggio nel colpire tutti (non per le vignette blasfeme soprattutto contro i cristiani, facili da colpire), poco dopo ne ho costatato la codardìa suprema: a loro non interessava più colpire l'islam. La paura fa novanta. Anzi "quatre vingt dix". Ora colpiscono chi ha subito un attentato. Ebbene, hanno meritato la strage a loro carico. Buffoni e satanici.

pgbassan

Ven, 06/11/2015 - 13:54

giovanni PERINCIOLO: chiarissimo.

rokko

Ven, 06/11/2015 - 14:02

giovanni PERINCIOLO: chi stabilisce che si tratti di "insulti" ?

paviglianitum

Ven, 06/11/2015 - 14:11

@mvasconi, certo. ma purtroppo è noto che attaccare i civili è il modo di operare dei terroristi (si chiama terrorismo proprio per questo). quindi tali reazioni sono da mettere nel conto quando si interviene in certe zone

alberto_his

Ven, 06/11/2015 - 14:48

E c'è anche chi si lamenta se li mitragliano

marco m

Ven, 06/11/2015 - 14:56

Egregio mvasconi, quindi le torri gemelle erano un'immensa caserma piena di armi e militari?

gianfran41

Ven, 06/11/2015 - 15:03

Se ci fosse stato qualche loro familiare su quell'aereo, probabilmente la libertà di stampa avrebbe avuto un'altra valenza.

Ritratto di mrmapo

mrmapo

Ven, 06/11/2015 - 15:03

a leggere certi commenti si fa fatica a capire dove stia il pensiero liberale tanto difeso dal Giornale. Una volta il nemico giurato erano i bolscevichi sovietici che censuravano, oggi che infine si può disporre della libertà di espressione si invoca la censura. Allora è proprio vero che la caratteristica principale dell'essere umano è di lamentarsi a prescindere!

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 06/11/2015 - 15:52

scassa venerdi6 novembre 2015 Il problema dei francesi è che prima e dopo Napoleone ,che a ben pensarci non era altroche un immigrato è rifugiato,quindi non francese ,prima e dopo dicevo,non hanno altro che il nulla se non crudeltà,ignoranza e tanta arroganza e pizzetta sotto il naso ! Guardate la storia,dove c'è un nome è di importazione è così nelle arti ,scienze ,logistica civile e militare ecc.non resta loro che la satira quando non diventa bestemmia o disonestà intellettuale conclamata ,roba che fa diventare santa anche Sabina !!!!!!!!scassa.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 06/11/2015 - 15:54

@nerinaneri: non cercare di esprimere nessun pensierino, il tuo cervellino proprio non ce la fa. Sparisci tu e tutti i tuoi simili kompagni sinistrati pidioti.

Ritratto di MetalMusic666

MetalMusic666

Ven, 06/11/2015 - 16:00

Che facciano quello che gli pare.

Perlina

Ven, 06/11/2015 - 16:06

Per i loro morti hanno chiamato il popolo a scendere in piazza, per questi poveretti che di sicuro non avevano offeso in nessun modo "nessuno" si permettono di fare questo. Prendete per i fondelli i vostri di defunti.

Dordolio

Ven, 06/11/2015 - 16:07

Che la Russia post comunista voglia dominare il mondo lo sa il lettore Paviglianitum e solo lui. Evidentemente è disinformato su quel che gli USA tentarono di fare assieme alla grande finanza internazionale subito dopo la fine del comunismo proprio in Russia. E se non c'era Putin se la pappavano alla grande, comprando per quattro soldi realtà dal valore immenso (e gente che conosco di persona andò lì al seguito del Grande Lavoro Sporco...).

Dordolio

Ven, 06/11/2015 - 16:10

Aggiungo - ad uso e consumo del Paviglianitum re dei disinformati - che ahimè L'UNICO baluardo che ancora rimane a difesa dei valori tradizionali dell'Occidente è proprio l'ex KGB Putin. Forse è triste, ma è così... E' un po' lontano da noi, ma certamente è meglio del NULLA restante.

Mizar00

Ven, 06/11/2015 - 16:56

@Paviglianitum : ma negli ultimi 10 anni dove è stato ?

giovanni PERINCIOLO

Ven, 06/11/2015 - 17:00

rokko. Il semplice buonsenso e l'educazione del cittadino medio. Ma tu, in quanto trinatriciuto, non puoi capire!

paviglianitum

Ven, 06/11/2015 - 17:22

@Dordolio, quando non si hanno argomenti si tira sempre fuori la Grande Finanza Internazionale (della quale Russia e Cina ne fanno parte quanto l'America). Basta con questi slogan. Mi sembrate quelli dei cortei della sinistra che urlano sempre le solite quattro frasi imparate a memoria senza neanche averne capito il significato. Eppoi, guardi che i valori tradizionali dell'occidente non esistono. Le società e il mondo si evolvono e il comportamento delle persone cambia con il tempo. E fortunatamente! perchè sennò adesso saremmo ancora nel medioevo (il che sarebbe piaciuto molto a gente come massimo fini)

ziobeppe1951

Ven, 06/11/2015 - 18:53

@paviglianitum....è giusto che le società e il mondo si evolvano,qui si stanno evolvendo alla velocità del gambero, stiamo tornando al medioevo, forse tu non te ne sei ancora accorto

ferventZ

Ven, 06/11/2015 - 18:54

Que devrions-nous faire? la prochaine fois que nous allons célébrer le massacre de Charlie Hebdo ?

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 06/11/2015 - 19:26

STR..ZI ERANO E STR..ZI RESTANO!

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Ven, 06/11/2015 - 19:41

Ma vi rendete conto che fate di tutto per essere dei Banana !! Sempre e solo quando vi fa comodo ! Avete un ideologia assurda siete paradossali !!!!

nerinaneri

Ven, 06/11/2015 - 19:57

...serafino cane cgln ha pigiato dei tasti...

ernestorebolledo

Ven, 06/11/2015 - 21:09

Essi non fanno mai scherzi delle proprie tempie, o di le proprie vittime..

WOLF63

Ven, 06/11/2015 - 21:43

Charlie Hebdo è sempre stato una putrida pattumiera.

alox

Ven, 06/11/2015 - 21:54

Intanto il Regime Russo ha dichiarato "estremo" il video di protesta della repubblica Karelia quindi DIVIETO alla visione! Per i sostenitori di sua maesta' Putin adesso anche per i non vedenti potete "toccare" il suo volto....attenzione pero' che ci mettete troppo affetto: due sattimane di galera!

Sabino GALLO

Ven, 06/11/2015 - 23:00

Dopo l'odioso attentato che fece tanti morti, tutti presero giustamente la difesa di CHARLIE HEBDO! La libertà deve essere difesa. Ma la libertà si esprime anche con la critica alla ...critica!! Non sempre le vignette di Charlie Hebdo sono il meglio della satira né sempre opportune. Chi ha vissuto in Francia a lungo, sa perfettamente che la difesa della libertà è sempre un dovere. Ma è proprio la libertà che ci permette di criticare anche gli amici di Charlie, quando lo riteniamo opportuno.